home | Fabbricanti di pianoforti in Italia


Fabbricanti di Pianoforti in Italia
dal 1850
a 1899

Cerciamo ancora tutte altre marche e informazioni dei pianoforti italiani !
© Copyright all rights reserved

1710-1849 | 1850-1899 | 1900-2023

a | b | c | d | e | f | g | h | i | j | k | l | m | n | o | p | q | r | s | tu | v | w | x | y | z

 

 

Marca

Data

Logo

Città

Indirizzi

Quantità di pianoforti

Informazioni

Medaglie

         
AYMONINO Giacinto

(1825 - 1893)

 

 

Expo 1858, Torino

1850  

MARCA

STECHINGE

AYMONINO
su questo sito

ESPOSIZIONI

Cliccate sul link qui sopra

"Aymonino (Giacinto), manufacture nationale de pianos forte et harmoniums, élégance, solidité et sonorité; exportation." Annuaire-almanach du commerce, de l'industrie, de la magistrature et de l'administration : ou almanach des 500.000 adresses de Paris, des départements et des pays étrangers : Firmin Didot et Bottin réunis, 1858, p. 2308 (gallica.bnf.fr)

"[...] Anche il signor Aymonino tiene aperto uno stabilimento di qualche rilievo." Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia ..., 1860, p. 259

"Fabbrica di pianoforti. Succ. Giacinto Aymonino. 79 - Via Madama Cristina - 79. Torino. Provveditori della R. Casa e del Liceo Musicale de Pesaro. Casa fondata nel 1850. Premiata alle Esposizioni. Torino 1858 - Medaglia di primo grado; Firenze 1861 - Madaglia al merito; Torino 1891 - diploma di primo grado; Lima (Perù) 1872 - Medaglia al merito; Vienna 1873 - Diploma al merito; Milano 1881 - Medaglia d'oro. - Giurato e fuori concorso - Arezzo 1882 - Torino 1884.
Pianoforti a corde rette, a corde incrociate, verticali ed a coda con telaio in ferro secondo gli ultimi perfezionamenti. Esportazione - Garanzia per 5 anni." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 39 (MuseoTorino.it)

Torino 2, contrada degli Ambasciatori (1854)(¹⁰)

3, contrada dei Guardinfanti (1856-57)(¹⁰)

22, via della Rocca (1858-59)(¹⁰)(*1858)

27, via della Rocca (1863-67)(¹⁰)

17, via del Belvedere (1869-72)(¹⁰)(*1871-72)

7, via Madama Cristina (1871-73)(¹⁰)(yy1871)

11, via Madama Cristina (1874-78)(¹⁰)

79, via Madama Cristina (1884-93)(¹⁰)(x1884)(**1889)(x1889)(xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(x1896)(x1899)(x1899)(*1903)(*1922)(*1929)

87, via Madame Cristina (*1922)

 

'Fabbricante di pianoforti' a muro ca. 1850-1929 [dal 1850 (x1912)]; (⁵)(³)

LAUGER & AYMONINO (1854)(¹⁰), vedete LAUGER & AYMONINO.

1861 - "5. — SCHÖN di Torino. Costruttore di pianoforti. Fabbrica del signor Aymonino." Consiglio dei giurati : Cenno sommario dui giudizi emessi dalla commissione, 1861, p. ix

AYMONINO Hyacynthe (**1858)(*1867)

AYMONINO & Cia (1870)

1874 - "Nondimeno il sig. Aymonino, che impiega circa 60 operai, fabbrica pianoforti per la somma di lire 120,000 all'anno e ne vende buona parte all'estero, e specialmente in America." Atti del Comitato dell'inchiesta industriale, 1874, p. 13

AYMONINO Giacionto Comm. (xx1890), 'Pianofabrik'

'Fabr. di pianoforti' (*1896)

AYMONINO Giacinto [successori] (**1898)(x1899)(*1903)(x1912)

Succ. per LEVI (x1912)(*1922)

'Piano-Fabrik' (x1912)

Pianoforti a corde incrociate, verticali e a corde non incrociate. (¹⁰)

Questi pianoforti sono stati esportati verso America Latina. Il loro altra marche era STECHINGE. Ha avuto tecnici parigini.

Stefano BROSSA AYMONINO

1870 - "Con scrittura in data 23 ottobre 1866 si costituiva Società in nome collecttivo fra cav. Giacinto Ajmonino ed il cav. sacerdote Stefano Brossa per lo stabilmentio-fabbrica e smercio di piano-forti, sotto le seguenti principale condizioni da aver principio col 1. novembre successivo : La Società doveva correre sotto la Ditta sociale Ajmonino e C. [...]" Gazzetta de' tribunali: ossia raccolta di sentenze con note ed osservazioni ..., 1870, p. 283-285 - vedete Stefano BROSSA

NECROLOGIA

1893 - "A Turin est mort, ces jours derniers, Giacinto Aymonino, le chef d'une des plus importantes fabriques de pianos d'Italie. Il avait été d'abord médecin militaire, mais depuis environ quarante ans il s'était entièrement consacré à la fabrication des pianos, et la distinction de sa facture lui avait fait obtenir de nombreuses récompenses dans les expositions, le nombre des instruments construits par lui ne s'élève pas à moins de 8.000. Il était âgé de soixante-dix-huit ans." Le Ménestrel, 11/06/1893, p. 192 (gallica.bnf.fr)

ETICHETTA

 

Diploma di primo grado, 1855 | Medaglia d'argento, Torino 1858 | Medaglia di bronzo, Firenze 1861 | Elenco d'esposizione Parigi, 1867 | Diploma di primo grado, Milano 1871 | Medaglia al merito, Lima (Perù), 1872 | Medaglia al Merito Vienna, 1873 | Medaglia d'argento, Torino 1878 | Medaglia d'oro Nazionale Milano 1881 | Elenco d'esposizione Torino 1884 | Medaglia d'oro, Torino 1898

BERRA Fratelli

(ca. 1820 - 1884)

1850  

Pianoforte a muro ca. 1900, I.C. BAER, CulturaItalia.it

TORINO - "Berra Giovanni, fabbricante di pianoforti in Torino. - Per un Pianoforte verticale di 6¾ ottave, il quale si accosta nella voce a quelli della Società di Nîmes. Ha qualche difetto nei dettagli di esecuzione, e fra questi si nota che negli acuti il martello, dopo percossa la corda, rimane aderente alla stessa per tutto il tempo che il tasto rimane abbassato. Esso è nondimeno il migliore strumento di questo genere che sia stato finora costrutto nello Stato, e mostra nell'artista capacità di fornirne immuni da pecche. È sommamente importante incoraggiarlo." Expo 1854 Elenco dei premiati nella esposizione industriale, aperta in Genova, 1857, p. 147

Pianoforte su l'Esposizione 1858, Torino

TORINO - "BERRA GIOVANNI - in Torino, via Nuova. n° 12 - PREMIATO - Non meno fa orevolmente dei precedenti vennero giudicati i piano-forti presentati dal signor Berra, che da alcuni anni ha in apreso quella industria su proporzioni già sufficientemente grandi, giacchè costruisce più di 40 piano-forti all'anno ed occupa buon numero di operai. Egli meritò già una medaglia d'argento all'Esposizione di Genova del 1854, ed in questa gli venne accordala quella di bronzo, che certamente ampiamente meritò. Fra i piano-forti esposti dal sig. Berra vennero dagli intelligenti specialmente osservati un piano-forte in palissandro, a metà obliquo (Tav. XII), con pedale ad espressione di eccellenti e dolcissimi suoni, ed altro quasi della medesima qualità, ed uno retto a 4 corde, a cassa in legno noce nazionale, dotato di pregevole suono di semplicissimo e pure elegante aspetto e di prezzo eccessivamente ristretto in proporzione delle sue qualità." Album descrittivo della sesta esposizione nazionale di prodotti d'industria nell'anno 1858, p. 42

TORINO - "1150. BERRA Giovanni, in Torino (via Nuova, n.° 12). Pianoforte a metà obliquo, con pedale detto a espressione, in palissandro. - Altro simile meno elegante . - Altro a corde dirette in legno noce nazionale." Catalogo della sesta esposizione nazionale di Prodotti d'Industria nell'anno 1858, p. 188

TORINO - "Cinque sono gli espositori di pianoforti, Clotz-Thibaux, Berra, Roeseler, Ajmonino e Verani. [...] del secondo uno è a metà obliquo con pedale a espressione, l'altro è pure in palisandro, ma meno elegante, l'altro è a corde dirette." Rivista contemporanea, Volume 14, 1858, p. 301-302

 TORINO  - "Al sig. Berrà Giovanni, in Torino, via Cavour, N. 11 , venne assegnato il diploma di secondo grado per la bella chiarezza dei suoni acuti nello strumento esposto.
L’armonio, quantunque sia uno strumento a tastiera, forma famiglia a parte dal pianoforte perchè il suono esce da laminette metalliche messe in moto dal vento di un mantice. L’armonio è un perfezionamento della fisarmonica tedesca che viene di Francia e data da pochi lustri." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della Società promotrice dell'Industria nazionale, 1871, p. 189

MARCA

BAER I. C. (Berlin)

"BERRA ING. CESARE - Torino, via Principe Tommaso 31 - Tel.: 60-009. Fond. nel 1819. - Dipend. occup.: 10 - Propr.: Ing. Berra Cesare. - Produzione: Fabbricazione pianoforti." Annuario industriale della provincia di Torino, 1937, p. 410

"BERRA Ing. Cesare - Torino, via Principe Tommaso 31 - Tel.: 60-009 - Fond. nel 1819 - Dip. occup.: 15. Produzione : Pianoforti verticali e a coda." Annuario industriale della provincia di Torino, 1939, p. 398

VEDETE ANCHE ...

BERRA Giovanni (°1820)

INFO EXTRA

I BERRA : UNA FAMIGLIA TORINESE DI COSTRUTTORI DI PIANOFORTI

 

Torino

Corbetta (Milano)

12, via Nuova (*1858)

33, vie Nuova (1861-66)(¹⁰)

11, via Cavour (1866-73)(¹⁰)(xx1868)(x1871)(*1871-72)

Piazza Emanuele Filiberto (1869)(¹⁰)

7, via Cavour (1869)(¹⁰)

11, via Cavour (xx1871)(yy1871)

68, via San Francesco da Paola (1876-77)(¹⁰)

31, via Berthollet (1878)(¹⁰)

23, via Bava (*1895)(*1896)(*1897)

31, via Principe Tommaso (1878-95)(¹⁰)(x1889)(xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(*1921)(*1922)(*1929)(*1933)(*1937) (y1937)(*1939)(x1939)(y1939)(y1941)(y1942)(y1947)(*1957)

a Corbetta (Milano)

 

 

40 pianoforti all'anno (1860)

30 piani per anno (1867)

5 operai (1860)

 

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1851-1957 [dal 1850 (x1906)(x1912)]

1854 - "Le difficoltà di una fabbricazione complicata, la quale esige larghi capitali e smercio pronto, rendono assai grave ai nostri artefici la concorrenza dei fabbricatori viennesi, parigini ed inglesi. In onta a ciò, gli Stati sardi cominciano ad emanciparsi dall'estero, mercè buon numero di fabbriche nazionalii le quali non solo sopperiscono ai bisogni del paese, ma permettono un' annua esportazione in America, nel Levante, ecc., di 20 pianoforti circa. I principali fabbricanti di questi strumenti sono il signor Berrà Giovanni, di Torino, che costruisce annualmente circa 30 pianoforti, vendibili in paese e mantiene 5 operai [...]" Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia, viaggi e commercio, 1854, p. 257 - Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia ..., 1860, p. 259

BERRA Frères (**1858)(*1859)(x1861)

Anche verso gli anni 1860 la fabbrica dei Berra, rinominatasi "BAER" (da 1860) per motivi di prestigio. - Etichette usate Baer Berlino e I.C.B. ed I.C. BAER (x1860)

BERRA Cesare (1884)(xx1890)(1896)(x1906)(x1912)(*1939)(x1939)(y1941)

BERRA Giovanni (yy1871)(x1889) a Torino

'Pianofabrik' (xx1890) a Torino

BERRA C. (x1896), 'Negozio di pianoforti'

'Orgelbauer u. Piano-Händler' (x1906) a Corbetta

'Piano-Fabrik u. -Handlung' (x1906)(x1912) a Torino

1922 - 'Berra C. fabbr. organi da chiesa e negoziante in pianos' (*1922)

BERRA & C. BERRA G. (*1937)

BERRA Ing. Cesare (y1937)(x1939)

'Fabbricazione pianoforti' (y1937)

'Pianoforti ed Armonium' (*1939)

'Produzione: Pianoforti verticali e a coda' (x1939)

BERRA G[iovanni] & BERRA C[esare] (y1942)(y1947)

1957 - "Cesare Berrà - Fabbr. pianoforti - Torino, via Principe Tommaso 31. Anno di fondazione accertato : 1851." Cronache Economiche. N.180, Dicembre 1957, p. 52 (Bess Digital Archive)


(il seguito)

TORINO - "Medaglia di bronzo al sig. Berra Giovanni, in Torino 1150). Il sig. Berra ha esposto tre pianoforti di buona fattura, pregevoli per forza ed omogeneità di voce, e per accurata esecuzione dell‘incassatura e della tastiera. Egli adottò ne‘ suoi strumenti un sistema di pedale ad espressione che, quantunque non nuovo, è assai buono e bene eseguito. il signor Berra merita molti elogi ed incoraggiamenti per essere stato'uno dei primi che stabilì un'officina completa per questa fabbricazione; ed ogni anno cerca di migliorare i suoi prodotti ed accrescerne lo smercio. Egli dichiarò di fabbricare annualmente 40 pianoforti, e di occupare sei operai." Relazione dei giurati e giudizio della R. Camera di agricoltura e commercio, 1858, p. 285

FIRENZE - "2467. Berra Giovanni, Torino. [Genova A 1854. Torino R. 18581. — Pianoforte a 7 ottave, id. piccolo da studio." Expo Firenze 1861 "Atti officiali della Esposizione italiana agraria, industriale e artistica, 1861, p. 121-123

FIRENZE - "Berrà Giovanni di Torino, espose un piano-forte verticale, mezzo oblitivo, a 7 ottave, con cassa di palissandro, del prezzo di lire 800, ed altro del prezzo di lire 550. 11 meccanismo è sembrato francese : il suono è piuttosto buono, tantoché la Sezione opina che questo fabbricante debba essere mentovato con lode." Expo Firenze - Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861, Volume 2, 1861

PARIGI - "19. Berra (Jean), à Turin. - Piano à sept octaves." Catalogue général: Exposition Universelle de 1867 à Paris, Volume 1, 1867, p. 126

TORINO - "37 Berra Giovanni, via Cavour, N.° 11. pianoforti e modelli di meccanica." Rivista contemporanea nazionale italiana, 1868, p. 275

TORINO - "Berra Giovanni di Torino. Quantunque di questo fabbricatore non possa dirsi eguagliare i predetti, egli pure va lodato nelle tre qualità di Piano-forti presentate all'Esposizione per isveltezza di forme, per bastevole sonorità, e singolarmente per la mitezza del prezzo; e pei modelli de'suoi meccanismi. — Premio di II Classe." Rivista contemporanea, Volume 54, 1868, p. 93

TORINO - "95. Berra Giovanni, Torino. Due pianoforti verticale." Guida ufficiale della Esposizione industriale italiana in Milano nel ..., 1871, p. 63

TORINO - "Del resto questa industria, che si collega intimamente colla fabbricazione dei pianoforti e sembra fare con essa una cosa sola, non fiorirà tra noi se non allora che i pianoforti italiani saranno venuti in credito almeno in casa nostra; perchè la meccanica è lavoro paziente e minuzioso alla cui perfetta costruzione, meglio che l'opera d'un artefice intelligentissimo, gioverà, io credo, il concorso di più operai e la divisione del lavoro. D'artefici buoni anche in questo ramo ne abbiamo parecchi, e la stessa Esposizione, oltre il Maltarello e il sig. Giovanni Berra, di Torino ci offre saggi di meccaniche del Beferal e del Perotti, il quale ultimo è specialmente lodevole per aver presentata una varietà di sistemi, tutti ugualmente pronti ed esatti, fra i quali quello che fu posto in opera e che funziona da gran tempo conservandosi inalterabile nel Melopiano Caldera Brossa di Torino." Album dell'esposizione industriale italiana 1871 compilato dal prof. Ignazio ..., 1871, p. 159

TORINO - "Berra Giovanni, in Torino, via Cavour, N. 11, venne assegnato il diploma di secondo grado per la bella chiarezza dei suoni acuti nello strumento esposto.
L’armonio, quantunque sia uno strumento a tastiera, forma famiglia a parte dal pianoforte perchè il suono esce da laminette metalliche messe in moto dal vento di un mantice. L’armonio è un perfezionamento della fisarmonica tedesca che viene di Francia e data da pochi lustri." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della ..., 1871, p. 189-190

 OGGI

Ancora in prodizione in Cina, vedete PianofortiBergamini a Torino

 

Medaglia d'argento, Genova 1854 | Medaglia di bronzo, Torino 1858 | Elenco d'esposizione Firenze, 1861 | Elenco d'esposizione Parigi, 1867 | Diploma di secondo grado, Torino 1868 | Elenco d'esposizione Torino, 1884

 

CHIERCHIA Giuseppe

 

1850

Napoli ?

Negoziante e/o fabbricante di pianoforti ca. 1850

 
POZZI Giovanni Battista 1851

 

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc. [...] Gli organi sono rappresentati dai prodotti esposti da Mola Giuseppe, Tamburini e Migliorini, Adriano Verati, Marelli Giovanni, Vegezzi-Bossi, Pellandi Ottina, ecc. Aletti Carlo e Figli esposero un organo liturgico, Cornelio Ernesto un armonium e un piccolo organo, ecc" Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

 

"Chi desidera fare accordare il Pianoforte lo annunci prima di Lunedì 9 corr. Maggio al Sig. maestro Luigi Gandolfi. B. G. Pozzi, Fabbricatore Pianoforti Como—Treviglio." Il Grigione italiano, 06/05/1910, p. 3 (e-newspaperarchives.ch)

INFO EXTRA

F.lli Pozzi Treviglio, Treviglio Amarcord (virgi.altervista.org)

 

Treviglio (Bergamo)

Como

CASA PRINCIPALE : Viccolo Zanda (x1912)

a Treviglio

FILIALE : a Como

 

Fabbricante di pianoforti e piani a cilindro ca. 1851-1935; (⁷)(x1899)(*1932)(y1942)

Treviglio

POZZI Fratelli (**1891)(**1900)

1891 - "Nel 1851 in Treviglio fu istituita una fabbrica di piani a cilindro dal signor Giovanni Battista Pozzi, ora esercitata dai figli, sotto la ditta Pozzi fratelli; vi sono occupati 12 operai, e vi si eseguiscono anche lavori di riparazione." Annali di statistica, Il Ministero, 1891, p. 115

POZZI Franc[esco] & Fratelli (x1899), 'Fabbrica di pianoforti'

1900 - 12 operai (**1900)

POZZI Francesco & Fratelli (**1906)(x1906)

'Drehorgel- u. Piano-Fabrik' (x1906)

POZZI B. G. (1910)

POZZI Figli (??)

POZZI Franc[esco] & Fratelli (x1912), 'Drehorgel- u. Drehpiano-Fabrik'

POZZI Fratelli (*1932)

POZZI Battista fu Francesco (*1935)(y1942)

 'Fabbrica piani a cilindro' (y1942)

 

Elenco d'esposizione Milano, 1894

MALTARELLO Vincenzo

Due imagini di pianoforti in Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 84

1852  

.

MARCHE

MALTARELLO (¹⁰)
V. MALTARELLO (¹⁰)
ZWIKAO (¹⁰)
PFEIFER (¹⁰)

MALTARELLO
su questo sito


ESPOSIZIONI

BIOGRAFIA

Cliccate sui link qui sopra

 

Venezia, Rovigo (1852)

Vicenza

Venezia, Rovigo

via Seminario (xx1890)

Borgo Padova (x1906)(x1912)(*1929)(**1935)

a Vicenza

100 impiegati, 1878

150 piani per anno

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1852-1935 [dal 1852 o dal 1866 (x1912)]; (y1918)

Pianoforti a muro e pianoforti a coda (un modello come BOISSELOT in Francia, Marsiglia).

1869 - "Regio decreto che approva un nuovo statuto per la Società Vincenzo Maltarello e compagnia, Fabbrica nazionale di pianoforti in Vicenza, 24 dicembre 1869 " Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, Volume 25, 1869, p.xxi

MALTARELLO Vincenzo & Comp. (xxx1871)(**1889)(xx1890)

'Pianofabrik' (xx1890)(x1906)

1900 - "Sciopero degli operai nella fabbrica di pianoforti V. Maltarello. — Gli operai cottimisti si rifiutarono di lavorare perchè il proprietario voleva imporro una trattenuta del 25 per cento liquidabile dopo un anno, sulia loro mercede, ..." Statistica degli Scioperi Avvenuti in Italia, 1900, p. 96

MALTARELLO Vincenzo & Figli (x1912), 'Pianobauer u. -Händler'

Il primo in Italia (anche Carlo PEROTTI) con felt covered hammers. (⁷)

1914-21 - "PIANOFORTI. - La Ditta Vincenzo Maltarello (Vicenza) che, prima della guerra, produceva un notevole numero di pianoforti che esportava anche nelle Americhe, in Austria, in Germania, in Rumenia, in Tunisia, in Egitto, vide restringersi considerevolmente, in questi ultimi due anni, la propria produzione a causa, sopratutto dell'eccessivo costo della mano d'opera, della materia prima e della tassa di lusso applicata anche ai pianoforti.
Nel 1921 la produzione fu ridotta ad una cinquantina di pianoforti, dei quali meno della metà per esportazione.
Nel novembre 1921 la tassa di lusso fu abolita e subito l'industria ne risenti qualche vantaggio. Persistevano perd le difficoltà relative all'alto costo della mano d'opera e all'alto prezzo delle materie prime speciali, occorrenti per una lavorazione così delicata, e che in gran parte sono acquistate all'estero con rilevanti aggravi di spese doganali e di trasporto." Le industrie e i traffici della provincia di Vicenza negli anni 1914-1922, 1923, p. 127

MALTARELLO Luigi (**1935)

"Reale e Premiata Fabbrica du Pianoforti V. Maltarello & Figli (Casa fondata nel 1852) Vicenza - La Prima e la più importante d'Italia - I Pianoforti Maltarello per scavità e potenza di voce non hanno, in Italia, rivali, e gareggiano coi migliori delle Fabbriche Tedesche e Francesi. Catalogo Illustrato e Listino Prezzo a richiesta. Esportazione : Inghilterra - Austria - Romania - Africa - America." Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 84

BLOG

Vincenzo Maltarello & die königliche Klavierfabrik

 

Elenco d'esposizione Firenze, 1861 | Elenco d'esposizione Parigi, 1867 | Elenco d'esposizione Venezia, 1868 | Elenco d'esposizione Verona, 1868 | Elenco d'esposizione Trieste, 1871 | Elenco d'esposizione Milano, 1881 | Medaglia d'oro Arezzo, 1882 |  Medaglia d'argento Torino, 1884 | Elenco d'esposizione Bologna, 1888

 

ROESELER Carlo
| ROESLER

(ca. 1819 - 1899)(¹⁰)

 

 

Pianoforte sull'Esposizione 1858, Torino

 

 

 

 

Medaglia d'oro Torino, 1885

1852  

Pianoforte verticale ca. 1860-70, Sito 'Europeana'

TORINO - "1146. ROESELER Carlo, in Torino (via Borgo Nuovo, n° 17). Due piano-forti mezz'obbliqui, uno in palissandro
e un altro in mogano. - Altro a granda formato con isculture." Expo Torino 1858 Catalogo della sesta esposizione nazionale di Prodotti d'Industria nell' anno 1858, p. 188

TORINO - "Cinque sono gli espositori di pianoforti, Clotz-thibaux, Berra, Roeseler, Ajmonino e Verani. [...] del terzo, due sono mezzo obliqui, l'altro a grande formato con sculture." Rivista contemporanea, Volume 14, 1858, p. 301-302

TORINO - "CLOTZ-THIBAUX BARTOLOMEO in Torino. via San Lazzaro. n° 7 -- E. ROESELER CARLO in Torino, via Borgo Nuovo, n° 11 - PREMIATI con Menzione onorevole - Questi due abilissimi Fabbricanti di piano-forti, quantunque non sieno come i precedenti alta testa di grandissime fabbriche di questi strumenti, la loro specialità essendo principalmente di fare le riparazioni, hanno però ambidue presentato eccellenti e pregevoli prodotti. Il primo aveva un piano-forte di gran formato (Tav. XII), ed uno di formato ordinario, ambi due giudicati favorevolmente dagli intelligenti e dal pubblico; il secondo presentava tre piani, di cui due di formato ordinario metà-obliqui, uno dei quali venne rappresentato nelia Tav. XII, ed il terzo di grande formato, che furono trovati di dolcissimo ed aggradevole suono. Per quanto spetta al lavoro di ebanisteria, sia l'uno che l'altro di questi fabbricanti presentarono oggetti ben lavorati, di forme eleganti, e di molta aggiustatezza di ornamentazione." Expo Torino 1858, Album descrittivo della sesta esposizione nazionale di prodotti d'industria nell'anno 1858

TORINO - "Al sig. Roeseler Carlo, in Torino (1146). Egli è un eccellente artefice, ma la sua industria è ancor meno importante di quella del precedente esponente, poichè non fabbrica più di sei pianoforti all'anno. Fra i tre da lui esposti, ve ne era uno che la Commissione ritenne come uno dei più perfetti fra quelli esposti." Relazione dei giurati e giudizio della R. Camera di agricoltura e commercio, 1858, p. 286

TORINO - "[...] "il signor Roeseller [sic] che ne prepara 8 (piani) ogni anno." Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia ..., 1860, p. 259

TORINO - "Roeseler Carlo, Via Corso S. Maurizio, N.° 9. Piano-forti verticali." Rivista contemporanea nazionale italiana, 1868, p. 275

TORINO - "Roesler Carlo di Torino. Pel suo Piano-forte verticale, nel quale si riscontra solidità, sonorità ed eguaglianza non comune di voce, facilità di tastiera e sveltezza di forma. — Premio di I Classe." Rivista contemporanea, Volume 54, 1868, p. 93

 

Torino 17, contrada S. Lazzaro (1855)(¹⁰)

 11 [?], via Borgo Nuovo (*1858)

17, via Borgo Nuovo (1858-59)

42, via Borgo Nuovo (1865-67)(¹⁰)

9, via Corso San Maurizio (xx1868)

21, Corso San Maurizio (1868-77)(¹⁰)(xx1871)(*1871-72)

37, via Roma (1884-88)(¹⁰)(x1884)

61, Corso San Maurizio (1878)(¹⁰)(**1889)(x1889)(xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(y1918)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' verticali ca. 1852-1918 [dal 1852 (x1912)]; (⁵)

Carlo ROESELER è nato a Berlino (¹⁰)

'Roeseler Carlo de Vienne' (**1858)(*1859)

ROESELER CARLO Cav. (xx1890)(x1912)

'Piano- u. Mechanikenfabrik' (xx1890)

'Piano- u. Mechanikenfabrik, Piano-Handlung' (x1906)

'Fabbricante di pianoforti' (*1896)

Proprietario : C. GUIDAZIO (x1906)(x1912)

'Piano-Fabrik u. -Handlung' (x1912)


(il seguito)

TORINO - "Roeseler Carlo, a Torino - Per la fabbricazione lodevole ed eguaglianza di sonorità dei suoi pianoforti." Cronaca del traforo delle Alpi Cozie e memorie di Torino e Bardonecchia, 1871, p. 12 (digit.biblio.polito.it)

TORINO  - "Il Giurì ha fissato principalmente la sua attenzione sopra tre fra i migliori esponenti di pianoforte e dopo maturo esame e minutissime inchieste per determinare con severa ed equa imparzialità un giudizio, ha conferito ai signori Aymonino cav. Giacinto, in Torino, piazza Madama Cristina; e Roeseler Carlo, in Torino, viale San Maurizio, N. 21, il diploma di primo grado, per la buona e lodevole fabbricazione, l’eguaglianza di sonorità negli strumenti esposti e per l’importanza dei loro stabilimenti." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della Società promotrice dell'Industria nazionale, 1871, p. 188

PARIGI - "ROESELER. - Italie. - Pianos d’un facteur qui sait bien travailler; exécution soignée." Chouquet, Rapport sur les instruments de musiques à l'exposition universelle de 1878

PARIGI - "25. Roeseler Carlo, Torino. - Pianoforte verticale. - Pianoforte a coda. La fabbrica fu fondata nel 1852 : fa da 450 a 500 pianoforti all'anno, impiegando circa 70 oporai." Catalogo generale, Commissione reale italiana per l'Esposizione universale del 1878 in Parigi, 1878, p. 60

MILANO - "Anche il Roeseler per citare un'altra fabbrica torinese è accreditatissimo, specialmente pei suoi pianoforti verticali, dei quali ha esposto un saggio degno d'encomio." Il teatro Illustrato, Il salone Pompejano espozione Nazionale del 1881, 10/1881, p. 7

AREZZO - "Tornando all'elenco dei premiati, ecco come vennero assegnate le Medaglie d'oro :
[...] 6. Roeseler Carlo di Torino per pianoforti [...]" Arte e storia, 01/10/1882, p. 143

MELBOURNE - "COTTAGE PIANOS. [...] ROESLER [sic], Turin. — Trichord instrument, similar to Mola's. Third award." Official Record: Containing Introduction, History of Exhibition, Description ..., 1882, p. 51

TORINO - "1512. ROESELER Cav. Carlo, Torino. Solerte industriale e serio produttore, per la relativa bontà dei pianoforti esposti e per la perfetta costruzione delle meccaniche, come per la importanza commerciale della sua Casa." Esposiziona generale italiana, Torino, 1884, p. 25 (MuseoTorino.it)

TORINO - "70. Roeseler cav. Carlo, Torino. Per la bontà dei pianoforti esposti e per la perfetta costruzione delle meccaniche, come per la importanza commerciale della sua Casa." Camera di commercio ed arti, Torino, 1885, p. 10 (MuseoTorino.it)

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

TORINO - "Vi fu qui una buona esposizione di questi strumenti, che ha cultori intelligenti e solerti nella nostra città. Primo fra questi segnaliamo la vecchia Casa Roeseler, le quale, forte delle numerose onorificenze ricevute in tutte le esposizioni in cui concorse, si mise qui fuori concorso, contentandosi di mostrarsi con 6 tipi di piani, dalla voce limpada e sonora, dal tocco morbido e pastoso, che rappresentavano bene la fama della antica Casa, la quale potrà fra breve festeggiare il cinquantenario della sua fondazione." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 350 (MuseoTorino.it)

TORINO - "La fabbrica Roeseler Carlo fu fondata in Torino nell'anno 1852. Già dal suo inizio questa Casa si fece osservare per la bontà e per l'accurata confezione sei suoi strumenti. Ampliandosi, e aumentando sempre di importanza, in breve occupò uno dei primi posti nell'industria dei pianoforti. Oggi giorno la Ditta Roeseler impiega nei suoi vasti laboratorii 65 operai diretti dal capo-fabbrica Fea Antonio, e dall'amministratore generale della Ditta signor Guidazio. Questa Casa produce in media trecento pianoforti verticali per anno, distinti in sei modelli, a prezzi assai convenienti, e di qualità tutt'affatto superiore, acquistandosi rinomanza sopratutto per la lunga durata dei suoi strumenti, e per l'omogeneità ed aguaglianza della voce. Inoltre da trent'anni fabbrica nei suoi laboratori anche meccaniche, di cui prima si era tributari all'industria francese: e di queste ne fornisce anche ad altri fabbricanti. La fabbrica del sig. Carlo Roeseler fu varie volte premiata a tutte le Esposizioni italiane ed estere." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it) - Vedete FEA Antonio

 

Menzione onorevole Torino, 1858 | Medaglia di prima classe Torino, 1868 | Diploma di primo grado Torino, 1871 | Medaglia di bronzo Parigi, 1878 | Third award Melbourne, 1880 | Medaglia d'argento Milano, 1881 | Medaglia d'oro Arezzo, 1882 | Medaglia d'oro Torino, 1884 | Medaglia d'oro, Anversa, 1885 | Medaglia d'oro Torino, 1885 | Medaglia d'argento Palermo, 1891-92 | Elenco d'esposizione Milano, 1894 | Fuori concorso Torino, 1898 : parteci-pazione

 

STANGALINI Fratelli

Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 700

 

1856

 

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

TORINO - "Un'altra medaglia d'oro la ebbe il Colombo, con quattro pianoforti di modesta apparenza ma di squisita fattura e di ottima prova. Altri piani vedemmo qua e là che sarebbe lungo enumerare, come quelli a cilindro di Allasia, gli altri di Stangalini di Vercelli, e quelli di Govino che ebbero una medaglia d'argento." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 350 (MuseoTorino.it)

TORINO - "Altro espositore di pianoforti è lo Stangallini di Vercelli, il quale presenta a questa Mostra due buoni istrumenti. È da segnalare il fatto assai commendevole di questo coraggioso industriale, che impiantò in un piccolo centro, qual'è Vercelli, un'industria che sembrerebbe riservata soltanto alle grandi città." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

Vercelli (Torino)  

90, Corso Vittorio Emanuele (1886-87)(¹⁰)

via Felice Monaco (x1889)

7, Corso Vinzaglio (1888-89)(¹⁰)(x1889)

Corso Carlo Alberto (**1906)(x1906)

21, Corso Carlo Alberto (x1899)(x1912) (**1935)

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1856-1935 [dal 1860 (x1899) o dal 1856 (x1912)]; (y1918); (⁷)

STANGALINI Fratelli (1886-87)(¹⁰)

STANGALINI Giuseppe & Figlio (x1885)

STANGALINI Giuseppe (x1889), 'Fabbricante di pianoforte' a Vercelli

STANGALINI G[iuseppe] & Figli (1888-89)(¹⁰)(x1889)(xx1890)

'Pianohandlung' (xx1890)

STANGALINI Antonio fu Giuseppe (x1899)(x1906)(x1912)

'Premiata fabbrica di pianoforti e Piani a cilindro' (x1899)

'Drehorgelbauer, Musikal.-, Piano- u. Musikinstr.-Handlung' (x1912)

'Drehorgel- u. Pianobauer, -Händler, -Reparateur u. -Stimmer, führt auch Musikal. u. Saiten' (x1912)

STANGALINI Anacleto (**1935)

Medaglia di bronzo Torino, 1884 | Medaglia di bronzo Torino, 1885 | Elenco d'esposizione Milano, 1894  | Medaglia d'argento Torino, 1898

DOLCE Pasquale 1853  

Brevetto a Napoli, 1855 : " ( N.° 3641. ) Decreto con cui si concede privativa né' domimi di qua del Faro al Signor Pasquale Dolce per la costruzione di pianoforti verticali con novello meccanismo. [...] Art. 1. Concediamo al Signor Pasquale Dolce privilegio di anni cinque de'nostri reali dominii al di qua del Faro, a termini del decreto de'10 di marzo 1810 (il seguito )

 

Napoli ?

 

'Fabbricante di pianoforti' verticali e pianoforti a coda ca. 1853; (*1834)


(il seguito)

 provvisoriamente in vigore, per la costruzione di pianoforti verticali con novello meccanismo, giusta la descrizione depositata presso il real Istituto d'incoraggiamento, senza però impedire o arrecare pregiudizio agli altri metodi in uso o che vadano ad introdursi." Collezione delle leggi e decreti emanati nelle provincie, 1856, p. 527

VEDI ANCHE ..

... gli Archivi Teatro Napoli, per il brevetto con un disegno.

 

 
PITTALUGA Giuseppe Francesco
| PITALLUGA

(1795 - 1865)

 

 

1857  

CARTOLINA

MARCA

G. DECHSTEIN

"Fornitori di S.A.R. Il Principe Oddone - PITTALUGA E FIGLIO Cornigliano Ligure presso Genova
Fabbricanti di pianoforti ed armonii
Vendite - Affitti - Riparazioni ed accordature." (data ?)

"Pittaluga Giuseppe & Giovanni (Casa fondata nel 1818), unica fabbrica ligure di Pianoforti ed Armonium, Genova, v. Innoc. Frugoni 16 r., via della Pace, 18-20-22, Telefono 51-193; Genova-Sampierdarena, via Popolo d'Italia, 17 rosso, T. 41-017."  Annuario genovese guida amministrativa, commerciale, industriale e marittima ecc, 1936, p. 1640

 

Cornigliano (Ligure, Genova)

Sampier-darena (Genova)

16, Via Innocenzo Frugoni (yy1933)(y1936)

17-19, via C. Battisti (yy1933)

20-22, via della Pace (yy1933)

18-20-22, via della Pace (y1936)

20, via della Pace (*1939)

a Cornigliano (Ligure, Genova)

3, via Gioffredo Mameli (x1912)(*1922)

 17, r. via Gioffredo Mameli (*1929)(yy1933)(*1937)

17, via Popolo d'Italia (y1936)(*1939)

a Sampier-darena (Genova)

 

'Fabbricante di pianoforti' ed armonium ca. 1890-1947 [dal 1857 (x1912) o dal 1848 (y1936)]; (x1896)(y1947)

PITTALUGA & Figlio (1861)

PITTALUGA Stefano (x1889)(xx1890)(x1896)(x1906)(x1912)

'Fabbricante di pianoforti' (x1889)(x1896) a Cornigliano

'Pianofabrik u. Handlung' (xx1890)(x1906)(x1912)

PITTALUGA & Figli (x1912)(yy1933)

Proprietari : Fratelli PITTALUGA (x1912)

'Piano- u. Harmonium-Fabrik, auch Handlung mit Pianos, Harmonusm u. autom. Pianos' (x1912) a Sampierdarena

PITTALUGA Fratelli (*1939) - o - PITTALUGA Giusepe & Giovanni (yy1933)(*1939)

'Fabbrica di Pianoforti' (yy1933)

PITTALUGA Giuseppe & Giovanni (yy1933)(y1936)

'Fabbrica di pianoforti a Samperdarena' (yy1933)

'Fabbrica ligure di Pianoforti ed Armonium' (y1936)

PITTALUGA F. (*1937)

PITTALUGA Giuseppe & Giovanni (y1947)

TORINO - "Al sig. Pittaluga Giuseppe, in Corneliano (Genova) (1149).
Il suo armonium venne trovato sufficientemente buono, e dà a sperare che migliorando egli quella sua industria potrà competere coi prodotti esteri." Relazione dei giurati e giudizio della R. Camera di agricoltura e commercio, 1858, p. 286

Menzione onorevole Torino, 1858

MADONNA Raffaele 1858  

MADONNA
su questo sito

ESPOSIZIONI

Cliccate sul link qui sopra.

 

Napoli ?

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1858-71; (⁷)

VEDETE ANCHE ...

  'MADONNA' a Lecce.

Medaglia di argento maggiore 1870, Napoli

1860   1860 circa, Livorno é la città principale di Toscana della fabbricazione dei pianoforti.

Ma anche a Napoli sono venuto molti fabbricanti.

       

"Oggidì nella fabbricazione degli strumenti a tastiera ed a cilindro, che esige larghi capitali e smercio pronto, non possiamo metterci in concorrenza eoi fabbricatori viennesi, parigini ed inglesi; tuttavia a Torino, a Nizza, a Milano, a Vicenza, a Padova, a Bologna, a Firenze, a Napoli si costruiscono pianoforti di varie forme, che qualche volta reggono al confronto con quelli delle migliori fabbriche estere." Elementi di geografia dell'Italia: Con cenni storici e statistici', Amato Amati, 1860

 

 
AMENDOLA Antonio
| Antonius
1860  

Napoli 8, via Concordia (xx1890)(**1893)(*1895)(*1896)(*1897)

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1860-97; (⁷)(**1889)(**1893)(*1896)(*1897)

'Pianobauer u. Instr.-Handlung' (xx1890)

 
COPPI Federico 1860

Napoli  

5-[6], vico Freddo alla Pignasecca (xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1860-1910; (⁷)(*1896)(*1897)(³)

'Pianofabrik' (xx1890)(x1906)

NAPOLI - " [...] e pe' pianoforti verticali di grande formabile costruttore Federico Coppi." Istituto d 'incoraggiamento alle scienze naturali, economiche e tecnologiche di Napoli, 1885, p. 7

 

Elenco d'esposizione Napoli, 1885

 

CURCI Fratelli

 

1860  

 

Napoli  

16, vico lungo Trinita (*1893)

Piazzetta Trinità (1860)

6, vico Tre Re a Toledo (xx1890)(*1895)(x1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)(*1932)

58-59, Vico Tre Re a Toledo (x1906)

304-305, via Roma (*1922)

57, vico Tre Re a Toledo (**1933)

304, via Roma (y1935)(x1946)

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ed editori ca. 1860-1946; (⁷)

CURCI (*1893)

CURCI Fratelli (xx1890)(*1895)(*1903)(*1922)(*1929)(*1932)(**1933)(y1935)(x1946)

'Pianohandlung' (xx1890) - 'Negozio di pianoforti' (x1896)

'Piano- u. Harmonium-Handlung. Mechanische Pianos' (x1906)

Forse hanno solo venduto pianoforti, ma erano soprattutto consciuti per i loro edizioni.

MARCA

MOZART ??

 

 
D'AMBROSIO Antonio

 

 

1860  

TORINO - "D'Ambrosio Antonio - Napoli - Pianoforte verticale. In ogni tempo i fabbricanti napolitani di pianoforti hanno ritenuto che un forte dazio di entrata su’ piani provvenienti dall’ estero sarebbe stato sufficiente a proteggere la industria paesana ed a farla sviluppare. Senza ricordare qui quanto illogico sia il sistema dei dazi protettori, mi piace notare un fatto che prova come il regime doga­nale attuale, pel trattamento che fa ai pianoforti esteri, ha operato il prodigio di far sì che i nostri coraggiosi fabbricanti, sfidando bravamente la concorrenza estera, hanno escogitato tutti i mezzi per ottenere una fabbricazione più perfetta ed economica. Ed ecco che il temuto danno si è cambiato invece in beneficio, perchè, stimolando l’amor proprio de’ nostri fabbricanti, li ha fatti allontanare da quell’empirismo che predomina in certe nostre industrie e durerà sino a quando nuovi soldati delle lotte pacifiche del lavoro non entreranno in campo corredati di tutte le cognizioni teorico pratiche e produrre così istrumenti che possono de­gnamente lottare co’similari stranieri. Il sig. d’ Ambrosio, con la esposizione del suo piano vuole appunto dimostrare quanto possa la ferma volontà di produrre bene ed economicamente. Il suo pianoforte, costruito secondo i più recenti sistemi, risponde alle esigenze dell’arte musicale come istrumento, e come mobile all’ eleganza accoppia la solidità. La robustezza, la sonorità, l’uguaglianza della voce, e la morbidezza di tatto che presenta la tastiera sono i pregi principali del pianoforte esposto; e ad essi si accompagna la modicità del prezzo. Forse con provvide misure daziarie, tendenti principalmente ad esentare le materie prime inservienti alla fabbricazione de’ pianoforti, la industria potrebbe fare progressi anche più notevoli. Intanto, quello che è da considerare è appunto questo: che il D’ Ambrosio, malgrado i mille ostacoli incontrati, è riuscito ad attuare il suo programma, costruendo cioè un piano elegante, perfetto ed economico." Napoli all'Esposizione generale italiana in Torino nel 1884, p. 43-44

 

Napoli  

21, vico Tofa (xx1890)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)

256, via Roma (x1906)

45, Vico d'Afflitto (*1922)(**1933)(y1935)(*1937)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ed armonium ca. 1860-1937; (⁷)(*1896)(**1889)

D'AMBROSIO A[ntonio] (x1884)(**1889)(x1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)

'Pianofabrik' (xx1890)

'Fabbr. di pianoforti' (x1896)

D'AMBROSIO Giuseppe (x1906), 'Piano-Handlung'

D'AMBROSIO Antonio & Figlio (??)

D'AMBROSIO Fratelli (*1922)(**1933)

D'AMBROSIO Fratelli fu Antonio (y1935)(*1937)

TORINO - "D'AMBROSIO ANTONIO - Napoli - Pianoforte verticale. Mi piace notare a val d'uccello un fatto che prova senza dubbio il regime doganale del nostro paese, pel trattamento che fa ai pianoforti esteri, tale apatia ha operato il prodigio di farsi che i nostri coraggiosi fabbricanti, sfidando bravamente la concorrenza estera, hanno escogitato tutti i mezzi per ottenere una fabbricazione più perfetta ed economica. Ed ecco che il temuto danno si è cambiato invece in beneficio. Il d'Ambrosio con questo istrumento dimostra appunto quanto possa la ferma volontà di produrre bene ed economicamente. Il suo pianoforte costruito secondo i più recenti sistemi corrisponde realmente all'ideale, e malgrado i mille ostacoli incontrati, è riuscito ad attuare il suo programma, costruendo cioè un piano elegante, perfetto ed economico." Sulla Espozione Generale Italiana in Torino 1884, p. 55 (MuseoTorino.it)

 

Medaglia di bronzo Torino, 1884

D'AVENIA Luigi 

1860  

CAPO DI UNA FATTURA

Brevetto del "322. ATTESTATO di privativa industriale (18 giugno 1875 - Vol. 16, N. 90), per anni due, a datare dal 30 giugno 1875, rilasciato al signor D'Avenia Luigi, a Napoli, per un trovato che ha per titolo : Nuovo sistema di pianoforti - TAVOLA LXX. Le modificazioni arrecate al pianoforte giusta il nuovo sistema immaginato dal signor D'Avenia sono chiaramente indicate dal disegno.
La fig. 4 rappresenta lo scheletro, arpa o piattaforma dello strumento colle corrispondenti branche, il cui numero può essere di tre, come nella figura, o di più o di meno a piacere, unitamente al pancone, formando il tutto un pezzo solo. Questo scheletro, che può adattarsi tanto ai pianoforti a coda quanto verticali, nonchè ad ogni altra forma, sarà di ferro fuso o battuto o di diversi metalli insieme fusi, o in più pezzi fortemente riuniti tra loro, ed avrà, giusta la della figura, nella tavola curva traforato il nome dell'autore nel seguente modo: L. D'Avenia. Su questa piattaforma saranno collocate le corde sia incrocitae tra loro sia in linea relta od obbliqua con l'asse del pianoforte, sia in qualunque altro modo; ad ogni tasto potrà averne una, due, tre o quattro come meglio si crederà conveniente.
Nel pancone A A vi saranno praticati degli incastri pei cosi detti ginocchi, che tendono le corde, come quella che vedesi fissala in linea retta B C. 1 pezzi D poi sono freni sotto dei quali passano le corde per renderle più tese e ferme.
Lo scheletro in metallo costrutto a questo modo presenta il vantaggio di essere più solido ed inalterabile di quello fatto in legno, soggetto a mille alterazioni e pei continui mutamenti dell'atmosfera, e per altre accidentali cause.
La fig. 2 dimostra il profilo dell'appoggio delle corde sulla piattaforma.
Il pezzo A è il cosi detto ginocchio di metallo, che può essere di diverse forme, alla cui estremità B si avvolge la corda fermata in un foro. Questo ginocchio è situato nell'incastro del pancone E, e fa forza contro lo spigolo K, sul quale resta immobile per mezzo della vite a pressione C che s'invita nel pancone E.
Il pezzo D è il freno che corrisponde ai pezzi D della prima figura, sotto del quale passa la corda GG, che si tende a piacere sul petto del pancone nel punto F.
Il pezzo H è la spina, che poggia sulla tavola armonica, e su cui le punte di pressione della corda sono collocate a traverso di una piastra metallica, che le rende stabili ed incapaci di qualsiasi spostamento. E finalmente il pezzo I è un piuolo mobile di metallo a più facce, che s'incastra nella piattaforma dopo avergli avvolto attorno l'estremità della corda, fermandola in un buchetto, per darle la voluta e necessaria lunghezza. Questo sistema che sostituisce i piuoli, le punte e le grappie con le quali finora venivano fissate e tese le corde, presenta diversi vantaggi, tra i quali sono particolarmente a notarsi :
1° Che i punti d'appoggio nella piattaforma che servono a tendere le corde sono di metallo e non di legno, e quindi più solidi e meno soggetti a spostamenti.
2° Che non si va incontro allo insensibile ma pur continuato svolgimento delle grappie.
3° Che non vi è timore di cedimento alcuno del pancone.
4° Che finalmente lo strumento può essere facilmente accordato da qualsiasi persona.
La fig. 3 indica l'asta del martello che avrebbe nel suo centro la fenditura A A. In essa passa la colonnelta di legno o metallo B che si apre per metà in C e viene riunila per mezzo della vite D. Essa stringe nel punto E un cilindro di che si ravvisemetallo che sostiene l'asta del martello e che va nei fori F rivestiti di panno a pelle. Con questo mezzo si eviterebbero lanto le scatena ture che ora si verificano con la forchetta di metallo che sorregge l'asta del niartello, producendo striduli rumorosi, quanto 'inconveniente che il martello possa restare alle volte sospeso per l'ossidamento che avviene nei punti di contatto della forchetta. Il presente sistema con le sopradetle verifiche, oltre all'essere adattabile ad ogni specie di pianoforte a tastiera lo può anche essere per quelli costruiti a cilindro. Per rendere poi le vibrazioni delle corde più sonore, il D'Avenia ha immaginato di costruire la tavola di legno di castagno, invece di legno di abete, siccome comunemente usasi." Bollettino delle privative industriali del regno d'Italia, 1875, p. 405-406

INFO EXTRA

Marchio a segno distintivo di D'AVENIA a Napoli dal 1929
(dati.acs.beniculturali.it)

 

Napoli

45, via Settedolori (**1876)

78, via Costantonopoli (xx1890)(**1893)

Piazza Bellini (*1895)(*1896)(*1897)

(b) 38, vico San Pietro a Maiella (x1896)

(b) 40, via San Sebastiano (*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)

5, San Pietro a Maiella (***1900)

5-33, via San Pietro a Maiella (*1903)

55, via San Sebastiano (*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)

33, via San Pietro a Maiella (*1905)(*1906)(*1907)

3, via Tribunali (y1906)

Largo San-Nicola alla corita via Roma (*1909)(*1910)

367-338, via Roma (*1922)(*1929)

368, via roma (**1933)

69, via Roma (x1946)

 

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti e mandolini ca. 1860-1910; (⁵)(⁷)

1876 - "INVENZIONI E SCOVERTE : Pianoforte alla D'Avenia. - Invitati dall' egregio maestro Sig. Gennaro Tavassi, ci siamo recati alla Fabbrica di Pianoforti del Sig. Luigi D'Avenia alla Via Settedolori 45. [...] Ivi abbiamo ammirato un pianoforte a sistema di pressi ne , inventato dal detto Sig. D'Avenia, invenzione che ha meritato il plauso di tutta Europa, premiato con medaglia d' oro dal nostro Istituto d' Incoraggiamento, e che fa molto onore al giovane inventore, nostro concittadino che ne ha avuto la privativa. Tale invenzione consiste nell' aver sosti. tuito un sistema nuovo dei cosidetti pironi intorno a cui sono avvolte le corde, sistema che mercè un meccanismo bello ed ingegnosissimo rende il piano forte armoniosissimo e per nulla suscettibile a qualunque siasi gua. sto, essendovi le branche il pancone e la cordiera di un sol pezzo, e di metallo. Un bravo dunque al Sig. D'Avenia, valentissimo nella sua arte, e quando i nostri gentili lettori si porteranno di persona ad osservare quel capolavoro, che è visibile a tutti, converranno con noi che ogni lode nostra è sempre inferiore al merito dell'inventore." Lo lampo giornale elettreco pe ttutte, 13/04/1876, p. 2-3

D'AVENIA Luigi (**1876)(x1884)(**1889)(xx1890)(x1906)

 'Pianofabrik' (xx1890)

'Fabbr. di pianoforti' (x1896)

D'AVENIA Antonio (b)(x1896)(*1909)

'Piano- u. Harmonium-Fabrik' (x1906)

PARIGI - "19. D'Avenia Luigi, Napoli. - Pianoforte a coda." Catalogo generale, Commissione reale italiana per l'Esposizione universale del 1878 in Parigi, 1878, p. 60

TORINO - "D'AVENIA LUIGI - Napoli. - Pianoforte a coda. Più che elegante come mobile, perfettissimo come strumento, questo pianoforte fabbricato ed esposto dal signor d'Avenia, testimonia ancora una volta che a Napoli, malgrado le tante contrari eta ed i non pochi ostacoli che le tariffe daziarie municipali e le altre disposizioni, che sarebbe troppo lungo enumerare, frappongono allo svolgimento normale e tranquillo dell'industria manifattrice. Senonchè, oltre all'essere ammirevole come mobile e come istrumento, il pianoforte in parola venne costruito con sistema speciale, d'invenzione dell'autore. A differenza degli altri pianoforti che si fabbricano tutt'ora sia in Italia che all'estero, quello del signor d'Avenia ha la particolarità della spina (archetto) tutta di metallo ed ai pironi usuali, infissi sulla spina sono state sostituite viti metalliche a pressione. Il signor d'Avenia è riuscito cosi, raggiungendo lo scopo di avere un piano perfetto su tutte le regole, a costruire un istrumento che alla solidità, accoppia la eleganza, e la perfezione. Il ritrovato del suddetto fabbricante ha una grandissima importanza per coloro, che hanno a cuore il progresso dell'arte nel nostro bel paese, i quali potranno fare a meno distributare sincere lodi all'egregio inventore." Sulla Espozione Generale Italiana in Torino 1884, p. 54-55 (MuseoTorino.it)

TORINO - "D' AVENIA LUIGI — Napoli: Pianoforte a coda. Elegantissimo come mobile, perfetto come strumento, il pianoforte fabbricato ed esposto dal signor D’Avenia è là per testimoniare ancora una volta che a Napoli, malgrado le tante contrarietà ed i tanti ostacoli che le tariffe daziarie munici­pali e le disposizioni fiscali frappongono allo svolgimento normale e tranquillo dell’ industria manifattrice, la fabbricazione de’ pianoforti merita ancora il primato di un tempo. Senonchè, oltre all’ essere degno di ammirazione come mobile e come istrumento, il pianoforte di cui parlo è stato costruito con sistema speciale, di invenzione dell’autore. Infatti, a differenza degli altri pianoforti che attualmente si fabbricano in Italia ed all’Estero, quello del sig. D’Avenia ha la spina (archetto) tutta di metallo, ed ai pironi usuali, infissi sulla spina stessa sono state sostituite viti metalliche a pressione. In tal modo, pur raggiungendo lo scopo di avere un piano sonoro, armonico, robusto, il sig. D’Avenia è riuscito a costruire un istrumento che alla solidità accoppia l’eleganza, e la perfezione artistica. L’applicazione del ritrovato del sig. D'Avenia ha una importanza grandissima, e chi s’interessa del progresso artistico-industriale nel nostro paese non può non riconoscere che il sistema per la sua utilità, non tarderà a diffondersi tra' fabbricanti nazionali." Napoli all'Esposizione generale italiana in Torino nel 1884, p. 42 (MuseoTorino.it)

BOLOGNA - "N. 67. D'Avenia Luigi. Napoli. Un pianoforte verticale. Un pianoforte a mezza coda con nuovo sistema d' accordatura." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 110

BOLOGNA - "[...] e due pianoforti del D'Avenia di Napoli, il quale lia presentato di notevole un suo sistema di accordatura ed una innovazione nella meccanica dell'a coda. La corda si mette in tensione dalla parte opposta alla consueta. L'applicazione della chiave nelle caviglie speciali dalla parte della tastiera serve solo a ridurre la corda al punto esatto, cioè solamente per le piccole differenze. La meccanica pure, con un semplicissimo espediente, si avvicina al doppio scappamento dell'Erard." Gazzetta musicale di Milano, 07/10/1888, p. 372

PARIGI - "16. D’Avenia (Louis), à Naples, S. Pietro a Maiella, 5. — Pianos. Guitharpe. Mandolines." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 546 (archive.org)

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1878 | Medaglia di bronzo Torino, 1884 | Elenco d'esposizione Bologna 1888 | Medaglia di bronzo, Parigi, 1900

FALCONE Alessandro 1860 Napoli ?

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1860; (⁷)

 
FEDERICO Enrico & DEL GAIS Luigi 1860

PARIGI - "21. Federico, fratelli, Napoli. - Pianoforte (sistema Pleyel)." Catalogo generale, Commissione reale italiana per l'Esposizione universale del 1878 in Parigi, 1878, p. 60

Napoli  

100, Strada Speranzella (*1895)(*1896)(*1897)(y1906)

 

 

'Fabbricante di pianoforti ca. 1860-1906; (*1896)(*1897)(³)

FEDERICO Fratelli (*1896)(*1897)

VEDETE ANCHE ...

  DEL GAIS

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1878

MARCIANO Giuseppe 1860 Napoli  

39, Taverna Benta (xx1890)(*1895)(*1896)(*1897)

143, via Roma (x1896)

205, via Roma (*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)

49, Monte di Dio (x1906)

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1860-1910; (*1896)(*1897)(⁷)

'Pianobauer u. Händler' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

MARCIANO Angelo (x1906), 'Pianobauer u. Stimmer'

 
 

MARTELETTI
| MARTELLETTI

 

 

 

1860  

 

Casale Monferrato

Alba (Cuneo)

Alessandria

Biella

Pavia

 

CASA PRINCIPALE & FABBRICA :

31, via Giovanni Lanza (x1912)(*1929)

a Casale Monferrato

FILIALE : 4, via San Sebastiano (x1912)

a Alba

FILIALE : a Alessandria (x1906)(x1912)

FILIALE : a Biella (x1912)

FILIALE : 9, via Rocchetta (x1912)

a Pavia

 

 

Fabbricante di piani a cilindro ed organi ca. 1860-1932; (xx1890) [dal 1860 (x1912)]

Casale Monferrato

MARTELETTI B. (xx1890), 'Orgelbauer'

MARTELETTI Giuseppe (x1906)(x1912)

'Drehpiano- u. Drehorgelfabrik' (x1906)

 'Fabrik von Drehpianos u. elektromech. Pianos' (x1912)

MARTELETTI Fratelli (*1929)

MARTELETTI G. (*1932)

Alba

MARTELETTI Giuseppe (x1906)(x1912)

'Drehorgel- u. Drehpiano-Depot' (x1906)

'Drehorgel- u. Drehpiano-Niederlage' (x1912)

Alessandria

MARTELETTI Giuseppe (x1906), 'Drehorgel- u. Drehpiano-Depot'

Pavia

MARTELETTI Giuseppe (x1906)(x1912)

'Drehorgel- u. Drehpiano-Depot' (x1906)

'Drehpiano- u. Drehorgel-Niederlage' (x1912)

Direttore generale : Vittorio POUZANO (x1912)

 

 
 

NAPOLITANO Angelo & Giuseppe

 

1860 Napoli 2, vico Santa Maria a Toledo (*1895)(*1897)

612, Corso Vittorio Emanuele (x1896)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1860-97; (⁷)

NAPOLITANO A. (*1895)(x1896)(*1897)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

 

 
 

NUNNERI Luigi & successori
| NUMIERI

 

 

 

1860  

Brevetto del 1883 (?): "Nunneri Luigi, Napoli. — Pianoforti a sistro. Anni 5." Annuario scientifico ed industriale, 1883, p. 528

Brevetto del 1897 : "205, Nunneri Luigi, a Napoli, via Santa Chiara, n. 4, [...], Pianoforte con tastiera a trasposizione." Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia, Roma, Sabato 25 Marzo, 1899, p. 1175 (¹⁹)

TORINO - "NUNNERI LUIGI - Napoli - Pianoforte, Armonium e Sistro ad una sola tastiera, il primo fin oggi costruito e dotato di brevetto di invenzione. Benché la fabbricazione napoletana dei pianoforti, non può eguagliarsi a quella di altri paesi sia Nazionali che Esteri, purtuttavia non è seconda alle altre a riguardo del progresso nei sistemi ed alla perfezione della lavorazione oggi conseguito. Difatti uno studio pazientissimo ed amorevole sotto ogni rapporto ha finito con indurre l'espositore, ottimo ed intelligente operaio a migliorare il meccanismo del pianoforte ordinario col renderlo più perfetto, accoppiandolo ad altri strumenti, ed in tale emergenza il non comune ingegno del bravo fabbricante Nunneri Luigi da Napoli, inventò il simpatico e melodioso, che a ragione chiama, Armonicordo, perché angelicamente sviluppano le loro melodiche voci, tanto il pianoforte che l'armonium ed il sistro, mediante un'unica tastiera. L'armonicordo in parola sin dalla apertura della Mostra è stato da tutti ammirato, e posso dire con vera coscienza, che tal lavoro pel perfezionamento ed eleganza, può dimostrare al giurato ed al visitatore i suoi incontestabili pregi. Più che le mie parole posso assicurare che tanto l'Armonium che il Sistro dipendono da una sola tasti era e si possono riunire od isolare a piaci mento di chi suona, mediante un traspositore alla pedaliera, ottenendosi facilmente ed istantaneamente, con un piccolo movimento, un cambiamento degli strumenti. Auguro da parte mia al zelante e paziente operaio, la diffusione facile di tale suo lavoro e di continuare, come fa ora, a vie più inoltrarsi nel perfezionamento, onde rendersi benemerito col dare onore al suo paese ed alla patria tutta." Sulla Espozione Generale Italiana in Torino 1884, p. 48 (MuseoTorino.it)

TORINO - "NUNNERI LUIGI — Napoli. Armonicordo. La fabbricazione napolitana de’ pianoforti, se non può stare a pari di quella di altri paesi per im­portanza industriale, non è seconda arile altre per ciò che sia progresso ne’ sistemi e perfezione di lavorazione. Uno studio paziente, accurato, laborioso, sul meccanismo del pianoforte ordinario, e sul modo di renderlo più perfetto accoppiandolo ad altri istrumenti, ha finito col menare l’espositore alla costruzione del suo pianoforte che a giusta ragione chiama Armonicordo poiché mirabilmente sviluppano le loro melodiche voci il pianoforte l’harmonium ed il sistro mediante un’unica tastiera. Più che le mie parole, l’Armonicordo stesso, che sin dall’ apertura della Mostra è stato da tutti ammirato, può dimostrare al giurato ed al visitatore i suoi incontestabili pregi. A me basta il far notare che tanto l’ harmonium quanto il sistro dipendono da una sola tastiera e si possono riunire od isolare, a volontà di chi suona, mediante un traspositore alla pedaliera, ottenendosi con un piccolo movimento un cambiamento istantaneo degli strumenti. La tastiera ha sette ottave con due mantici per l’harmonium e due pedali pel pianoforte. Fratto del paziente lavoro di un bravo operaio, l’armonicordo ha incontrato moltissimo il favore delle persone dell’arte e del pubblico: la sua diffusione non dovrebbe esser difficile, massime se l’inventore continua, come fa ora, a propagare il semplice e perfetto metodo teorico-pratico composto dal suo coadiutore prof. Albin. Premii — Medaglia d’ oro di 1. Classe della Società Centrale Operaia Napoletana." Napoli all'Esposizione generale italiana in Torino nel 1884, p. 44-45

TORINO - "1509. Nunneri Luigi, Napoli. Entrambi per relativa valutazione nello stesso genere di fabbricazione, come per complessivo incremento commerciale." Esposiziona generale italiana, Torino, 1884, p. 25 (MuseoTorino.it)

VEDETE ANCHE ...

... un altro «NUNNERI & BRANCCI» a Napoli

 

Napoli  

4, via Santa Chiara [Corso Garibaldi] (*1893)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(**1899) (*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)

50, via San Sebastiano (x1906)(y1906)(*1922)

19, via Fogila a San Chiara (**1933)

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1860-1933; (⁷)(**1889)(*1896)(*1897)

NUNNERI Luigi & Figli (**1883)

NUNNERI L[uigi] (xx1890), 'Pianofabrik'

NUNNERI Luigi & Cia (x1896), 'Fabbr. di pianoforti'

NUNNERI Luigi & Figli (*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(y1906)(*1907)(*1909)(*1910)

'Piano- u. Harmonium-Fabrik u. Musikinstr.-Handlung' (x1906)

NUNNERI Alessandro (*1922)

'Fabbr. e ripar. di pianoforti, armonium. — Fond. 1867' (**1933)

1862 - "4149. Reassunto degli articoli di varii giornali che han parlato delle svariate invenzioni del signor Antonio Fummo. fabricante di piano-melodio. Sul piano-melodio a due tastiere. Sul piano-melodio ad una tastiera. Sul sistro. E su'i molini a machine. Premiato dal re d'Italia Vittorio Emmanuele. Napoli, Luigi di Domenico, 1862, 1 vol. in-8°." Catalogue de la bibliotheque de F. S. Fetis: acquise par l'Etat Belge, 1862, p. 496

1883 - "Agli amatori di musica potrà interessare l'armonicordo del sig. Nunneri di Napoli. È un pianoforte verticale ad una sola tastiera, che contiene in sè il suono del pianoforte, dell'harmonium e del sistro. Il suonatore, ottiene a volontà il suono dell'harmonium o del pianoforte colla semplice pressione del piede, mediante un semplice ed ingegnoso congegno. Con altro pedale si può ottenere il suono del sistro." Giornale di agricoltura, industria e commercio del regno d'Italia, 1883, p. 49

1887 - "Uno strumento musicale del Fabricante di Pianoforti, sig. Luigi Nunnari, nel quale, sono abilmente uniti, l'armonio, strumento più acconcio alle melodie, ed il pianoforte, che se non canta, riesce favorevole all'accompagnamento. La prima idea di questa unione fu del Cav. Fummo, ma i due strumenti erano congiunti , avendo due tastiere distinte, e non fusi insieme, come in una sintesi armonica , in guisa , che con facile movimento di piedi , si può dalla stessa tastiera , avere il suono del pianoforte o dell'armonio, che per mezzo di apposite chiavi, può dare il suono di strumenti diversi. Lo strumento del Nunnari non ancora portato alla perfezione con la quale fu presentato al nostro Istituto, fu all’Esposizione di Torino premiato con medaglia d'argento; e la nostra Accademia, che non solo n'ebbe relazione da apposita commissione, ma ne apprezzò l'effetto, udendolo sonare in sua presenza, dall'abile maestro Loforte, attribul al Nunnari la medaglia d'argento del grande conio accademico." Atti del R. Istituto d'Incoraggiamento di Napoli, 1887, p. 13

1887 - RAPPORTO sopra due strumenti musicali, uno del signor Luigi Nunneri e l'altro del signor Stefanelli, presentati all'Istituto di Incoraggiamento.
Parecchi anni or sono l'abile costruttore signor Fummo volendo unire al pianoforte, strumento che non canta, un' altro strumento più melodico, pose insieme in una cassa comune il pianoforte e l'armonio, con due tastiere distinte, ed obbligando il concertista ad un'incomodo lavoro, non solo coi piedi per dar fiato all'armonio, ma anche delle ginocchia.
Il signor Luigi Nunneri posteriormente pensò di fare una sintesi de' due strumenti invece di accozzarli insieme, dando al concertista una sola tastiera per sonarli di concerto o distintamente togliendogli il grave incomodo di lavorare con le ginocchia. Per mezzo di chiavi opportune l'armonio può dare diversi suoni, come di flauto, di clarino ecc. e riuscire quasi un'orchestra di piacevolissimo effetto. Vi ha aggiunto finalmente il sistro che può in momenti opportuni dare anche il suo aiuto.
Lo strumento del Nunneri elegantemente eseguito fece bella mostra di sè nel 1884 a Torino ove i giurati gli assegnarono in premio la medaglia d'argento quantunque i giurati napoletani si fossero trovati per la maggior parte assenti, pel colera che in quel tempo infieriva tra noi.
Quell' istrumento fu venduto , ed il Nunneri nel costruirne altri vi reco importanti perfezionamenti , per cui ha creduto presentarlo al nostro Istituto dove tutti i socii hanno avuto l'opportunità di provarne gli effetti , suonato dall'abile maestro Forte.
Dopo tuttocið la vostra commissione stima il lavoro del Nunneri meritevole d'incoraggiamento, proponendovi di concedergli la medaglia di argento del grande conio accademico. Venendo poi all'altro istrumento del signor Stefanelli, l'accademia ricorderà che altra volta concesse la piccola medaglia di bronzo ad un'armonio perfezionato dal signor Mongelluzzo. Ora il signor Stefanelli emendando parecchi difetti, che egli come abile concertista ha ravvisato nell'apparecchio Mongelluzzo, ha dato all'armonio una estensione per la quale si va dai bassi più profondi fino agli acuti più elevati. I bassi invece di funzionare come semplice arpeggio possono , costituire un vero accompagnamento dei tuoni più elevati come potrebbe farsi col pianoforte. Il meccanismo del Mongelluzzo è anche migliorato e l'effetto ci è sembrato meritevole di considerazione.
Lo Stefanelli, e pel merito della costruzione, e per l'abilità con cui suona il suo istrumento, che tra poco trasporterà in America ed altrove, ci è sembrato meritevole di essere incoraggiato con la medaglia di bronzo del grande conio accademico. E. SEMMOLA - F. VETERE - L. PALMIERI, relatore." Atti del R. Istituto d'Incoraggiamento di Napoli, 1887, p. 10

 

Medaglia d'argento Torino, 1884

RICK Giuseppe
| RIEK Josef
1860 Napoli  

57, via Concordia (xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(*1897)

56, vico Donnalbina (*1903)

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1860-1903; (*1896)(*1897)(⁵)(⁷)(³)

'Pianofabrik' (xx1890)

'Deposito di pianoforti' (*1903)

 
ERBA Luigi 1861  

Fortepiano verticale n° 1431 ca. 1875-99, Museo degli Strumenti Musicali, Castello Sforzesco, Milano, Italia

 

Milano 3, via Marino [gall. V. E., scala III] (**1870)(**1871)(y1871)(**1873)(**1879)(xx1880)(xx1882)

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1861-79

Luigi ERBA, maestro di pianoforte al Conservatorio Musicale di Milano, ebbe un magazzino di pianoforti, ma succeduto per RICORDI & FINZI (°1882) circa 1880 (¹⁵), qiu sotto

'Deposito di pianoforti' (**1873)

'Deposito per vendita e noleggio di pianoforti delle migliori fabbriche' (y1871)(xx1882)

'Pianoforti ed armonium' (xx1880)

 
REALI Fratelli 1861

 

FIRENZE - "8. FRATELLI REALI di Firenze. Due piano-forti Verticali." Catalogo dei prodotti naturali e industriali della Toscana presentati all ..., 1854, p. 128

FIRENZE - "SIGNORI FRATELLI REALI DI FIRENZE. - Dalla lor fabbrica, da poco tempo fondata, venivano presentati due piano-forli verticali secondo il modello di quelli di Pleyel; di cui l'uno avea la forma della cassa alla Pleyel, mentre l'altro alla Luigi XV ornata di mensole ed intagli. Comparivano elegantissimi all'esterno per disegno bene scelto, per l'esattezza con la quale la impiallacciatura era posta, e per il finito lavoro con che crano trattati gl' intagli riportati : inoltre possedevano dolcezza d'armonia, e qualità tali da eguagliare i piano-forti esteri del medesimo ordine. Il Consiglio, stimando che per le condizioni della nostra coltura possa questa industria ricevere ulteriore e grandissimo incremento e trovando nell' incipiente fabbricazione dei signori Reali elementi di prosperità, conferì loro il premio della Medaglia d'Argento." Rapporto generale della Pubblica Esposizione dei prodotti naturali e ..., Firenze, 1854, p. 149

FIRENZE - "2509. Reali Fratelli, Firenze. — Pianoforti, a coda e verticali." Atti officiali della Esposizione italiana agraria, industriale e artistica, 1861, p. 122

 

Firenze via Maggio (***1863)

9, Piazza San Felice (x1880)(x1889)(*1893)(*1895)(*1896)

1, Piazza Antinori (x1912)

 

'Fabbricante di pianoforti' verticale e a coda ca. 1861-96; (⁷)(x1860)

'Fabbrica di piani-Forti' (***1863)

'Fabbricanti di Pianforti' (x1880)

 'Fabbricatore di pianoforti' (*1896)

REALI Edoardo (x1912), 'Piano-Stimmer'


(il seguito)

FIRENZE - "4468. Reali fratelli, Firenze. — Tre Pianoforti, uno a coda e due verticali." Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale, 1862, p. 190

FIRENZE - "Fratelli Reali di Firenze, hanno esposto tre piano-forti verticali ; uno obliquo, con cassa di mogogon del prezzo di lire 850, uno retto con cassa di noce d'India, del prezzo di lire 580, l'altro con cassa di magogon. retto anch'esso e del medesimo prezzo. Questi strumenti, di buon aspetto e di prezzi moderati, se non sembrano alla Sezione elevarsi molto sopra alla mediocrità, meritano commercialmente una qualche considerazione." Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861, Volume 2, 1861

 

Medaglia d'Argento Firenze, 1854 | Elenco d'esposizione Firenze, 1861 | Elenco d'esposizione Parigi, 1867

MOLA Giuseppe

(1837 - 1928)(¹⁰)

Gazzetta letteraria, 18/06/1892, p. 200

Catalogo MOLA del 1898

Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 448

Catalogo MOLA inizio 1900

 

1862

 

PARIGI - "Il sig. Mola Giuseppe di Torino ebbe la menzione onorevole per un armonio di sua invenzione; e sta bene siano incoraggiali gli sforzi degli artisti per la invenzione e costruzione di uno strumento atto a sostituire vantaggiosamente i comuni armoni e melodi, bastardi strumenti che non hanno nè la dolcezza e la forza dei pianoforti, nè la potenza degli organi." L'Italia alla esposizione universale di Parigi nel 1867, rassegna critica, 1867, p. 348

PARIGI - "22. Mola (Joseph), à Turin. - Piano vertical." Catalogue général: Exposition Universelle de 1867 à Paris, Volume 1, 1867, p. 126

PARIGI - "Pianoforti verticali. - [...] Dei verticali nel dipartimento Italiano se ne rimarcava uno di Berra, uno di Mola e due di Marchisio tutti di Torino, tutti più o meno in cattivo stato poichè nessuno li curava." Il Pianoforte, guida pratica per costruttori, accordatori, etc., Sievers, 1868, p. 227

TORINO - "70 Mola Giuseppe, via Bellezia, N.° 4. Piano-forti ed armonium." Rivista contemporanea nazionale italiana, 1868, p. 276

TORINO - "Mola Giuseppe di Torino. Per l'Armonium, nel quale vennero da esso introdotti ira, portanti riforme nel meccanismo, per cui si ottiene con facilità un perfetto colorito: per forza e dolcezza di voce nei di* versi Registri di cui è fornito; e per l'eleganza e la finitezza delle intarsiature — Premio di I Classe. Pel Piano-forte del medesimo fabbricatore, che in modeste proporzioni non manca di quelle qualità che fanno presumere un notevole progresso in avvenire — Menzione onorevole." Rivista contemporanea, Volume 54, 1868, p. 94

MILANO - "[...] altri ne hanno esposto i signori Giovanni Berra, Luigi Mola di Torino, Carlo Stucchi, Carlo Roesler di Torino Giuseppe Ducci di Firenze. Il pianoforte del sig. Giuseppe Mola forse per la pessima situazione in cui si trovava, sebbene di gran formato, avea poca voce; meno ancora, e forse per la stessa ragione, ne aveano quelli del sig. Roeslier, le cui note basse appena si sentono; migliori sono quello dello Stucchi e i due del Ducci [...]" Album dell'esposizione industriale italiana 1871 compilato dal prof. Ignazio ..., 1871, p. 159

TORINO - "Nella costruzione di questi strumenti il signor Mola Giuseppe, in Torino, via di Po, N. 2, ottenne il diploma di primo grado per reccellenza del suo armonio aio registri, la bontà di quello a un solo e la mitezza dei prezzi de’ suoi strumenti. Prima di lasciare gli strumenti a tastiera ci corre l’obbligo di tenere parola del melopiano, nuovo istrumento inventato dal cav. Caldera e fabbricato nello speciale stabilimento del cav. Brossa in Torino, il quale istrumento, sebbene esposto tardi e fuori concorso, pure merita di essere in queste pa- gine registrato. Il melopiano è un pianoforte a suoni prolungati come quelli di un armonio, di un organo, colla differenza che lo sono a volontà dell’esecutore, e perciò ne nasce un misto di suoni brevi e suoni lunghi di effetto svariatissimo, piacevole e sorprendente. Il melopiano è una delle scoperte più importanti nella meccanica musicale dell’epoca nostra ; ed al Caldera ed al Brossa furono date lodi e dimostrazioni in Parigi, in Londra, in Nuova York, in Torino, in Milano e dappertutto dove si è saputo apprezzare codesta lodevolissima invenzione." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della Società promotrice dell'Industria nazionale, 1871, p. 189

TORINO - "Mola Giuseppe, a Torino - Per la buona fabbricazione ed eccellente impasto delle voci dei suoi armonici." Cronaca del traforo delle Alpi Cozie e memorie di Torino e Bardonecchia, 1871, p. 12 (digit.biblio.polito.it)

MILANO - "Nella costruzione di questi strumenti il signor Mola Giuseppe, in Torino, via di Po, N. 2, ottenne il diploma di primo grado per l’eccellenza del suo armonio, a 10 registri, la bontà di quello a un solo e la mitezza dei prezzi de’ suoi strumenti." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della ..., 1871, p. 189-190

VIENNA - "Giuseppe Mola di Torino, per pianoforte a corde incrociate, e pel grande armonium a 6 giuochi e mezzo, 24 registri, ed altro a 30 registri, pianoforte ed organetto." Gazzetta Musicale di Milano, 10/08/1873, p. 255

VIENNA - "Colla medaglia del Merito [...] Il sig. Mola Giuseppe di Torino, per pianoforte a corde incrociate e pel grande armonium a 6 giuochi e 1/2, 24 registri, ed altro a 30 registri, pianoforte ed organetto." L'Esposizione universale di Vienna del 1873 illustrata ..., 1873, p. 184

VIENNA - "Un uomo d’ingegno e operosissimo fabbricante di armonl, pianoforti e pianoforti a cilindro, Giuseppe Mola di Torino, benchè nessuno dei suoi lavori sia all'altezza richiesta oggidi, pure in considerazione della sua abilità artistico-industriale, e della buona costruzione di un grande armonio, ha ottenuto la Medaglia del Merito." Relazioni dei Giurati italiani sulla Esposizione universale di Vienna del ..., Giuria per la Esposizione universale di Vienna, 1873, p. 60

 

Torino

4, via Bellezia (xx1868)

Negozio : 2, via Po (1877-79)(¹⁰)(x1871)(xx1871)(*1871-72)(yy1871)

5, via San Secondo (*1871-72)

44, via Borgo Nuovo (1878-79)(¹⁰)

Negozio : 5, via Po (1878-1892)(¹⁰)(x1889)(xx1890)

25, via della Rocca (1880-84)(¹⁰)

Fabbrica : 82, via Nizza (1885)(¹⁰)(**1889)(xx1890)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)(*1903)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(*1913)(*1921)(*1929)

1bis, via Boncheron (*1937)

 

'Fabbricante di pianoforti', armoniflute, organi e armonium ca. 1862-1929 [dal 1862 (xx1890)(x1912)]; (⁵)(³)

Nato a Torino (¹⁰)

1876 : Croce della Corona d'Italia

MOLA Giuseppe Cav. (xx1890)(x1912)

'Fabrik von Pianos, Harmoniums, Drehpianos und Mechaniken' (xx1890)

'Fabrik von Pianos, Drehpianos, Mechaniken, Harmoniums, Du. Kirchenorgeln' (x1906)(x1912)

Succ. da BELLIS


(il seguito)

VIENNA - "4. G. Mola für Harmoniums, Pianos und Drehorgeln, letztere sogar mit gekreuztem Saitensystem, ein Beweis, dass das Steinway'sche System vollständig populär geworden ist." Musikalische Instrumente, [Expo Vienne], Oscar Paul, 1874, p. 72

VIENNA - "G. Mola Giuseppe, Torino. + Parigi.
- Pianoforte a corde incrociate, piastra e sbarra. di ferro, di gran dimensione.
- Grande armonium a 6 ginochi e ½, 24 registri, 3 ginocchiere, doppia tastiera e pedaliera.
- Armonium a 30 registri, 3 ginocchiere etastiera semplice e doppia all’uopo, con percussione.
- Pianoforte a cilindro con manovella.
- Organetto a 29 martelli portatile. [3073.]
" Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

VIENNA - "A loro onore ed incoraggiamento rammenteremo i nomi degli espositori che presentarono pianoforti migliori e melopiani, essi furono il Siever ed il Da Meglio di Napoli, Caldera e Brossa di Torino, Alessandroni di Roma ed il Mola e l’Aymonino di Torino i quali conseguirono la medaglia del merito. II Fusella di Torino ed il Giuliano di Napoli conseguirono pure il diploma di merito pei loro pianoforti a cilindro." L'Economista, 20 giugno 1875, p. 748 (Bess Digital Archive)

PARIGI - "Mélopiano Caldera ; piano à cordes croisées, d'une bonne sonorité." Esposizione a Parigi 1878

PARIGI - "MOLA. - Italie. - Pianos et harmoniums ; mélopiano Caldera ; piano à cordes croisées, d’une bonne sonorité." Chouquet, Rapport sur les instruments de musiques à l'exposition universelle de 1878

PARIGI - "24. Mola Giuseppe, Torino. — Un pianoforte. - Un armonium. Premiato nell'Esposizione universale di Parigi, 1867. — Medaglia di Merito nell'Esposizione universale di Vienna, 1873." Catalogo generale, Commissione reale italiana per l'Esposizione universale del 1878 in Parigi, 1878, p. 60

MELBOURNE - "3 ricompense per pianoforti, armonium e piani a cilindro[...]" e "[...] un pianoforte, un pianino a cilindro." Expo Melbourne 1880 (¹⁰)

MILANO - "Anche il Maltarello di Vicenza espose delle meccaniche di sua fabbricazione, e sappiamo pure di altri stabilimenti che tentano e ritentano di far tutto da sè soli: possiamo citare pel primo quello del Mola. Lo stabilimento Mola è l'unico in Italia, se non andiamo errati, fornito di un motore meccanico a vapore, per la lavorazione dei pianoforti a coda, verticali, a cilindro, per gli Harmoniams, ecc. Il Mola ha esposto nel salone Pompejano alcuni strumenti che gli fanno molto onore e dei quali costruì pure la meccanica." Il teatro Illustrato, Il salone Pompejano espozione Nazionale del 1881, 10/1881, p. 7

MELBOURNE - "COTTAGE PIANOS. [...] MOLA, Turin. - Cheap instrument; straight trichord, with French action. Third award." Official Record: Containing Introduction, History of Exhibition, Description ..., 1882, p. 51

TORINO - "Provini di meccaniche per pianoforti e forniture di bronzo e di ottone" Expo Torino 1884 (¹⁰)

BOLOGNA - "Un pianoforte verticale con esposizione di profili di meccaniche di propria lavorazione." Expo Bologna 1888 (¹⁰)

BOLOGNA - "N. 61. Mola G. Torino. Armonium da chiesa. - F. Biancani, rappresentante. Bologna." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 123

BOLOGNA - "Oltre ai pianoforti citati, ricordo il Mola che presenta un pianoforte verticale con esposizione di profili di meccaniche di propria lavorazione, il Volpi di Firenze ed il Dondi di Bologna." Gazzetta musicale di Milano, 07/10/1888, p. 372

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

TORINO - "Entrando nella Galleria dell'arte musicale a destra si eleva un elegante padiglione, dove si ammirano un pianoforte a coda, parecchi pianoforti verticali di vario modello, dalla severa forma usuale, a quella ornata in istile Luigi XV, e parecchi harmoniums di varie dimensioni. Questa ricca mostra è fatta dalla fabbrica del cav. Giuseppe Mola, il quale, per primo in Italia, dotò il suo stabilimento di un completo macchinario a vapore per la fabbricazione dei pianoforti, degli armonion, e degli organi da chiesa. La fabbrica Mola fu fondata nel 1851 per la produzione degli armonion (sua specialità, in cui rivaleggia colla produzione francese), e dei pianoforti da commercie. Questo stabilimento acquistò in seguito sempre maggior incremento, ed attualmente occupa oltre a 100 operai, coadiuvati da un macchinario completo posto in movimento da due forti motori a vapore. La Ditta Mola produce oltre a 500 istrumenti annualmente, esportandone la massima parte in Grecia, in Spagna e nell'America meridonale." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

PARIGI - "36 . Mola (G.), à Turin. — Pianos. Harmoniums Melongianos. Orgues d’église. Exportation." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 547 (archive.org)

LIEGE - "MOLA - Ce que nous avons dit de la maison Mola relativement à son harmonium nous dispense de nous étendre plus longuement sur sa fabrication de pianos." Expo 1905 Liège - Rapport [instruments de musique], par G. Dutreih ; Exposition universelle et internationale de Liège, 1905, Section française, Classe 17, 1909, p. 40 (gallica.bnf.fr)

Menzione di merito, Parigi, 1867 | Menzione onorevole Torino, 1868 | Diploma di primo grado Torino, 1871 | Medaglia di Merito Vienne, 1873 | Medaglia di bronzo Parigi, 1878 | Terzo premio Melbourne 1880 | Medaglia d'argento Milano, 1881 | Fuori concorso Torino 1884 | Elenco d'espozione Bologna, 1888 | Medaglia d'oro Palermo 1891-92 | Medaglia d'oro Genova, 1892 | Diploma d'onore Chicago, 1893 | Elenco d'esposizione Milano, 1894  | Medaglia d'argento Guatemala, 1897 | Gran Diploma d'onore Torino, 1898 | Elenco d'esposizione Liège, Belgio, 1905

 

DI DIEGO Luigi & Giuseppe

1866  

Lanciano (Chieti) ?

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1866; (⁷)

Successore di Quirino CIPOLLONE (°1810)

 
SITALIA Fratelli
| SITAGLIA
1866  

 

Torino 13, via Corte d'Appello (1886)(¹⁰)(x1889)(xx1890)(*1895)(x1896)(x1899)

 

'Fabbricante di pianoforti' a cilindro ca. 1866-99; (¹⁰)

'Specialità in affittamenti' (x1889)

'Drehpiano-Macher' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' & 'Fabbr. di organi e piani a cilindro' (x1896)

 

 
VOSGIEN Luigi 1867  

"Fabbrica di organetti a pianoforte con vendita, noleggi, accordazioni e riparazioni. VosgienLuigi, via Contado, 409-9." Guida di Novara coi suoi sobborghi ed aggregati per l'anno 1873, p. 296 (archive.org)

"OCCASIONE favorevole per Chiese È da vendere un grosso Pianoforle a manubrio, fatto costrurre appositamente per Chiese dalla rinomata fabbrica Vosgen di Novara sotto la direzione del Celebre prof. Calegari. Ha tre cilindri movibili a seconda del rito delle feste che possono occorrere. Le suonate sono tutte estratte dai più classici autori e di stile religioso secondo le decisioni della Curia Romana. É di tanta facilità nell'esecuzione che un bambino di 6 anni con pochissime nozioni potrebbe accompagnare qualunque Messa od altre funzioni religiose. Lo strumento resta depositato e visibile nel grande salone dei Pianoforti, della suddetta fabbrica in Novara via del Contado 209. Per informazioni o trattative rivolgersi al M. R. Laguzzi D. Giuseppe V. Parrocchiale (Novara) Mosezzo. Il prezzo è mudicissimo." L'avvisatore ecclesiastico in Savona, 1891, p. 300

 

Novara

Stresa

409-9, via Contado (***1870)(*1873)

209, via del Contado (***1891)

9, via Contado (**1889)(x1889)(xx1890)(x1896)(x1899)(*1912)

Corso Ticino San Agabio (*1912)

a Novara

Stresa

22 impiegati nel 1892

 

'Fabbrica di organetti a pianoforte' ca. 1867-1918;

'Fabbrica di organetti a pianoforte' (***1870)(*1873)

1876 - "In genere di pianoforti se ne fanno eccellenti a cilindro da Giuliano di Napoli e da Vosgien di Novara." Il Pianoforte, sua origine e sviluppo (contavole), e rassegna dell ..., 1876, p. 68

Novara

'Negozio di pianoforti' (x1889)

'Piano- u. Orgelhandlung' (xx1890)

VOSGIEN Carlo (*1912), 'ditta'

Seguito da  COLOMBO Luigi (*1912)(x1912)(y1918)

Stresa

'Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1912)

 

 
GORLI Giuseppe
| GORLA

 

 

1868  

MARCA

A. H. BLUTMANN

 

 

Como

Lecco

Milano

Chiasso, Svizzera

 

CASA PRINCIPALE :

661, Piazza Volta (yy1888)

7, Piazza Volta (x1896)

7, Piazza Alessandro Volta (x1899)(**1906)

13[a], Piazza Alessandro Volta (x1906)(x1912)

7, via C. Cattaneo (x1912)(*1921)

7, via Paolo Carcano (y1920)(*1929)(*1939)(y1939)(y1942)

15, via G. Castellini (*1939)(y1939)(y1942)

a Como

FILIALE :

6, Corso Vittorio Emanuele (y1920)

a Lecco

FILIALE : 40, Corso Porta Romana (*1929)

40, Corso Roma (19??)

a Milano

FILIALE :  20, via Vaccallo

a Chiasso, Svizzera

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1888-1939 [dal 1868 (x1912)(y1920)]; (⁷)(xx1890)

GORLI Giuseppe (x1896)(x1899)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

'Negozio di pianoforti e accordatura' (x1899)

GORLI Giosuè & Giuseppe (**1900)- Vedete anche GORLI Giosuè

1900 - "Fabbriche di pianoforti, armoniums ed organi da chiesa -In Como le ditte Gorli Giosuè e Gorli Giuseppe fabbricano pianoforti, che vendono nella provincia e nelle limitrofe; occupano 2 operai ciascuna ed impiegano legname indigeno, ri-traendo però le casse armoniche, le corde e le ferramenta dalla Germania, le tastiere dalle fabbriche di Torino e di Francia." Statistica Industriale, 1900, p. 634

GORLI Giuseppe (**1906)(x1906)

GORLI G[iuseppe] & Figli (x1912)(y1920)(*1921)

 'Fabrik von Pianos u. mech. Pianos mit Walzen, sowie Handlung mit Pianos, Harmoniums u. mech. u. autom. Pianos' (x1912)

GORLI Giuseppe & Figlio Vittorio (*1921)(*1929)(*1939)

GORLI G. & Figli (y1939)(y1942)

PUBBLICITÀ

Manuale della provincia di Como per l'anno 1920, p. 250

 

 
GIACCHETTI Giuseppe
| GIACHETTI
1869 Cigliano (Vercelli) ?

 

'Fabbricante di pianoforti' e pianoforti-organo ca. 1869-1936; (⁷)

GIACCHETTI Luigi (xx1890), 'Pianobauer'

'Fabbrica di pianoforti a cilindro' (x1899)

'Drehorgel- u. Drehpiano-Macher' (x1906)

 

 
1870    

230 costruttori italiani in 1870

 
       

Il numero dei piani che sono costruiti in Inghilterra, in Germania ed in Francia era vacillati rispetto all'Italia.

 

 
CESSATA Michele 1870 Milano ?

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1870; (⁵) (⁷)

 

 
GRIMM Rodolfo
| GRIMM Rudolph | GRÜMM
1870  

Brevetto di 1864 (?): "Grimm R. fabbricante di pianoforti a Milano. - Nuovo meccanismo per rendere più armonica la voce nei pianoforti verticali negli acuti." Annuario scientifico ed industriale, 1870, p. 521 (archive.org) - "18. 27 agosto 1870. Attestato di prolungamento a tutto il 30 settembre 1873 della privativa rilasciata al signor GRIMM Rodolfo, fabbricante di pianoforti a Milano. – Nuovo meccanismo per rendere più armonica la voce nei pianoforti verticali negli acuti." Annali del R. Museo industriale italiano, 1870, p. 292 -

Vedete anche Stefano ABATE contro il brevetto di Rodolfo GRIMM : Gazzetta de' tribunali: ossia raccolta di sentenze con note ed osservazioni ..., 1870, p. 233-234

MILANO - "Un buon pianoforte, di voce robustissima, di costruzione alla prussiana, e assai bello ed elegante anche come mobile, ha esposto il signor Rodolfo Grimm di Milano; [...]" Album dell'esposizione industriale italiana 1871 compilato dal prof. Ignazio ..., 1871, p. 159

MILANO - "89. Grimm Rodolfo, Milano. Pianoforte verticale." Guida ufficiale della Esposizione industriale italiana in Milano nel ..., 1871, p. 63

 

Milano 91, Corso P. Romana (**1871)(y1871)

1, fuori P. Garibaldi (**1873)(**1879)

6, viale Porta Garibaldi (xx1882)(xx1884)(**1886)(x1888)(x1889)

Deposito : Piazza Duomo, portici sententr., Scala I (**1879)(xx1882)(**1886)

viale Porta Garibaldi (*1893)

50 impiegati e 300 piani per anno nel 1875

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1870-93; (⁷)

'Fabbrica premiata di pianoforti' (y1871)(xx1882)

'Fabbricatore di pianoforti' (**1873)

GRIMM Adolfo [sic] (xx1884)(x1888)

GRIMM Rodolfo & Cia (xx1882)(**1886)

'Fabbricatore' (xx1884)(x1888)

GRIMM Rodolfo (x1889), 'Fabbricante di pianoforti' & 'Negozio di pianoforti'


(il seguito)

MILANO - "Fornitore della Real Casa di S. A. R. il Principe Umberto. La medesima fabbrica venne ultimamente premiata con la medaglia alla esposizione artistica industriale de Lago Maggiore." Il lago Maggiore e suoi dintorni, Luigi Boniforti, 1871

MILANO - "Grümm Rodolfo, Milano - Per l'elegante lavoro del suo pianoforte verticale, per la solida costruzione ed il buon suono." Album dell'esposizione industriale italiana 1871 compilato dal prof. Ignazio ..., 1871, p. 279

VIENNA - "Fra gli espositori italiani bisogna citare Rodolfo Grimm di Milano, e l'ingegnere Roncalli di Bergamo col Melografo elettro-chimico. È un istrumento col quale si dovrebbe suonare e scrivere nel tempo stesso la musica; dico si dovrebbe, perchè non ho veduto lo strumento alla prova." Gazzetta Musicale di Milano, 10/08/1873, p. 255

VIENNA - "8. Grimm Rodolfo, Milano. - Pianoforte verticale grande. - Pianoforte verticale piccolo. [3085.]" Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

MILANO - "Nel novero degli egregi fabbricatori va posto il Grimm, il quale s'attiene costantemente al sistema prussiano, tanto favorevole alla sonorità dello strumento." Il teatro Illustrato, Il salone Pompejano espozione Nazionale del 1881, 10/1881, p. 7

 

Elenco d'espozione Milano, 1871 | Elenco d'esposizione Vienna, 1873 | Elenco d'espozione Milano, 1881

 

LA GRASSA Giuseppe & Pietro

 

1870 Palermo, Sicilia ?

'Fabbricante di pianoforti' ed organi ca. 1870; (⁷)

 
MAGRINI Luigi 1870  

Pianoforte verticale ca. 1900-02, Civico Museo Teatrale Fondazione Carlo Schmidl, Trieste, Italia
Pianoforte verticale ca. 1908,
Museo del grado di Spalato, Repubblica Ceca
Pianoforte verticale ca. 1915,
Museo della Città Vecchia a Hvar, Repubblica Ceca

PARIGI - "33. Magrini L. Dépôt de pianos. Trieste. — Piano. (1168.)" Catalogue des exposants: Section d'Autriche ; Exposition universelle de 1878, p. 20

PUBBLICITÀ

in Guida Generale, 1906, p. 1 (ino.unipu.hr)

Trieste

Gorizia

Graz (Austria)

 

CASA PRINCIPALE : 1, Piazza Gadola (*1870)

13, via San Nicolò (y1875)(y1876)

19, via Corso (y1877)

10, via Posta (y1878)(x1879)

9, via San Giovanni (y1879)

21, via Corso (y1880)

1, via Piazza Piccola (xx1890)

via piazza Piccolo (*1903)(*1905)(*1907)

2, via San Giovanni (y1904)(x1906)(*1909)

12, via Corso (y1907)

Fabbrica : 16, via Casimiro Donadoni (x1912)

Ufficio e negozio : 14, via San Giovanni (x1912)

14, via M. R. Imbriani (y1940)

a Trieste

FILIALE : 1, via Alvarez (x1912)

a Gorizia

FILIALE : 29, Radetzkystrasse (x1912)

a Graz (Austria)

 

totale 3400 nel 1920

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1870-1940 [dal 1870 (x1912)]; (⁷)

MAGRINI L[uigi], 'dépôt de pianos' (y1875)(y1876)(y1877)(**1878)(x1878)(y1878)(y1879)(y1880)

'Pianoforti, Deposito e Nolo' (y1875)(y1876)(y1877)(y1878) - 'Klavierhändler' (x1879) & 'Accordatore di pianoforti' (y1880)

MAGRINI E. (xx1890), 'Streichinstrumenten-Macher' (xx1890)

MAGRINI E. & Cia (*1903)(*1905)(*1907)(*1909)

Proprietario : Theodor MAGRINI (x1906), 'Piano-Fabrik' a Trieste

MAGRINI L. & Figlio (x1906)(y1907)(x1912)

Proprietario Trieste : Theodor & Hugo MAGRINI (x1912), Prok.: Theodor Costantini, 'Klavier-Fabrik, auch Orchestrion-, Klavier- u. Harmonium-Handlung' a  Trieste

Proprietario Gorizia : Rosa MAGRINI (x1912), 'Klavier u. Harmonium-Handlung' a Gorizia

Seguito da Mazzino COZZI & Giusto FURLAN (y1940)

VEDETE ANCHE ...

altri fabbricanti con il nome MAGRINI

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1878

 OLDANI Giovanni 1870  

INFO EXTRA

Sito ufficiale

 

Novara  

10, via Beltrami (?)

 

I piani a cilindro, gli organi a manovella e pianoforti ca. 1870  
PEROTTI Carlo

 

 

1870

 

MARCA

P. CHARLES

MILANO - "Del resto questa industria, che si collega intimamente colla fabbricazione dei pianoforti e sembra fare con essa una cosa sola, non fiorirà tra noi se non allora che i pianoforti italiani saranno venuti in credito almeno in casa nostra; perchè la meccanica è lavoro paziente e minuzioso alla cui perfetta costruzione, meglio che l'opera d'un artefice intelligentissimo, gioverà, io credo, il concorso di più operai e la divisione del lavoro. D'artefici buoni anche in questo ramo ne abbiamo parecchi, e la stessa Esposizione, oltre il Maltarello e il sig. Giovanni Berra, di Torino ci offre saggi di meccaniche del Beferal e del Perotti, il quale ultimo è specialmente lodevole per aver presentata una varietà di sistemi, tutti ugualmente pronti ed esatti, fra i quali quello che fu posto in opera e che funziona da gran tempo conservandosi inalterabile nel Melopiano Caldera Brossa di Torino." Album dell'esposizione industriale italiana 1871 compilato dal prof. Ignazio ..., 1871, p. 159

TORINO - "Lo svilupparsi della fabbricazione dei pianoforti e dei melopiani ha suggerito l’idea di esercitare a parte il ramo delle meccaniche sì degli uni che degli altri strumenti: così al signor Perotti Carlo, in Torino, stradale di Nizza, N. 9, fabbricante di meccaniche per pianoforti e per melopiani, u aggiudicata la menzione onorevole a motivo della solidità e dell’accuratezza delle meccaniche esposte." Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della ..., 1871, p. 189-190

VIENNA - "L'unico fabbricante di profili, e di meccaniche per pianoforti e melopiani presentatosi a questa Esposizione, è un tale Carlo Perotti di Torino. Ancorchè i suoi lavori siano imperfetti, e non possano quindi sostenere vantaggiosamente il confronto con quelli esposti dai grandi e provetti fabbricanti in questo genere, tanto francesi quanto austriaci ed alemanni, pure bisognerebbe incoraggiare il Perotti ad accrescere e perfezionare questa importantissima industria in Italia, senza di che la fabbricazione nazionale dei pianoforti non potrà mai emanciparsi dalla concorrenza estera. Perotti occupa digià dieci operai nella sua nascente fabbrica. Se egli ne avesse i mezzi, aumenterebbe il numero dei lavoranti suoi; ed è da ciò appunto che dipende il miglioramento e la perfezione dei pianoforti. Poichè, la fabbricazione di ogni singolo pezzo di uno strumento richiedendo una esattezza straordinaria, fa d'uopo avere delle centinaia di operai speciali come per l'orologeria, onde poter costruire dei pianoforti di primissimo ordine." Relazioni dei Giurati Italiani Sulla Esposizione Universale di Vienna, 1873, p. 59

VIENNA - "Sonvi è vero fabbriche a Napoli e Torino, ma siccome queste ritirano da Parigi e Vienna quasi tutte le forniture di essi, feltro, profili, corde, armature di ferro, ec., perciò le nostrali non si possono dire propriamente fabbriche. Uno solo fu il fabbricante di profili e di meccaniche per pianoforti e melopiani che si presentò all’esposizione; il Perotti di Torino.
I suoi lavori però erano un nulla a petto di quelli presentati dagli espositori di altre nazioni, cosicché niuno fra gli italiani ottenne la meda-daglia del progresso in questo ramo d’industria." L'Economista,
20 giugno 1875
, p. 748
(Bess Digital Archive)

AREZZO - "Perotti occupa digià dieci operai nella sua nascente fabbrica. Se egli ne avesse i mezzi, aumenterebbe il numero dei lavoranti suoi; ed è da ciò appunto che dipende il miglioramento e la perfezione dei pianoforti. Poichè, la fabbricazione di ogni singolo pezzo di uno strumento richiedendo una esattezza straordinaria, fa d’uopo avere delle centinaia di operai speciali come per l’ orologeria, onde poter costruire dei pianoforti di primissimo ordine.
"Perotti Carlo di Torino per profili e meccaniche da pianoforte." Expo Arezzo, 1882, in Arte e storia, 1882, p. 139

AREZZO - "Tornando all'elenco dei premiati, ecco come vennero assegnate le Medaglie d'oro : [...]
3. Perotti Carlo di Torino per profili e meccaniche da pianoforte [...]" Arte e storia, 01/10/1882, p. 143

Torino 9, stradale di Nizza (x1871)

Fabbrica : via Marocchetti (**1889)

41, via Marochetti (x1896)

Negozio : [8], via Ormea (**1889)(xx1890)

Negozio : 41, via Ormea Galliari (x1906)

Negozio : 29, angelo via Ormea e via Galliari (1879-99)(¹⁰)(x1889)(xx1890)(*1893)(*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(*1921)

11, via Ormea (x1899)

Fabbrica : via Canova (**1889)(x1906)(x1912)

Fabbrica : 41, via Marocchetti (1889)(¹⁰)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)

 

'Fabbricante di pianoforti' verticali ca. 1870-1921 [dal 1870 (x1906)(x1912)]; (³)

'Inventore di una macchina per la fabbricazione dei martelli' (⁸)

Il primo in Italia (anche MALTARELLO) con 'felt covered hammers' (¹⁰)

'Fabrik von Pianos, Drehpianos u. Mechaniken, Handlung mit Pianos u. Harmoniums' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' (x1899)

'Fabrik von Pianos, Drehpianos u. Mechaniken, sowie Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1906)(x1912)

'Fabbricante et negoziante di pianoforti' (*1921)


(il seguito)

ANVERSA - "76. Perotti Carlo, Torino. Un pianoforte a corde rette, con meccanica e tastiera, fabbricato nel proprio stabilimento. - Dodici profili di meccaniche per pianoforti a coda, verticali e per melopiani. - Martelletti filtrati con macchina speciale. Premiati alle Esposizioni di Torino del 1871 con menzione onorevole e nello stesso anno a Forli con medglia d'argento, musicale di Arezzo del 1882 con medaglia d'oro del Ministero d'agricoltura, industria e commercio, di Torino del 1881 con madalia d'argento. Ha introdotto in Italia l'industria dei martellatti filtrati, fornendoli ora alle altre fabbriche italiane. Nel suo stabilmento lavorano da quaranta a cinquanta operai." Sezione industriale italiana: catalogo generale, Esposizione universale di ..., 1885, p. 170-171

BOLOGNA - "Vetrina splendida tutta di meccaniche da pianoforte. Vi è collezione completa, vi sono profili di meccaniche diverse, una esposizione del processo di lavorazione delle meccaniche, una meccanica di verticale finita, tutto di una precisione ed esattezza ammirabile. Ed è solo peccato non vi sia un esempio di meccanica a doppio scappamento." Expo Bologna, 1888 (¹⁰)

BOLOGNA - "Il Perotti di Torino ha presentato una vetrina splendida tutta di meccaniche da pianoforte. Vi è collezione completa, vi sono profili di meccaniche diverse , una esposizione del processo di lavorazione delle meccaniche, una meccanica da verticale finita, tutto di una precisione ed esattezza ammirabile. Ed è solo peccato non vi sia un esempio di meccanica a doppio scappamento. Queste in ristretto le cose che a mio parere specialmente emergono nella sezione dei pianoforti ; ad altra corrispondenza di altri istrumenti." Gazzetta musicale di Milano, 07/10/1888, p. 372

BOLOGNA - "N. 69. Perotti cav. Carlo. Torino. Tre pianoforti verticali." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 110

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

TORINO - "Anche Carlo Perotti non volle mettere a concorso i suoi piani di cui presentò quattro tipi elegantissimi e belli per cassa esterna e per ornamentazioni estetiche, non smentiti dalla bontà dei martelli e dalle corde che si porterono valutare in alcune esercitazioni e prove fatte davanti a buon pubblico." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 350 (MuseoTorino.it)

TORINO - "La fabbrica del cav. Carlo Perotti fu fondata nel 1870, rilevando i laboratori della Ditta Brossa in via di liquidazione. Sistemo il suo opificio e per sottrarsi dalla dipenza straniera per le meccaniche imprese a fabbricarle su vasta scala, ed all'uopo inventò une macchina per ottenere i martelli feltrati con velocità cinque volte maggiore di quella che si usava prima manualmente, e con un' esattezza, uniformità e pulitezza che prima era impossibile ottenere. Pomendo tutte le sue cure nella scelta dei legnami e nell' applicazione di tutte le innovazioni, che il progresso portava nella confezione dei pianoforti, riusci a produrre degli strumenti assai apprezzabili e ricercati. Egli ora impiega nei suoi vasti laboratori da 50 a 60 operai diretti dai capi Olivero Giovanni e Quartero Felice, e produce annualmente 250 pianoforti, oltre alle meccaniche, martelli e tastiere che fornisce ad altri fabbricanti, anche fuori di Torino." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

 

Medaglia di bronzo Forlì, 1871 |
Elenco d'esposizione Milano, 1871 | Menzione onorevole Torino, 1871 | Diploma del Museo Industriale, 1872 | Elenco d'esposizione, Vienna, 1873 | Medaglia d'argento Milano, 1881 | Medaglia d'oro Arezzo, 1882 |
Medaglia d'argento Torino, 1884 | Medaglia di argento Anversa, 1885 | Medaglia d'argento Torino, 1885 |
Elenco d'esposizione Bologna, 1888
| Medaglia d'argento Palermo, 1891-92 |
Elenco d'esposizione Milano, 1894 | Elenco d'esposizione fuori concorso Torino, 1898

RATTI Emilio 1870  

"Ratti Emilio, fabbrica, noleggia ed accorda piano-forti, piazza Galline 3."  Guida di Milano Per L' Anno 1870, 1870, p. 798 (archive.org)

"Emilio Ratti, Fabbricatore, aggiustatore ed accordatore di pianoforti e di armonium." Il lago Maggiore e suoi dintorni, Luigi Boniforti, 1871

"Ratti Emilio - via S. Paolo, 19. Fabbricatore di piano-forti, premiato con medaglia d'oro [dal governo con privilegio] e d'argento all'Esposizione [nazionale] di Milano, 1881. Privilegiato dal R. Governo; vendita, cambio, noleggio, riparazioni e accordatore." Guida di Milano, 1884, p. 351 -  Guida di Milano, 1888, p. 387

 

Milano 3, Piazza Galline (**1870)(**1871)(y1871)

21, via San Paolo (*1871)(**1873)(**1879)(xx1880)

19, via San Paolo (xx1882)(xx1884)(**1886)(x1888)(**1889)(x1889)(xx1890)(*1893)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)

'Fabbricante di pianoforti' ed organi ca. 1870-99; (⁷)

 'Fabbricatore di pianoforti' (**1873)

RATTI Emilio (xx1882)(xx1884)(xx1890)

'Fabbrica, noleggia ed accorda piano-forti' (y1871)

'Fabb. e Negozio di Pianoforti ed armonium' (xx1880)

'Fabbrica, noleggia ed accorda pianoforti e fabbrica harmonium' (xx1882)

'Fabbricatore di piano-forti' (xx1884)(x1888)

'Fabbicante di pianoforti' & 'Negozio di pianoforti' (x1889)

'Pianohandlung' (xx1890)

'Fabbrica di pianoforti e noleggio' (x1896)(x1899)

RATTI Fratelli a Alzate Brianza (1909) ??

Medaglia d'oro e d'argento, Milano, 1881

 

SOCIN Fidel
|
SOCIN Fedele

 

1870  

VEDETE ANCHE ...

SOCIN a Meran, Austria

INFO EXTRA

La fabbrica di fisarmoniche e armonium «Fidel Socin»

Casa principale a Bolzano

Meran (Tirol), Austria

CASA PRINCIPALE : 32, Fleischgasse (xx1890)

10-10a, Kaiserin-Elisabeth-Strasse (x1912)

10-12, via Regina Elena (*1929)

a Bolzano

FILIALE : 177 [o 117], Wasserlauben (x1906)(x1912)

a Meran

'Fabbrica di pianoforti' ed anche armoniche ed armonium ca. 1870-1912 [dal 1870 (xx1890) o dal 1871 (x1912)]

'Fabrik von Harmoniums, Harmonikas u. Pianohandlung' (xx1890)

1912 - Prok.: Rüdiger SOCIN (x1912), 'K. K. priv. Spezialfabrik für Akkordeons, Konzertinas, Bandoneons, sowie Harmoniums; auch Klavier- u. Saiteninstr.-Handlung'

CAPO DI UNA FATTURA

 
GIULIANO Vittorio
| GIULIANI
1873

 

VIENNA - "V. Giuliano da Napoli, per pianino a cilindro." Gazzetta Musicale di Milano, 10/08/1873, p. 255

VIENNA - "I pianoforti a cilindro di Francesco Fusella di Torino, e quelli della Ditta Giuliano di Napoli, essendo degli automi musicali, non avrebbero dovuto essere ammessi nel Gruppo XV, ma trovandovisi, essi sono stati apprezzati come lavoro meccanico e come articolo industriale, e premiati quindi col diploma del Merito." Relazioni dei Giurati italiani sulla Esposizione universale di Vienna del ..., Giuria per la Esposizione universale di Vienna, 1873, p. 60

VIENNA - "16. Giuliano (Ditta) Napoli. Firmino a cilindro. [3112.]" Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

VIENNA - "Menzione onorevole - [...] La ditta Giuliano di Napoli per pianino a cilindro." L'Esposizione universale di Vienna del 1873 illustrata ..., 1873, p. 184
Napoli 61, via Monteolivetto (xx1890)(*1895)(x1896)(*1897)(*1903)(*1905)

 

'Fabbricante di pianoforti' e piani a cilindro ca. 1873-1906; (**1873)(**1889)

'Cylindrical piano' 1876

1876 - "In genere di pianoforti se ne fanno eccellenti a cilindro da Giuliano di Napoli e da Vosgien di Novara." Il Pianoforte, sua origine e sviluppo (contavole), e rassegna dell ..., 1876, p. 68

GIULIANO Giuseppe (**1889)

GIULIANO Vittorio (xx1890)(x1896)

 Pianohandlung u. Drehpianofabrik' (xx1890)

1891 - "In un'altra fabbrica di piani meccanici e a cilindro del signor Vittorio Giuliano sono occupati 8 operai." Annali di statistica, Il Ministero, 1891, p. 106

'Fabbr. di pianoforti' (x1896)

'Piano-Handlung u. Drehpiano-Fabrik' (x1906)

 

Diploma del Merito Vienna, 1873

 

SALA Francesco

 

 

 
1873  

Pianoforte verticale marcato «Ambrogio Sala e Figlio», con estensione Do0-La6 si trova a Milano, Italia (coll. priv. D. Costantini) (⁴)(⁷)

 

Milano 6, via San Zeno (**1873)(**1879)

18, via della Stella (**1881)(xx1882)(xx1884)(**1886)(x1888)(x1889)(xx1890)

12, via San Maria Fulcorina (*1893)

7, via Valpetrosa (x1896)(x1899)

8, via Valpetrosa (*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1909)(*1910)(x1912)(yy1940)

51, via Torino (y1947)

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1873-1947; (⁷)

SALA Francesco (xx1882)(x1889)

'Fabbricatore di pianoforti e indoratore' (xx1882)

'Fabbricante di pianoforti' & 'Negozio di pianoforti' (x1889)

SALA & Figlio (18??)

'Pianofabrik' (xx1890)

'Fabbrica' (x1899)

SALA & Figli (y1894)(1900)(⁹)

'Fabbr. di pianoforti' (x1896)

SALA Ambrogio (x1906)(x1912)(yy1940)(y1947), successore di SALA Francesco

1906 - Proprietario : Vedova SALA (x1906)

'Piano-Fabrik' (x1906)

'Piano-Fabrikation' (x1912)

1912 - Proprietari : Vedova SALA & figlio (x1912)

SALA Ambrogio & Figlio (19??)

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

 

Medaglia d'argento Torino, 1884 | Elenco d'esposizione Milano, 1894

 

 

BREMITZ Enrico
| Henri

Triester Zeitung, 04/07/1914, p. 4 (archiviodistatotrieste.it)

Due pianoforti BREMITZ in un pubblicità di CANDOLINI Massimo - in Guida generale di Trieste e commerciale della Venezia Giulia Fiume Sebenico Zara, 1940, p. 669 (archive.org)

 

1874

 

PARIGI - "1. Bremitz (Henri), à Trieste. — Pianos à cordes." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 546 (archive.org)

PARIGI - "Henri Bremitz, Fabrique de Pianos, Trieste, Bôrsenplatz 9. Pianinos." Catalogue des sections autrichiennes, I. : Enseignement, instruments et procédés des sciences et des arts, 1900, p. 168 (archive.org)

Brevetto di 1897 : "92 724. Notenbehälter an Pianinos. E. Bremitz, Triest; Vertr. : Hugo Pataky u. Wilhelm Pataky), Berlin N.W., Luisenstr. 25. Vom 12/8 96 ab. B. 19489." Patentblatt, Volume 21, 1897, p. 370

Trieste  

Chiarb. inf. (xx1881)

37, via Corso (y1884)

28, via Corso (y1885)

47, via Corso (y1886)

2, via Borsa, Tergesteo (y1887)(y1888)(y1889)

1a, Tergesteo Scalea (xx1890)

12, via Alighieri (xx1890)

28, via Corso (y1885)(*1893)

9, Piazza Borsa [Börsenplatz] (y1904)

9, via Corso (*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(y1907)

Fabbrica : 16, via St. Maurizio (x1906)(*1909)

Negozio : 5, via Giovanni Boccaccio (x1906)

Fabbrica : 5-21, via Giovanni Boccaccio (x1912)

Negozio ed ufficio : 2, via Tor San Piero (x1912)(xx1914)

 

totale 3000 piani nel 1915

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1890-1914 [dal 1874 (x1912)]; (⁷)

'Accordatore di pianoforti' (y1879)(xx1881)(y1884)(y1885)(y1886)(y1887)(y1888)(y1889)

'Fabbrica e deposito di pianoforti' (y1884)(y1885)(y1886)(y1887)(y1888)(y1889)

'Pianofabrik u. Handlung' (xx1890)

1897 - "Auszeichnung. Der in Triest seit 1874 etablirte Clavierfabrikant Heinrich Bremitz wurde durch Verleihung des Titels eines Kammerlieferanten Sr. k. u. k. Hoheit des Erzherzogs Carl Stephan ausgezeichnet." Neue musikalische Presse: Zeitschrift für Musik, Theater, Kunst ..., 23/05/1897, p. 7

'Fabbrica di pianoforti' (x1899)

'Piano manufacturers' (y1907)

1912 - 'K. u. k. Hof-Pianoforte-Fabrik' - 'Spez.: Nur erstklass. Pianinos und Flügel modernster Konstruktion bei vollkommener Widerstandsfähigkeit gegen jedes Klima zu billigsten Exportpreisen. Preiskurante mit Preisanstellung der Frankolieferung nach jeden Exportplatze der Welt gratis und franko' (x1912)

'Pianofabrik' (xx1914)

VEDETE ANCHE ...

 altri con il nome BREMITZ a Trieste

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1900

BERTOLI G. & CANTONI G.
| CANTONE
1875 Trieste 12, via San Giovanni (y1875)(y1876)(y1877)(y1878)(x1879)(y1879)(y1880)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1875-80; (⁷)(x1878)

Successori di Giuseppe DINA (y1875)(y1876)(y1877)(x1879)(y1879)(y1880)

'Pianoforti, Deposito e Nolo' (y1875)(y1876)(y1877)(y1878)

'Venditori di Pianoforti' (x1879)

 

 

CAFFOL Antonio
| CAFOL | CAFFOLL | CASSOL

1875

 

PARIGI - "8. Caffol, Antonio. Fabrique de pianos. Trieste. — Piano. (1167.)" Catalogue des exposants: Section d'Autriche ; Exposition universelle de 1878, p. 20

ANVERSA - "Oostenrijksche afdeeling. Eene staart- en andere pianos van : A. Caffol, te Triëst." De Vlaemsche school, Volumes 29-33, 1883, p. 195

ANVERSA - "37. Caffol, A. i. r. priv., à Trietse, fabricant de pianos. Pianinos et pianos à queue de 1re qualité." Catalogue officiel général, Volume 2, Anversa, 1885, p. 6

Brevetto del 1874 : "23. A. CAFFOL, of Trieste, for “A metal sounding post for pianos.” — 1 year. - (Public.) - Dated 2nd August, 1874." The Commissioners of Patents' Journal, 1875, p. 273

Brevetto del 1882 : "13. Aug. - 51 - Erfindung, darin bestehend, dass man an jeder deutschen oder Wiener claviermechanik die Repetition anwenden kann. - Anton Caffol, Pianoforte-Fabrikant in Triest." Illustrirtes Österreichisch-Ungarisches Patent-Blatt, Volume 3, 1882, p. 118

"Deposito Pianoforti. - Via Chiozza N. 2. Deposito Pianoforti e Pianini delle primarie fabbriche estere e nazionali tanto a corde diritto che incrociate (sistema americana) nonchè del famosi Harmonium della fabbrica americana Mason e Hamlin in Boston premiata con 80 medaglie nelle esposizioni mondiali. Assume ogni riparazione a prezzi miti. Compera e noleggia piani usati a condizioni vantaggiose. ANTONIO CAFFOL. I. R. Priv. Fabbricatore." Il Corriere di Trieste: giornale politico-commerciale, 07/12/1875, p. 8

Trieste

2, via Chiozza (y1875)(y1876)

17, via Acquedotto (y1877)(y1878)(x1879)(y1879)(y1880)(xx1881)(y1882)(y1884)(y1885)(y1886)

16, via Stadion (y1888)(y1889)

18, Corso [via] Stadion (y1887)(xx1890)

17, via Acquedotto (*1893)

 9, via San Lazarro (*1895)(*1896)

3, via Bacchi (y1904)

1, via Bacchi (x1906)(x1912)

totale 23.900 piani in 1885

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1875-1912; (⁵)(x1878)(x1899)

'Klavierfabrikant' (x1879)

'Fabbrica e deposito di pianoforti' & 'Accordatore di pianoforti' (y1875)(y1877)(y1878)(y1879) (y1880)(y1882)(y1884)(y1885)(y1886)(y1887)(y1888)(y1889)

'Deposito e Noleggio di pianoforti' (xx1881)

'Pianofabrik und Handlung' (xx1890)

'Fabbrica di pianoforti' (x1899)

'Pianofortelager' (y1904)

'Piano [Klavier]-Reparateur u. -Stimmer' (x1906)(x1912)


(il seguito)

"Fabbrica di pianoforti. - L'i. r. priv. fabbrica di pianoforti di A. Caffol al N. 17 via Acquedotto in Trieste, ha un ricchissimo deposito di piani a coda, pianini, tanto nuovi che usati de' più rinomati autori si esteri che nazionali, specialità di pianoforti a corde incrociate sistema americano, nonchè il privilegiato Diminutiv di Hoffmann di Vienna: il più piccolo piano a coda sinora fabbricato, il quale oltre a solida ed elegante costruzione ha tal volume di voce da pareggiare quella d'un piano da concerto. Nolo, cambio, riparazioni e vendita alle più modiche condizioni." L'Arte Triest: rassegna di teatri, scienzi e lettere con annessa Agenzia, 29/02/1880, p. 6

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1878 | Medaglia di argento, Anversa, 1885

SOLAVAGGIONE Giovanni Battista
| SOLA-VAGGIONE

(ca. 1841 - 1909)(¹⁰)

1877  

CAPI DI FATTURE

 

Torino  

Deposito : 35, via Barbaroux (1877)(¹⁰)(x1889)(*1895)(*1896)(x1896)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)

9, via San Dalmazzo (1885-99)(¹⁰)(**1889)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)(y1918)(*1932)(*1933)(*1939)(y1941)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1877-1941; (⁷)

Nato a Verzuolo, Cuneo (¹⁰)

'Fabbrica e magazzino di pianoforti esteri e nazionali' (1887)(¹⁰)

'Fabbrica di piani a cilindro e magazzino pianoforti ed armonium esteri e nazionali' (1888)(¹⁰)

'Negozio di pianoforti' & 'Fabbr. di organi e piani a cilindro' (x1896)

1912 - Proprietario : A. G. MOSCA (x1912)

'Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1912)

 
COLOMBO Federico 1878

 

Pianoforte verticale ca. 1915, e sua signatura, Accademia dei Musici, Fabriano, Le Marche, Italia

BOLOGNA - "N. 66. Colombo F. Torino. Tre pianoforti verticali." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 110

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

 

Torino 36, via dei Fiori (1885-90)(¹⁰)(**1889)(x1889)(xx1890)(*1893)

59, Corso del Valentino (1893)(¹⁰)

36, Corso Valentino (1891-99)(¹⁰)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(*1921)(*1929)(*1932)

 

Fabbricante di pianoforti verticali ed armonium ca. 1878-1932

'Pianofabrik' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

'Pianofabrik' (x1906)(x1912)


(il seguito)

TORINO - "Un'altra medaglia d'oro la ebbe il Colombo, con quattro pianoforti di modesta apparenza ma di squisita fattura e di ottima prova. Altri piani vedemmo qua e là che sarebbe lungo enumerare, come quelli a cilindro di Allasia, gli altri di Stangalini di Vercelli, e quelli di Govino che ebbero una medaglia d'argento." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 350 (MuseoTorino.it)

TORINO - "Le fabbriche di pianoforti più recenti sono quelle di Federico Colombo e di Giuseppe Govino e figli, ambidue di Torino, la cui fondazione data dal 1878. Il Colombo, già capo-fabbrica della Casa Roeseler, ove apprese l'arte della fabbricazione pianistica, intrapredendo quest'industria per proprio conto, curò ogni particulare in modo da produrre eccellenti strumenti assai ricercati dagli intelligenti e dai negozianti. Egli impiega 25 operai sotto la sua immediata direzione; dalla sua fabbrica uscirono in media in questi ultimi cinque anni 160 pianoforti per anno, che si esportarono per la maggior parte nel Brasil e nelle Antille." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

PARIGI - "14. Colombo (Frédéric), à Turin. — Pianos." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 538 (archive.org)

 

Elenco d'esposizione Bologna 1888 | Diploma di primo grado, Torino, 1871 | Medaglia di bronzo Milano, 1881 | Medaglia d'argento Torino, 1884 | Medaglia d'argento Torino, 1885 | Elenco d'esposizione Bologna, 1888 | Medaglia d'argento Palermo, 1891-92 | Elenco d'esposizione Milano, 1894 | medaglia d'oro Torino, 1898 | Elenco d'esposizione Parigi, 1900

 

GOVINO Giuseppe

(ca. 1834 - 1910)(¹⁰)

 

1878  

TORINO - "Dalla sua fondazione la casa Govino e figli produce un centinaio di pianoforti ogni anno." Rivista musicale italiana, Fratelli Bocca., 1898

TORINO - "Le fabbriche di pianoforti più recenti sono quelle di Federico Colombo e di Giuseppe Govino e figli, ambidue di Torino, la cui fondazione data dal 1878. [...] Lo stabilimento Govino e figli data pure dal 1878. Intelligente artefice il padre Govino dopo aver lavorato per trent'anni nelle più reputate fabbriche di Francia, si stabili a Torino, ove con giusto criterio industriale fondò una fabbrica divisa in tre sezioni, a capo delle quali pose i suoi tre figli. Egli impiega oltre a 20 operai con una produzione media di 100 pianoforti per anno, assai accuratamente fabbricati, e destinati per le maggior parte all'esportazione." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

PARIGI - "22. Govino (Joseph) & fils, à Turin, Via Balbo, 22 et 24. — Pianos." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 546 (archive.org)

 

Torino 20, via Vanchiglia (xx1890)

29, via Vanchiglia (1893)(¹⁰)

31, via Vanchiglia (1894)(¹⁰)

22-24, via Balbo (***1900)

22, via Balbo (1895)(¹⁰)(x1896)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(y1918)(*1921)(*1929)

75, Corso Regina Margherita (*1939)(y1941)

Fabbrica e negozio di pianoforte ca. 1878-1941

Nato a Vernone, Asti (¹⁰)

GOVINO Giuseppe (xx1890), 'Pianofabrik'

MIRETTI & GOVINO Giuseppe (*1893), vedete MIRETTI Michele

GOVINO G[iuseppe] & Figli (x1896), 'Negozio di pianoforti'

GOVINO G[iuseppe] & Figli (x1906)(x1912)(y1918)

'Piano-Fabrik' (x1906)

'Piano-Fabrik u. -Handlung' (x1912)

GOVINO R. (*1939)(y1941)

MARCA

SCHWANDER

 

Menzione onorevole Torino, 1885 | Medaglia d'argento Torino, 1898 | Medaglia di bronzo Parigi, 1900

LIFONTI L. 1878  

"F. LIFONTI - FABRICANT DE PIANOS - Médaille à l'Exposition Universelle de Paris 1878. BREVET D'INVENTION. Ventes, Locations, Echanges, Reparations. ACCORD DE PIANOS, HARMONIUMS, ETC. MUSIQUE ET INSTRUMENTS DE TOUS GENRES. RUE CHÉRIF PACHA, près la Direction Générale 1996 des Postes Egyptiennes." The Egyptian Gazette, n° 384, 21/12/1882, p. 1 (cealex.org) - e - The Egyptian Gazette, n° 392, 02/01/1883, p. 1 (cealex.org)

 

Palermo (Sicilia)

Cairo (Egitto)

Alessandria (Egitto)

 

Palermo

rue Chérif Pacha (x1882)(xx1883)

rue Emad el Dine (*1919)

a Cairo

12, rue Rosette (xx1913)

a Alessandria

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1878-1919

Ha avuto anche un magazzino al Cairo in Egitto, dove ha importato pianoforti italiani, come la marca BASSINO di Torino.

PARIGI - "LIFONTI. - Italie. - Piano droit d'une bonne sonorité et bien construit." Chouquet, Rapport sur les instruments de musiques à l'exposition universelle de 1878

 

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1867 | Medaglia di bronzo Parigi, 1878

ZANNONI Luigi
| ZANONI
1882  

Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 1316

FOTO

My Trieste blogspot

 

Trieste

Udine

 

CASA PRINCIPALE :

1, Piazza delle Legna (y1878)(x1879)(y1879)(y1880)(xx1881)(y1882)(y1884)(y1885)(y1886)(*1893)

2, Piazza delle Legna (y1886)

9, Piazza Borsa (y1887)

10, Piazza della Borsa (y1888)(y1889)(xx1890)(*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)

2, Piazza San Giacomo (y1904)(x1906)(*1909)(x1912)

7, via M.R. Ambriani (*1929)

a Trieste

FILIALE :

6, via Savorgnana (x1896)

a Udine

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1882-1929 [dal 1839 (x1906)(x1912)]; (⁷)

Trieste

'Venditore di pianoforti' (x1879) - 'Deposito e Noleggio di pianoforti' (y1878)(y1879)(y1880)(xx1881)(y1882)(y1884)(y1885)(y1886)(y1887)(y1888)(y1889)

'Accordatore di pianoforti' (y1884)(y1885)(y1886)(y1887)

'Pianoforti, Deposito e a nolo' (y1886)

'Piano- u. Harmonium-Handlung' (xx1890) a Trieste

1906 - Proprietario : J. FAIDIGA (x1906)

1912 - Proprietario : Mario MALLY (x1912), 'Klavier- u. Harmonium-Handlung'

Dal circa 1932 : 'STABILIMENTO PIANOFORTI ZANNONI' (*1932)(Menotti Bemporad)

Udine

'Negozio di pianoforti' (x1896) a Udine

 

 
ARRIGONI Giuseppe 1880 Monza (Milano)  

14, Borgo Cariobbiolo (x1899)

6, via Frisi (x1906)

16, via Frisi (x1912)(*1929)

2, via Napoleone (*1929)

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ed armonium ca. 1865-1929 [dal 1880 (x1912); (⁷)

ARRIGIONI Giuseppe (x1899)(x1906)(x1912)

 'Fabbrica di Organi da Chiesa e Pianoforti' (x1899)

'Piano-, Harmonium- u. Musikinstr.-Handlung' (x1906)

Proprietari : Vedova di G. ARRIGONI & Figlio Luigi (x1912)

'Piano-, Harmonium- u. Drehorgel-Handlung' (x1912)

ARRIGONI Luigi (19??)

 

 

FEA Giovanni

1880

 

MARCHE

ROZLAI
ROMZER

VEDETE ANCHE ...

  FEA Fratelli (°1900)

 

Torino

 

27, via Galliari (1894)(¹⁰)(x1896)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)(*1921)(*1939)

10, via Galliari (*1905)(*1906)(x1906)

14, via Ormea (*1909)(*1910)

16, Corso Venezia (*1929)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1880-1929 [dal 1880 (x1906)(x1912)]; (⁵)(³)

FEA Giovanni (x1896)(x1899)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

FEA Giovanni & Figlio (?)

'Piano-Fabrik' (x1906)(x1912)

'Fabbricante di pianoforti' (*1921)

FEA Achille, a Moncalieri, successore (*1929)

'Associazione Italiana fra Negozianti e Noleggiatori di Pianoforti ed Armonium' 

 

FERRARI Fratelli

1880

 

Savona

Alessandria

 

CASA PRINCIPALE : 4-2, via Nazario Sauro (1938)(*1939)

a Savona

FILIALE : 18, via Savonarola (1938)(*1939)(y1941)

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1880-1941; (⁷)

'Fabbrica e Magazzini di pianoforti & armonium Nazionali ed esteri delle migliori Marche' (1938)

 
LOCATELLI 1880 Vicenza ?

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1880; (x1860)

A Parigi era anche un LOCATELLI & Cia, editore, e veditore di pianoforti, rue de la Pompe, 9 nel 1894.

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1867

PENNETTI Augusto & FATTORE Alessandro
| PENETTI & FATTORI | PANNETTI
1880 Firenze 10, via dei Conti (x1880)(x1889)(xx1890)(x1896)(x1899)(*1905)(x1906)(y1918)(*1932)(**1933)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1880-1933; (⁷)

'Negozianti e restauratori di pianoforti' (x1880)

'Pianohandlung' (xx1890)(x1906) - 'Negozio di pianoforti' (x1896)

PANNETTI Augusto già PANNETTI & FATTORI (*1932), 'Fabbr. di pianoforti'

PENNETTI Augusto (*1932)(**1933)(1937)

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1867

BALBIANI Natale 1881 Milano  

Piazza Venezia (all'inizio)(²)

1, vicolo Corde (y1871)

 8, via Panfilo Castaldi (1885)(²)(xx1884)(x1888)(x1889)

 23, via Olocati (1886)(²)

 8 via Castaldi (1886)(²)

 26, viale P. Venezia (xx1882)(x1888)(xx1890)(*1893)(1898)(²)

10, via Tenca (1906)(²)

8, via Panfilo Castaldi (*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)

 14, via Tenca (1910)(²)(*1921)

13, via Padova (y1933)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' verticali ca. 1881-1921 [dal 1828 ?]

BALBIANI Natale (xx1882)(xx1884)(xx1890)(*1892)(²)

'Fabbr. d'organi' (y1871)(xx1882)

'Fabbricatore' (xx1884)

'Fabbricante di pianoforti' (x1889)

'Orgelbauer' (xx1890)

'Fabbricante di organi ed armonium (*1903) (⁷)

BALBIANI Natale & Figli (1909)(²)(*1921)

BALBIANI Natale & C. (ditta) (1915)(²)

BALBIANI-BOSSI (1930 ?)

BALBIANI, VEGEZZI, BOSSI DI CELESTINO & LUIGI BALBANI (y1933), 'Organi di chiesa a da sala - Esportaz. : Stati Uniti, Colombia, Equatore, Reppublica Argentina, Salvador, Bolivia, Egitto, Australia, Svizzera, Chile'

 

Elenco d'esposizione Parigi, 1867

GRIFFINI Rodolfo & Cia 1881  

Emporium, 1904, n. 111, p. 490

MARCA

G. RUDOLF

 
Milano

Brescia

 

3, via Pattari (x1899)

10, via San Paolo (**1904)(**1906)(x1906)

15, via Olona (*1929)

a Milano

Corso Vittorio Emanuele (**1904)

a Brescia

 

Fabbricante di piani a cilindro e pianoforti ca. 1899-1929

GRIFFINI Rodolfo (**1906)

GRIFFINI R. & Co (x1906)(*1929)

Successore di Romeo GEROSA & Cia, vedete anche FRANCI

'Piano-Handlung' (x1906)

G. RUDOLF (⁷)(⁵)(³)

 
FASSONE Costanzo & Vittorio 1882 Napoli  

6, Largo Tarsia (xx1890)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897) (*1903)(*1905)(*1906)(y1906)(*1909)(*1910)(y1918)

21-22, Largo Tarsia (x1906)

 

 

'Fabbricante di piani a cilindro' ca. 1882-1910; (*1896)(*1903)(*1905)(*1906)(*1909)(*1910)(y1918)(⁷)

FASSONE Costanzo (**1889)(xx1890)(*1896)(x1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(x1906)(y1906)(*1909)(*1910)(y1918)

'Fabbr. di pianoforti' (x1896)

'Fabrik von Drehpianos' (xx1890)(x1906)

 

 

MASSARINI Filippo

1882

 

Voghera (Pavia)

Pesaro

 

2, Viale Castelfidardo (?)

a Pavia

via Petrucci (x1896)(x1899)

[1], Piazza Olivieri [di fronte al Liceo Rossini] (x1912)(**1933)

a Pesaro

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1899-1933 [dal 1882 (x1912)]; (⁷)

Pesaro

MASSARINI Filippo (x1896)(x1899)

 'Negozio di pianoforti' '(x1896)(x1899)

MASSARINI Eredi (x1912)(**1933)

'Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1912)

 

 
 

RICORDI Enrico

(1848 - ?)

Ars et labor: rivista mensile illustrata, 1906, p. 759

 

1882  

BIO

"Ricordo Enrico. - 1. Mentre Milano festeggiava con luminarie la presa di Peschiera, nasceva il 1° giugno 1848, Enrico Ricordi, quinto figlio di Tito e Giuseppina. Appena fuori dall'adolescenza, ebbe n gravissimo assalto artritico, il quale fu causa di una lesione cardiaca; tuttavia non sembrava dicesse avere serie conseguenze, e tutti si lusingavano di una completa guarigione. Ma, col crescere degli anni, si facevano invece più palesi le traccie di quel malore che doveva inesorabilmente condurlo alla tomba. Scoppiata la guerra coll'Austria nel 1866, non volle sottrarsi agli obblighi che la patria imponeva alla giovantù italiana; con lodevoli astuzie, rimanendo per per lunghe ore immobile allo scopo di diminuire i battiti del del cuore, riusci a deludere la Commissione della visita militare, evitando ce venisse constatato il difetto al cuore : per tal modo Enrico Ricordi a soli 18 anni si arruolò volontario come semplice soldato nel reggimento lancieri d'Aosta, allora di stanza a Milano. Si trovò con molti suoi intimi amici, pure arruolatisi nel medesimo reggimento, i quali, conoscendo la di lui malattia rimanevano stupefatti nel vedere come resistesse alle fatiche delle manovre ed a quelle di poi più dure del campo. Dotato di facile ingegno musicale, senza aver fatto studi profondi, Enrico Ricordi era forte e di violoncello, e, appunto per la fino d'allora brillante suonatore di pianodi lui naturale disposizione, poteva facilmente suonare qualunque istrumento gli capitasse fra mano. Durante i riposi del campo, egli dilettava i propri commilitoni, sia pizzicando allegramente la chitarra, sia eseguendo canzoni e ballabili su di una fisarmonica a mano. Alla battaglia di Custoza il reggimento lancieri d'Aosta prese parte ragguardevolissima, ed Enrico Ricordi in quella circostanza si meritò la menzione onorevole al valor militare. Finita la guerra abbandonò il servizio militare le fatiche e le emozioni provate non avevano per nulla peggiorate le di lui condizioni fisiche, tanto che parenti ed amici non solo ne erano meravigliati, ma ritenevano per fermo che il difetto al cuore non dovesse avere più alcuna conseguenza. In questo frattempo Enrico Ricordi aveva chiesto ed ottenuto la mano della signorina Laura Giulini, che esso aveva conosciuto ed ammirato giovinetta durante le vacanze autunnali sul lago di Como, a Tremezzo. Rimase alcun tempo nella amministrazione paterna, poi si diede al commercio dei pianoforti, associandosi al signor Lino Finzi, sotto la ragione Ricordi e Finzi. Rilevato l'antico deposito di pianoforti Prestinari, poi più tardi quello rinomato di Luigi Erba, in breve la ditta Ricordie Finzi prese grandissimo sviluppo, e divenne una delle più importanti d'Italia. In questo volgersi d'anni ebbe Enrico Ricordi alcuni gravi disturbi cardiaci, e non pochi erano i timori dei medici curanti; ma esso scherzava volentieri intorno ai poco lieti pronostici, sia che volesse nascondere a sè ed a' suoi cari le preoccupazioni intorno alla propria salute, sia che realmente non avesse timori di prossimo fine. Sullo scorcio del 1886 ebbe un grave assalto al cuore, e se ne riebbe; quando il 20 febbraio 1887, verso le 8 e un quarto del mattino, e senza che alcun disturbo precedente lo avesse messo sull'avviso, egli balzò dal letto e slanciatosi nell'attigua camera della moglie, con crudele ambascia le disse di sentirsi malissimo; la signora, allarmata, chiamò la gente di servizio, e subito inviò a cercare uno de'medici della guardia notturna, ed il medico curante dott. Pietro Ambrosoli. Enrico Ricordi le disse allora: «Se avessi a peggiorare di molto manda a prendere al collegio il figlio Alberto»; poi, non potendo più respirare, tentò di aprire la finestra; sua moglie si alzò essa pure, ma d'un tratto il sofferente cade su d'una sedia, e balbettando «dammi un lapis», spirava fra le braccia della moglie. Una sincope cardiaca gli aveva troncato la vita, sul fiore degli anni." Annuario biografico universale, 1888, p. 362-363(leggere il seguito dritto)

Musica d'oggi: rassegna di vita e di coltura musicale, Volumes 1-2, 1919, p. 224

 

Milano

Napoli

Varese

Parigi (France)

Tunis (Tunesia)

 

CASA PRINCIPALE :

12, via Unione (xx1882)

Galleria Vittorio Emanuele entrata in 3, via Marino (**1886)(**1889)(xx1890)(*1896)(x1896)(*1903)(*1905)(x1905)(*1906)(**1906)(*1909)(*1910)(x1912)

1, via Omenoni (*1893)

[29], Galleria Vittorio Emanuele con entrata in 3, via Marino [di fronte al Municipio](x1888)(x1889)(x1899)(**1906)(x1906)

2, via Berchet (**1929)

1bis, Corso del Littorio (y1939)

1, Piazza Santa Maria Beltrade (yy1940)

8, via Asole (y1942)(y1947)

via Benigno Crespi, 19 (2010)

a Milano

FILIALE : 83, Galleria Umberto I (y1935)

a Napoli

FILIALE : a Varese

FILIALE : 18, rue de la Pépinière (*1913)

a Parigi

FILIALE : 3, avenue de Paris (*1913)

1, avenue de Paris (**1921)

a Tunis

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ed Armonium, e editore di musica ca. 1882-1947 [dal 1806 (x1912)]

Succ. a ERBA Luigi & PRESTINARI (°1806) a Milano; (x1889)

RICORDI (1816), già 'negozio di musica'

RICORDI & FINZI (1848-99)(**1889)(x1899)(x1906)(yy1906), Giulio Ricordi & Ugo Finzi

RICORDI Enrico & FINZI Lino (*1882)

'Deposito di pianoforti' (xx1882) - 'Negozio di pianoforti' (x1889) - 'Piano- u. Harmonium-Handlung' (xx1890)(x1906) - 'Negozio di pianoforti' (x1896)(x1899) a Milano e Varese

FINZI Ugo (x1905), gerente

'Händler mit Pianos, Harmoniums, Autopianists u. Künstler-Notenrollen' (x1912)

RICORDI Giulio - o - RICORDI G. & Co (*1913) - vedete Guilio RICORDI

Agenzia à Tunis, Tunesia, da DURAZZANO (**1921)

RICORDI & FINZI (y1935)(y1939)(yy1940)(y1942)(y1947)

'Pianoforti' (yy1940)

'Pianoforti, autopiani, macchine parlanti' (y1939)(y1942)

"Ricordi e Finzi, successori alle Case Prestinari e Luigi Erba- via Unione, 12, Marino, 3 e Gall. Vitt. Eman. - Gran di Stabilimenti di Pianoforti. Proprietari dell'invenzione dell' Harmonipiano (istrumento che senza alterare la caratteristica del Piano-forte si ottiene con un terzo pedale la prolungazione del suono). Grande assortimento Piano-forti ed harmonium delle migliori fabbriche d'Europa. Garanzia per solidità e di provenienza. Esclusivi depositari per l'Italia dei Piani Dumas sistema Levigrave. Vendita, nolo e cambio." Guida di Milano, 1884, p. 351 -

"Ricordi e Finzi, succ. a Prestinari e a Erba, deposito di pianoforti, via Marino 3." Guida di Milano Per L' Anno 1886, 1886, p. 1119 (archive.org)

"Ricordi e Finzi, succ. alle Case Prestinari e L. Erba- Galleria Vittorio Emanuele con entrata in via Marino, 3, di fronte al Municipio. - Gran di Stabilimenti di Pianoforti. Proprietari dell' Harmonipiano (istrumento che senza alterare la caratteristica del Piano-forte ottiene con un terzo pedale la prolungazione del suono). Grande assortimento di Pianoforti ed harmonium delle migliori fabbriche d'Europa. Garanzia per solidità e di provenienza. Rappresentanti e depositori delle case Bechstein, Erard, Kaps, Pleyel. Vendita, nolo, cambio, riparazioni ed accordature."  Guida di Milano, 1888, p. 387

"Sgambati e gli Armonipiano. - L'armoni-piano della casa Ricordi e Finzi ottiene ora a Roma il suo battesimo di grande successo, ed ebbe a padrino della sua consacrazione il chiomato nume della scuola romana - Giovanni Sgambati. Per desiderio di questi, l'Acadademia di Santa Ccilia ha mandato a Milano il suo pianoforte di gran concerto che, trasformato ora in armoni-piano, ripartira lunedi per Roma. Il prefetto - il sindaco - il comm. Bazzini e molti critici musicali, hanno visitato in questi giorni il progevolissimo istromento. I signori Lino ed Ugo Finzi, possono andare veramente superbi del risultato ottenuto. Sotto le mani di quell'ottimo musicista che è il signor Lino Finzi, capo della casa, risaltano tutte le nuove ed eccezionali risorse dell'armoni-piano. Il signor Lino Finzi si reca ora a Roma a consegnare il nuovo istrumento allo Sgambati, che ne è grande ammiratore, fino a dichiarare che esso gli apre un più vasto orizzonte nel campo dell'esecuzione." Asmodeo monitore settimanale dei teatri, 19/04/1888, p. 2

 

 
SARNO Pasquale 1882 Napoli  

76, via Carlo Poeni (*1893)

59, via San Sebastiano (xx1890)(*1895)(*1896)

59-60, via San Sebastiano (*1905)(*1906)

55, via Roma (y1935)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti e armonium ca. 1882-1935; (⁷)

'Fabr. von Orchestrions u. Ziehharmonikas' (xx1890)

SARNO Giuseppe (y1935)

 
MARIACHER Antonio 1884  

AREZZO - "Tornando all'elenco dei premiati, ecco come vennero assegnate le Medaglie d'oro :
[...]
7. Mariacher Antonio di Venezia per pianoforti." Arte e storia, 01/10/1882, p. 143

Venezia  

2344, Campo San Agostino (xx1890)(*1895)(*1896)

[2344], San Maria dei Frari (x1896)(x1899)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1884-96; (⁷)(**1889)

'Fabbricante di pianoforti' (x1889)

'Pianobauer' (xx1890)

'Fabbr. ed accordatore [di pianoforti]' (x1896)(x1899)

 

Medaglia d'oro Arezzo, 1882 | Medaglia d'argento Torino, 1884

 

 

OTTINA & PELLANDI
| POLLANDI

Annuario d'Italia guida generale del Regno, 1899, p. 641

 

1884  

 

BOLOGNA - "N. 77. Ottina e Pellandi. Novara. Pianoforte a manubrio." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 111

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

TORINO - "Nella categoria dei piani meccanici, citeremo la Ditta Allasia di Torino, che espone buoni piani a cilindro ed a manivella, e la Ditta Ottina e Pellandi di Novara la cui produzione è assai notevole, non che il Racca Giovanni di Bologna che espone i pianini melodici di sua invenzione a manivella ed a cartoni continui, che ad una voce omogenea uniscono il vantaggio di dare meccanicamente il colorito, l'espressione alla musica che riproducono assai fedelmente." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

PARIGI - "37. Ottina & Pellandi, à Novare. — Pianos à cylindre." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 548 (archive.org)

Novara 14, via Gaudenzio Ferrari (x1899)

3, via Solferino (x1906)

5, via Solferino (*1912)(x1912)(*1921)(*1922)(*1929)

4, Corso [o via]Cotta (*1939)(y1941)

'Fabbricante di pianoforti a cilindro'ca. 1886-1941 [dal 1884 (x1906)(x1912)]; (⁷)(x1896)

'Drehpianofabrik' (xx1890)

'Stabilmento di Piani ed Organi a cilindro' (x1896)

'Stabilmento di Piani ed Organi a cilindro' (x1899)

'Drehpiano- u. Drehorgel-Fabrik' (x1906)

'Mechan. Klaviere- u. Drehorgel-Fabrik u. -Export' (x1912)

Dal 1933 solo Pietro OTTINA :

OTTINA Pietro (*1939)(y1941)

VEDETE ANCHE ...

altri con il nome OTTINA

Elenco d'esposizione Bologna, 1888 | Elenco d'esposizione Italo-Americana, 1892 | Elenco d'esposizione Cremona 1892 | Elenco d'esposizione Milano 1894 | Elenco d'esposizione Torino, 1898 | Medaglia di bronzo Parigi, 1900

 

TURCONI Giuseppe

 

1884  

ANVERSA - "80 - Turconi Giuseppe di Milano, residente a Costantinopoli. Piano à cilindro. Premiato all' Esposizione di Torino del 1884 con medaglia di bronzo. L'espositore ga uno stabilmento a Milano ed altro a Costantinopoli : smercia i prodotti in Itamia e all'estero." Sezione industriale italiana: catalogo generale, Esposizione universale di ..., 1885, p. 171

PARIGI - "53. Turconi (Joseph), à Constantinople. — Mandolipiano à cylindre." Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900, p. 549 (archive.org)

 

Milano

 Costantinopoli

Milano

1, via Camondo (*1893)

a Constan-tinopoli

Fabbricante di pianoforti, pianoforti a cilindro ca. 1884-93

Inoltre ha avuto una fabbrica a Costantinopoli.

Elenco d'esposizione Anversa, 1885 |  Medaglia di bronzo Torino, 1884 | Elenco d'esposizione Parigi, 1900

VIGONE Benedetto

(1844 - 1918)(¹⁰)

1884  

TORINO - "1550. VIGONE Benedetto, Torino. Pei relativi pregi di costruzione di meccaniche, di suono, di forma, come per gli acquisiti rapporti commerciali in via di notevole incremento e di cui sarà più diffusament e discorso nella speciale relazione riflettente la fabbricazione dei pianoforti e delle meccaniche nazionali." Esposiziona generale italiana, Torino, 1884, p. 26 (MuseoTorino.it)

TORINO - "73. Vigone Benedetto, Torino. Pei relativi pregi di costruzione di meccaniche, di suono, di forma, come per gli acquisiti rapporti commerciali in via di notevole incremento." Camera di commercio ed arti, Torino, 1885, p. 10 (MuseoTorino.it)

 

Torino  

10, Piazza Gran Madre di Dio (1884-96)(¹⁰)(x1889)(xx1890)'Negozio di pianoforti' (x1896)

 

Fabbricante di pianoforti  ca. 1884-96; (⁷)(¹⁰)

Nato a Ivrea, Torino (¹⁰)

'Pianofabrik' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

 

Medaglia d'argento Torino, 1884 | Medaglia d'argento Torino, 1885

 

STRANO Luciano 1886

PUBBLICITÀ

  La Trinacria Annuario di Sicilia, 1914, p. 694

Catania (Sicilia)  

[1,2,3], Piazza San Maria di Gesù (y1914)(*1922)(*1929)

61, [63], via Androne (*1922)(*1929)

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1886-1929; (⁷)

STRANO Luciano (y1914), 'Premiata Fabbrica di Mandolini, Chitarre e Corde armoniche' - 'Unica Casa in Sicilia che veramente fabbrica PIANOFORTI'

Ma nel libro di Musique adresses del 1922, solo 'fabbrica mandolini'.

STRANO Luciano & Successori (*1922)(*1929)

 

 
CAVANA Adamo
| CAVANO
1888

 

BOLOGNA - "N. 74. Cavana Adamo. Piacenza. Pianoforte verticale." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 111

Piacenza Piazza Cavalli (x1889)(xx1890)

Fabbrica : 24bis, via Garibaldi (x1896)(x1899)

Negozio : 24, Corso [via] Garibaldi (x1896)(x1899)(x1906)(x1912)(*1913)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1888-1913; (⁷)

'Fabbricante di pianoforti' (x1889)(x1896)

'Pianofabrik u. Handlung' (xx1890)

'Negozio di pianoforti' (x1896)

'Fabbrica di pianoforti' (x1899)

'Orgel- u. Piano-Fabrik, Musikal.- u. Piano-Handlung' (x1906)

'Orgel- u. Piano-Fabrik, sowie Musikal.-, Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1912)

 

Elenco d'esposizione Bologna, 1888

NORCINI Angelo
| NORCINO
1888

 

BOLOGNA - "Nr. 57. Norcini Angelo, Milano. - Quattro pianoforti verticali." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 123

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

"Norcini Angelo - via Passarella, 4. - Maestro e fabbricante di pianoforti, con deposito di pianoforti, harmonipiani, armonium esteri e nazionall., Vendita, noli, cambi, riparazioni, accordature." Guida di Milano, 1888, p. 386

 

Milano

Tradate (Como, Varese)

 

22, via Bocchetto (**1886)

Sala Francesco (**1889)

4, via Passarella (x1888)(x1889)(xx1890)(*1895)(*1896)(x1896)(*1897)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(*1909)(*1910)

a Milano

a Tradate

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1888-1912; (**1886); (x1899)(x1908)(*1909)(x1912)(⁷)

Milano

NORCINI A[ngelo] (x1888)(xx1890)(*1897)(x1899)

'Maestro e fabbricante di pianoforti' (x1888)

'Negozio di pianoforti' (x1889)

'Pianofabrik, Piano- u. Harmonium-Handlung' (xx1890)

'Fabbrica di pianoforti e riparazione' (x1896)(x1899) a Milano

Tradate

NORCINI Giuseppe (x1899)(x1906)(y1908)(x1912)

'Fabbrica di pianoforti' (x1899) a Tradate

'Pianobauer' (x1906)(x1912)

 

Elenco d'esposizione Bologna, 1888 | Elenco d'esposizione Milano, 1894  | Elenco d'esposizione Torino, 1898 | Medaglia d'oro Liège Belgio, 1905

 

RACCA Giovanni

(1843 - 1902)

 

 

 

 

 

 

   

'Fabbrica Pianoforti e pianoforti automatic'

Piano melodico ca. ?, Musée de la Musique Mécanique, Les Gets, Francia
Piano melodico ca. 1905, proprietà privata, Italia
Piano melodico ca. ?, Museu de la Música, Barcelona, Espagnia

BOLOGNA - "N. 65. Racca Giovanni. Bologna. Due pianini melodici." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 110

TORINO - "Nella categoria dei piani meccanici, citeremo la Ditta Allasia di Torino, che espone buoni piani a cilindro ed a manivella, e la Ditta Ottina e Pellandi di Novara la cui produzione è assai notevole, non che il Racca Giovanni di Bologna che espone i pianini melodici di sua invenzione a manivella ed a cartoni continui, che ad una voce omogenea uniscono il vantaggio di dare meccanicamente il colorito, l'espressione alla musica che riproducono assai fedelmente." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

MARCHE

PIANO MELODICO
VERDI
FALSTAFF

 

Bologna 43, via del Fossato, Angelo Saragozza (xx1890)(*1895)(*1896)

[18], via Milazzo (*1903)(*1905)(x1906)(*1907)(*1909)(*1910)

16-18, via Milazzo (x1912)

8, via Milazzo (*1929)

12, via Milazzo (*1932)

 

 

Uno dei precursori di questo tipo di pianoforti fu il bolognese Giovanni RACCA, che creò il suo Piano Melodico nel 1888, utilizzando per le melodie una serie di cartoni perforati.

Brevetto 1886 : 'Piano Melodico»

1903 - "Il Piano melodico ha una voce altrettanto potente ed armoniosa, quanto un ottimo Pianoforte, e con esso si ottengono le più delicate sfumature di espressione. S. A. il Duca degli Abruzzi, nell'allestire la sua spedizione vergo il Polo Nord, volle che a bordo non mancasse un Piano melodico Racca." Almanacco italiano, Volume 8, 1903, p. 9

RACCA G[iovanni] (xx1890)(*1895)(*1896)(x1906)

'Fabrikant des «Pianino melodico»' (xx1890)(x1906)

RACCA G[iovanni] & Cia (x1912)

 'Fabrik des «Piano melodico» u. der automat. Pianos «Verdi» u. «Falstaff»' (1912)

1912 - Proprietari : Giovanni RACCA & A. DALMAZZONI (x1912)

RACCA Giovanni (*1932), 'Fabbr. di pianoforti'

RACCA Giuseppe (?)

"Giovanni Racca inventò verso la fine dell’ 800 un pianoforte meccanico molto particolare denominato piano melodico : uno strumento meccanico a cartone tecnicamente diverso sia dai piani a cilindro che dai pianoforti meccanici."

PUBBLICITÀ

di «Piano melodico à Cartons perforé - Maison Giov. Racca & C., Bologna» in Welt-Adressbuch der gesamten Musikinstrumenten-Industrie, 1912, p. 133 (digital.sim.spk-berlin.de)

Pianino melodico G. Racca

INFO EXTRA

Un sito su Giovanni RACCA

Articolo 'La Premiata Fabbica di Piani Melodici Giovanni Racca' nel Scuola Officina, del Museo del Patrimonio industriale di Bologna, 07/2010, N° 2

 

 
VOLPI Gustavo & Cia 1888  

BOLOGNA - "N. 64. Volpi G. e Compagno. Firenze. Quattro pianoforti verticali." Catalogo ufficiale, Esposizione internazionale di musica, Bologna, 1888, p. 110

PARIGI - "I nostri fabbricanti non si sono astenuti ; ma è ben lungi che vi siano tutti; così, pei Fiorentini, non trovammo che dei piano-forti a 7 ottave di Brizzi e Niccolai e di Volpi, che ha inoltre un piano-arpa di 6 ottave, nonché dei buoni intagli, alcuni dei quali dorati, di Valdinori." L'Economista, 10/11/1889, p. 714

PARIGI - "8. VOLPI (Gustave) & Cie, à Florence, via della Fonderia, 3. — Piano vertical à cordes droites." Catalogue général officiel de l'exposition universelle de 1889, p. 17 (gallica.bnf.fr)

 

Firenze 3, via della Fonderia  (***1889)(xx1890)(*1895)(*1896)

3, via San Ambrogio (x1906)

30, via Giuseppe Verdi (x1912)(**1933)

1, via Fiesolana (**1933)

 

'Fabbricatore di pianoforti ca. 1888-1933; (*1896)(⁷)

VOLPI & Cia (xx1890), 'Pianofabrik'

VOLPI M[ichelangelo] (x1906)(x1912)(**1933)

'Piano-Fabrik u. Musikinstr.-Handlung' (x1906)(x1912)

 

Elenco d'esposizione Bologna, 1888 |Medaglia di bronzo Parigi, 1889

 

BASSOLINI Luigi 1889 Brescia ?

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1889; (⁷)

 

 
AROSIO Valeriano

 

 

1893  

MARCA

KELINOD (⁷)

INFO EXTRA

AROSIO Emilio & Figlio

 

Lodi

Codogno

CASA PRINCIPALE : 39, Corso Roma (x1906)

Angolo via XX Settembre (1926)

48-50, Corso Roma (1926)(*1929)

a Lodi

FILIALE : a Codogno (*1929)

 

'Fabbricante di pianoforti' verticali ca. 1889-1929 [dal 1893 (x1906)]; (x1889)

'Accordatore di pianoforti' (x1889)

AROSIO Valeriano (xx1890), 'Pianobauer u. Händler'

AROSIO Emilio (x1896)(x1899)(x1906)

 'Negozio di pianoforti' (x1896)(x1899) a Lodi

'Drehpiano-Macher, Musikal.-, Piano- u. Instrumenten-Händler' (x1906)

AROSIO E[milio] & Figli (*1929)

 

 

CAPMAN

1894

 

CAPO DI UNA CARTA

 

Torino

27, via Bernardino Galliari (*1929)(1943)(*1953)

5, Corso Brin (**1960)

 

Fabbricante di pianoforti ed autopiani ca. 1894-1960

Marca da Leonida FEA

CAPMAN Antonio (*1929)

1953 - "CAPMAN di L. FEA & C. - fabbricazione commercio pianoforti - Torino, v. Bernardino Galliari 27. — Modifica : trasf. in c. B. Brin 5.20." Cronache Economiche. N.130, Ottobre 1953, p. 79 (Bess Digital Archive)

1960 - "DITTA CAPMAN di L. Fea & C. s.r.l. - fabbr. comm. pianoforti ed affini -Torino, c. B. Brin 5 — Modifica : nuova ragione sociale: CAPMAN di L. Fea & C." Cronache Economiche. N.210, Giugno 1960, p. 92 (Bess Digital Archive)

1960 - "CAPMAN di Fea Leonida & C., Soc. in nome coll., Pianoforti (Art.) - Torino, Corso Brin 5 - Anno di fondazione accertato : 1894." Cronache economiche, N.216, Dicembre 1960, p. 38 (Bess Digital Archive)

VEDETE ANCHE ...

FEA a Torino (°1900)

 

 
DAVERIO Giosuè 1894  

MILANO - "Entriamo nel salone riservato ai pianoforti ed agli organi. Espongono pianoforti Daverio Giosuè, Sala Francesco e Figli, Norcini Angelo, Angelo Stangalini, Mola Giuseppe, Pellandi Ottina, F. Colombo, Brizzi e Nicolai, Roeseler Carlo, Perotti Carlo, Mattarello Vincenzo, Daverio Luigi, Garatti e C. che espone oltre i pianoforti anche gli armonium, i Fratelli Pozzi coi pianoforti a manubrio, ecc." Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano, 1894, p. 175

Milano  

v. Ugo Fionolo (*1893)

via Dante (*1895)(*1896)(*1897)

14, via San Pietro all'Orto (**1906)(x1906)(x1912)(*1929)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ed armonium ca. 1894-1929; (⁷)

'Piano-Handlung' (x1906)

'Piano- u. Harmonium-Handlung' (x1912)

Elenco d'esposizione Milano, 1894

   

ORIOLI Oreste 1894 CAPO DI UNA FATTURA

Milano  

8, via Tadino (?)(²)

2, via L. Spallanzani (1894)(²)(x1896)

 40, via Panfilo Castaldi
 (1897)
(²)(x1899)

 38, via [Panfilo] Castaldi (1902)(²)

 10, Corso Buenos Aires (1903)(²)(**1906)(x1906)(*1910)(x1912)

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1894-1910; (⁷)

ORIOLO Oreste (x1896)

ORIOLO Ernesto (x1899)

GALLINI Natale ca. 1900

ORIOLO Oreste (**1906)(x1906)(x1912)

'Piano-Reparateur' (x1906)

'Piano-Reparateur u. -Stimmer. Vertreter von Ed. Seiler, Liegnitz' (x1912)

 
GRIFFINI G. 1897 Milano 15, via Olona (*1929)

 

Fabbrica di pianoforti e piani a cilindro automatici ca. 1897-1929; (*1929)

 
RIVOREDA Giuseppe 1897 Torino  

46, via Ormea (1895)(¹⁰)

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1895-97; (⁷)

 
ZUCCA Francesco 1897 Torino  

23, via Ormea (1897)(¹⁰)(x1899)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907)(*1909)(*1910)(x1912)

 

Fabbricazione di tastiere per pianoforti ca. 1897-1912; (⁷)

'Klaviaturen- u. Saiten-Macher' (x1912)

 
TEDESCHI & RAFFAEL 1898

Ars et labor: rivista mensile illustrata, 1906, p. 859

Milano  

36, Piazza Deferrari (**1889)

6, via Santa Maria Segreta (x1896)(x1906)(x1912)

3, via Dante (*1903)(*1905)(*1906)(**1906)(x1906)(*1909)(*1910)(x1912)(*1929)

 

Negoziante e fabbricante di pianoforti a muro ca. 1889-1929; (*1909)(*1910)

Ed 'piani melodichi e arpe' (⁷)

Questa ditta era prodotto il migliore arpe italiane.

"Alla Tedeschi e Raffael spettava dunque il merito di essere tra le prime ditte in Italia produttrici di arpe, addiritura la prima, secondo la Gazzetta Musicale milanese." (¹⁶)

"Nel 1896 la Tedeschi e Raffael, società milanese di costruttori, otteneva un esito brillantissimo dal collaudo di un'arpa di propria fabbricazione. L'arpa era in stile gotico, a doppia meccanica, con 46 corde." (¹⁶)

"La ditta Tedeschi e Raffael ha il merito di aver per la prima introdotto in Italia questa nuova industria, che fino ad oggi è stata monopolio delle case Erard di Parigi e di Londra." Rivista musicale italiana, Volume 5, 1898

'Piano-, Harmonium- u. Piano-Melodico- (System Erard)-Handlung' (x1906)

'Piano-, Harmonium- u. Musikw.-Handlung' (x1912)

 

ALETTI Carlo

1899

Monza  (Milano)

 

6, via XX Settembre (x1906)(x1912)

1, via Solferino (*1929)

 

 

Fabbricante e/o negoziante di fabbrica d'organi da chiesa ca. 1899-1929; (x1899)

ALETTI Carlo (x1899)(y1908)

 'Fabbrica di Organi da Chiesa e Pianoforti' (x1899)(y1908)

ALETTI Carlo & Figli (19??)

ALETTI Fratelli (x1906)(x1912)(y1918)(*1929)

'Orgelbauer u. Piano-Händler' (x1906)(x1912)

 

 
     

(*1858): 'Album descrittivo della sesta esposizione nazionale di prodotti d'industria nell'anno 1858', Torino 1858

(xx1855): 'Annuaire général du commerce, de l'industrie, de la magistrature et de l'administration : ou almanach des 500.000 adresses de Paris, des départements et des pays étrangers', 1855, p. 2223 (gallica.bnf.fr)

(**1858): 'Annuaire-almanach du commerce, de l'industrie, de la magistrature et de l'administration : ou almanach des 500.000 adresses de Paris, des départements et des pays étrangers' : Firmin Didot et Bottin réunis, 1858, p. 2308 (gallica.bnf.fr)

(***1858): 'Guida di Milano per l'anno 1858', p. 656-658

(*1860): 'Elementi di geografia dell'Italia: Con cenni storici e statistici', Amato Amati, 1860

(x1860): 'Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia, viaggi e commercio', Presso La Societa, 1860

(*1861): 'Consiglio dei giurati: Cenno sommario dui giudizi emessi dalla commissione ...', 1861, p. 6-7

(**1861): 'Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861', Volume 2, 1861

(*1862): 'Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale', Firenze, 1862

(***1863): 'Guida civile amministrativa commerciale della città di Firenze', 1863, p. 328

(**1864): 'A handbook for travellers in Sicily', 1864, p. 5

(*1867): 'Catalogue général'‎, 1867

(**1867): 'L'Italie économique, avec un aperçu des industries italiennes à l'Exposition ...‎', 1867

(*1868) 'Guida pratica per costruttori, accordatori, dilettanti e possessori di pianoforti', Sievers, 1868

(**1868): 'Torino e le sue vie', Giuseppe Torricella, 1868

(xx1868): 'Rivista contemporanea nazionale italiana', 1868, p. 276

(*1869): 'La musique, les musiciens et les instruments de musique: chez les différents ...', Oscar Comettant, 1869

(*1870): 'Almanacco e guida schematica di Trieste per l'anno 1862, 1865 ...', Volume 3, 1870

(**1870): 'Guida di Milano Per L' Anno 1870', 1870, p. 797-799 (archive.org)

(***1870): 'Guida di Novara', 1870, p. 353-354

(x1870): 'Storia e statistica delle industrie venete e accenni al loro avvenire', Alberto Errera, 1870, p. 646-649

(*1871): 'Il lago Maggiore e suoi dintorni', Luigi Boniforti, 1871

(**1871): 'Rivista contemporanea', Volume 54, 1871

(***1871): 'Oltre 12000 indicazioni ossia Guida scientifica, artistica e commerciale, di Roma', 1871, p. 242

(x1871): 'Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della ...', 1871, p. 189-190

(xx1871): 'Guida di Torino', 1871, p. 184

(xxx1871): 'Atti della esposizione agricola, industriale e di belle arti tenuta in 1871', p. 56

(y1871): 'Guida di Milano', 1871, p. 836-837 (archive.org)

(yy1871): 'Relazione illustrata della esposizione campionaria fatta per cura della Società promotrice dell'Industria nazionale', 1871, p. 188-189

(*1871-72): 'Guida generale di Torino e Italia, anni 1871-72', G. Galvanoe, 1872

(*1872): 'A Pocket Guide for Travellers at Naples by E. Cedronio : Translated from the ...', 1872, p. 23

(*1873): 'Guida di Novara coi suoi sobborghi ed aggregati per l'anno 1873', p. 296 (archive.org)

(**1873): 'Guida generale di Milano ed intera provincia contenente gli indirizzi di ...', 1873, p. 44

(xx1874): 'Guida commerciale descrittiva di Genova', 1874, p. 593-594 (archive.org)

(y1875): 'Guida scematica della città di Trieste', 1875, p. 179, Accordatori p. 138

(**1876): 'Lo lampo giornale elettreco pe ttutte', 13/04/1876, p. 2-3

(x1876): 'Italy: Handbook for Travellers. Third Part. Southern Italy and Sicily, Etc.', 1876, p. 28

(y1876): 'Guida scematica della città di Trieste', 1876, p. 170, Accordatori p. 148 (archive.org)

(y1877): 'Guida scematica della città di Trieste', 1877, p. 259 (archive.org)

(*1878): 'Rapport sur les instruments de musiques à l'exposition universelle de 1878', Chouquet

(**1878): ' Catalogue des exposants: Section d'Autriche ; Exposition universelle de 1878, p. 20

(x1878): 'Rosenzweig's Allgemeines Original-Adressbuch', 1878-79, p. 568, et Pianoforte-Fabriken und Niederlagen p. 1015

(y1878): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1878, p. 252, Accordatori p. 229 (archive.org)

(**1879): 'Guida di Milano Per L'Anno 1879', 1879, p. 1076-1079 (archive.org)

(x1879): 'Gewerbliches Adressbuch der südlichen Provinzen Oesterreichs ...(, 1879, p. 186-187

(y1879): 'Almanacco e guida scematica di Trieste per l'anno 1879', 1879, p. 259, Accordatori p. 235 (archive.org)

(x1880): 'Indicatore generale della città di Firenze amministrativo, commerciale ...', 1880, p. 233-234

(xx1880): 'Nuova guida della città di Milano e sobborghi ideata e compilata da G. Savallo', 1880, p. 7+25

(yy1880): 'L'Arte Triest: rassegna di teatri, scienzi e lettere con annessa Agenzia', 29/02/1880, p. 6

(**1881): 'Nuova guida della città di Milano e sobborghi pel 1881' (archive.org)

(xx1881): 'Almanacco e guida scematica di Trieste per l'anno 1881', p. 202+254 (archive.org)

(*1882): 'Carteggio Verdi-Ricordi', 1882-1885, Giuseppe Verdi, Marisa Di Gregorio Casati, Franca Cella, Istituto di studi verdiani

(x1882): 'The Egyptian Gazette', n° 384, 21/12/1882, p. 1 (cealex.org)

(xx1882): 'Guida di Milano', 1882, p. 1130-1132 (archive.org)

(y1882): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1882, p. 160, Accordatori p. 135 (archive.org)

(**1883): 'Annuario scientifico ed industriale', 1883, p. 528

(xx1883): 'The Egyptian Gazette', n° 392, 02/01/1883, p. 1 (cealex.org)

(x1884): 'Esposizione generale italiana', Torino, 1884, p. 236 (MuseoTorino.it)

(y1884): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1884, p. 170, Accordatori p. 144 (archive.org)

(xx1884): 'Guida di Milano', 1884, p. 351

(x1885): 'Camera di commercio ed arti', Torino, 1885, p. 10 (MuseoTorino.it)

(y1885): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1885, p. 170, Accordatori p. 143 (archive.org)

(**1886): 'Guida di Milano Per L' Anno 1886', 1886, p. 1117-1119 (archive.org)

(y1886): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1886, p. 165, Accordatori p. 139 (archive.org)

(y1887): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1887, p. 238, Accordatori p. 147-148 (archive.org)

(x1888): 'Guida di Milano', 1888, p. 386-387

(y1888): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1888, p. 147, Accordatori p. 149 (archive.org)

(yy1888): 'Guida commerciale di Como', 1888, p. 99

(**1889): 'Annuario Lossa almanacco di commercio delle citta di Genova, Milano e Torino ...', 1889, p. 237-239

(***1889): 'Catalogue général officiel de l'exposition universelle de 1889', p. 17 (gallica.bnf.fr)

(x1889): 'Annuario d'Italia amministrativo-commerciale', 1889, Torino p. 227, Novara p. 443, Vercelli p. 504, Cornigliano Ligure p. 579, Milano p. 692, Lodi p. 750, Piacenza p. 1404, Firenze p. 1476

(y1889): 'Almanacco e guida scematica della città di Trieste', 1889, p. 176, Accordatori p. 150 (archive.org)

(xx1890): 'Weltadressbuch der gesammten Musikinstrumenten-Industrie', 1890, Bozen (Bolzano) p. 70, Triest p. 81, Bologna p. 134, Casale p. 135, Cigliano p. 135, Como p. 135, Florenz p. 135-136, Lodi p. 137, Mailand p. 137-138, Neapel p. 138-1399, Novara p. 139, Piacenza p. 140, Rom p. 140-141, Turin p. 142-143, Venedig p. 143, Vicenza p. 144 (digital.slub-dresden.de)

(**1891): 'Annali di statistica, Il Ministero', 1891, p. 115

(***1891): 'L'avvisatore ecclesiastico in Savona', 1891, p. 300

(*1892): 'Annali di statistica', 1892

(**1892): 'Italien : Unter-Italien und Sizilien nebst Ausflügen nach den Liparischen Inseln, Sardinien, Malta, Tunis und Corfu', 1892, p. 25

(*1893): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1893 (gallica.bnf.fr)

(**1893): 'Annuario d'Italia, Calendario generale del Regno', 1893, Roma p. 1788, Napoli p. 2159, Palermo p. 2631, Cagliari p. 2807

(y1894): 'Guide del visitatore nelle esposizioni riunite del 1894 in Milano', 1894, p. 175

(*1895): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1895 (gallica.bnf.fr)

(*1896): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1896 (gallica.bnf.fr)

(x1896): 'Annuario d'Italia, Calendario generale del Regno', 1896, Novara p. 672, Torino p. 497-499, Piacenza p. 1438, Firenze p. 1495, Pesaro p. 1665, Udine p. 1269, Cornigliano p. 782, Lodi p. 916, Torino p. 497-499, Napoli p. 1934, Genova p. 764, Varese p. 1058, Venezia p. 1180, Como p. 1021, Milano p. 877

(*1897): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1897 (gallica.bnf.fr) 

(*1898): 'Rivista musicale italiana', Volume 5, 1898

(**1898): 'L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino' 1898, p. 39 (MuseoTorino.it)

(**1899): 'Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia', Roma, Sabato 25 Marzo, 1899, p. 1175 (19)

(x1899): 'Annuario d'Italia guida generale del Regno', 1899, Torino p. 448, Cuneo p. 591, Novara p. 641, Cigliano p. 705, Udine p. 1316, Firenze p. 1579, Milano p. 876, Lodi p. 921, Monza p. 931, Como p. 1034, Varese p. 1075, Venezia p. 1212, Bologna p. 1426, Piacenza p. 1515, Trieste p. 2616

 

 

   

(**1900): 'Statistica Industriale', 1900, p. 142+320

(***1900): 'Catalogue général officiel. Tome troisième, Groupe III : instruments et procédés généraux des lettres, des sciences et des arts : classes 11 à 18, 1900', p. 546-549 (archive.org)

(*1903): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1903 (gallica.bnf.fr)

(**1904): 'Emporium', 1904, n. 111, p. 490

(y1904): 'Adressbuch aller Länder der Erde, der Kaufleute, Fabrikanten ...' 1904, Trieste p. 46

(*1905): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1905 (gallica.bnf.fr)

(x1905): 'Milano Scelta: Guida della società milanese', 1905 (archive.org)

(*1906): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1906

(**1906): 'Guida commerciale ed industriale della Lombardia', 1906, p. 795

(x1906): 'Weltadressbuch der gesammten Musikinstrumenten-Industrie', 1906, Meran p. 265, Triest p. 280, Alba p. 499, Alessandria p. 499, Bologna p. 501, Casale Monferrato p. 502, Cigliano p. 503, Como p. 503, Corbetta p. 503, Cornigliano p. 505, Firenze p. 505-506, Lodi p. 508, Milano p. 508-510, Monza p. 511, Napoli p. 511-514, Novara p. 514, Palermo p. 515, Pavia p. 515, Piacenza p. 516, Tradate p. 520, Treviglio p. 521, Torino p. 521-522 (digital.sim.spk-berlin.de)

(y1906): 'Guida commerciale d'Italia e delle colonie', 1906, Napoli p. 612

(*1907): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1907 (gallica.bnf.fr)

(y1907): 'Kelly's Directory of Merchants, Manufacturers and Shippers', 1907, Trieste p. 443

(y1908): 'Guida commerciale d'Italia e delle colonie', 1908, Tradate p. 3035, Monza p. 4716

(*1909): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1909 (gallica.bnf.fr)

(*1910): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1910 (gallica.bnf.fr), Italia p. 1273-1284

(*1912): 'Guida di Novara', 1912, p. 296

(x1912): 'Welt-Adressbuch der gesamten Musikinstrumenten-Industrie', 1912, Bozen p. 331, Gorizia p. 337, Graz p. 344-345, Trieste p. 370-371, Alba p. 639, Bologna p. 641, Casale Monferrato p. 643, Como p. 646, Firenze p. 648-649, Milano p. 652-655, Monza p. 656, Novara p. 659, Pavia p. 661, Pesaro p. 661, Piacenza p. 661, Sampierdarena p. 665, Stresa p. 667, Tradate p. 667, Torino p. 668-670, Vicenza p. 672 (digital.sim.spk-berlin.de)

(*1913): 'Musique-Adresses Universel', 1913

(xx1913): 'The 1913 Egyptian Directory', 1913, IV, p. 106 (cealex.org)

(xx1914): 'Triester Zeitung', 04/07/1914, p. 4 (archiviodistatotrieste.it)

(y1914): 'La Trinacria Annuario di Sicilia', 1914, Catania p. 573

(y1918): 'Albo dei produttori italiani in ogni ramo industriale', 1918, p. 597-599

(*1919): 'Music Trades, Volume 58, 1919

(y1920): 'Manuale della provincia di Como per l'anno 1920', Lecco p. 60, Como p. 249

(*1921): 'The music trade directory', Vol. 32, 1921

(*1929): 'Musique-Adresses Universel', 1929

(**1929): 'Pierre Key's music year book', 1929

(*1932): 'Annuario italiano agricoltura-industrie-commerci-arti e professioni d'Italia ...', 1932, p. 368

(*1933): 'Torino-Aosta e Provincie', 1933, p. 470 (museotorino.it)

(**1933): 'Annuario generale d'Italia guida generale del Regno', 1933, Ancona p. 1082 + p. 1087, Aquila p. 1673, Avellino p. 2014, Arezzo p. 810, Benevento p. 2050, Bologna p. 350, Chieti p. 1723, Ferrara p. 412, Firenze p. 713 + p. 735, Fiume p. 226 + p. 220, Forli p. 461, Lucca p. 907, Macerata p. 1174, Modena p. 485, Napoli p. 1914-1915, Parma p. 529, Perugia p. 1259 + p. 1242, Pesaro p. 1208, Pescara p. 1764, Piacenza p. 568, Pisa p. 983, Pistoia p. 1020, Pola p. 271, Prato p. 786, Ravenna p. 617, Roma p. 1465 + p. 1544, Salerno p. 2091Siena p. 1046, Sorrento p. 1998Teramo p. 1783, Terni p. 1297, Tesero p. 67, Trento p. 17, Trieste p. 189, Viterbo p. 1616

(y1933): 'Annuario industriale della Provincia di Milano', 1933, p. 787-788

(yy1933): 'Guida genovese "Opera Pompei" amministrativa - industriale - commerciale', 1933, p. 2690+112+1622

(**1935): 'Annuario generale d'Italia guida generale del Regno', 1935, p. 1331+2132+487

(y1935): 'Napoli e i napoletani guida pratica illustrata' 1935, p. 494

(y1936): 'Annuario genovese guida amministrativa, commerciale, industriale e marittima ecc', 1936-37, p. 1640

(*1937): 'Guida industriale e commerciale', 1937, p. 596-597

(y1937): 'Annuario industriale della provincia di Torino', 1937, p. 410-411

(*1939): 'Annuario generale d'Italia e dell'Impero italiano', 1939, Alessandria p. 232, Bergamo p. 1398, Como p. 1578, Genova p. 762, Mantova p. 1736, Novara p. 500, Savona p. 934, Torino p. 121, Varese p. 1903

(x1939): 'Annuario industriale della provincia di Torino', 1939, p. 398-399

(y1939): 'Annuario politecnico italiano rassegna tecnica di tutte le industrie ...', 1939, p. 1252-1253

(y1940): 'Guida generale di Trieste e commerciale della Venezia Giulia, Fiume, Sebenico, Zara', 1940, p. 273

(yy1940): 'Guida di Milano e provincia', 1940, Milano p. 1683-1684

(y1941): 'Annuario generale del Piemonte e della Liguria occidentale guida commerciale ...', 1941, p. 376-378

(y1942): 'Annuario politecnico italiano rassegna tecnica di tutte le industrie ...', 1942-43, p. 431

(y1947): 'Annuario dell'Industria e commercio Guida generale del Regno d'Italia', 1947, p. 469

(*1953): 'Cronache Economiche'. N.130, Ottobre 1953, p. 79 (Bess Digital Archive)

(*1957): 'Cronache Economiche. N.180, Dicembre 1957, p. 52 (Bess Digital Archive)

(**1960): 'Cronache Economiche'. N.210, Giugno 1960, p. 92 (Bess Digital Archive)

(¹): 'Histoire de piano de 1700 à 1950', Mario Pizzi, 1983

(²): 'Costruttori e rivenditori di strumenti musicali a Milano nella «Guida Savallo» (1880-1920)', PAOLA CARLOMAGNO

(³): 'Pianos and Their Makers'Alfred Dolge, Courier Dover Publications, 1972

(⁴): 'I costruttori di pianoforti a Milano tra XVIII e XIX secolo', per Renato Meucci

(⁵): The Songs Of Luigi Gordigiani (1806-1860),- “Lo Schuberto Italiano”, by THOMAS M. CIMARUSTI

(⁷): 'The Piano', Cyril Ehrlich

(⁸): Fonti musicali italiane: FMI. - Volume 12, p. 181

(⁹): LEP Pianoatlas - R - S

(¹⁰): 'Un'industria «troppo imperfetta» : la fabbricazione dei pianoforti a Torino nell'Ottocento'

 

in ordine alfabetico

a | b | c | d | e | f | g | h | i | j | k | l | m | n | o | p | q | r | s | t | u | v | w | x | y | z

 per data di fondazione

1710-1849 | 1850-1899 | 1900-2023


 © Copyright all rights reserved