home | Fabbricanti di pianoforti in Italia | contatti


 

Fabbricanti di Pianoforti in Italia

Cerco ancora le foto di pianoforti italiani antichi e le foto di signature di pianoforti italiani  
© Copyright all rights reserved

a | b | c | d | e | f | g | h | i | j | k | l | m | n | o | p | q | r | s | t | u | v | w | x | y | z

Marche Logo Informazione Indirizzi
       
ABATE Stefano
| ABBATI

 

 

 

"Avviso musicale. Articolo estratto dal foglio d'Annunzi dell' I. R. Gazzetta privilegiata di Vienna : Sul dubbio che alcuni negozianti d'Italia mettano il mio nome a cembali non sortiti dalla mia fabbrica, credo oppotuno d'avvertire il pubblico che il solo deposito dei clavicembali da me fabbricato trovasi presso il sig. Stefano Abate, il quale n'è incarato della vendita nel Regno Lombardo-Veneto e nel Piemonte. Quindi i miei cembali avranno sempre l'inscrzione : Gaspare Lorenz in Vienna fabbricatore di piano-forte d'ogni sorta da ritrovare da Stefano Abate a Milano ed a Torino. In Milano il deposito è nella contrada dei Visconti, n. 4923." Gazzetta privilegiata di Milano, 10|09/1833, p. 822

"Avviso musicale. Stefano Abate ha l'onore di prevenire il pubblico che presso lui solo, in contrado dei Visconti al n.° 4923, si trovono i cembali a sette ottave, perfezionati dall'ora rinomatissimo Caspare Lorenz di Vienne. Esso prende commisione per cembali di minor estenssione ad un terzo meno dei prezzi finora praticati; e da a nolo cembali di sette ottave." Gazzetta privilegiata di Milano, 10/09/1833, p. 1112

"Abate Stefano, unico depositario nel Regno Lombardo-Veneto e negli Stati di S. M. Sarda, dei cembali tanto a coda che a tavola, a sette ottave complete, della rinomata fabbrica di Gaspare Lorenz di Vienna, c. dell'Agnello, 963." Guida di Milano per l'anno 1836, p. 232

"Abate Stefano, negoziante fabbricatore di cembali in Vienna, con deposito in Milano, c. dell'Agnello 963." Guida di Milano per l'anno 1842, p. 439

"Leggo nel suo reputato giornale, L'Italia Musicale del giorno 7 giugno corrente, che il piano-forte da me esposto nel Palazzo di Brera sia di fabbricazione viennese. Posso assicurarla che il suddetto istromento è stato frabbricato nel mio opificio in Milano, come potrà ella leggere nell'indicatore degli oggetti d'arti meccaniche, ed agricole, mentre non è nel mio carattere l'esporre un piano-forte fabbricato a Vienna dicendo essere fabbricato in Milano e cosi ingannare quest'I. R. Commissione, non che il pubblico milanese.
La prego per tanto a voler rettificare tale errore coll'inserire la presente nel prossimo numero del sudetto girnale. Permesso del favore, ho l'onore di prefessarmi. Suo Devotissimo Servitore, Stefano Abate. Milano il 10 Giugno 1851
.
Per l'amore di quell' imparzialità che deve guidare ogni critico, abbiamo dato luogo alla lettera suddetta; a giustificare poi la nostra asserzione, riportiamo l'indirizzo del signor Abate medesimo quale l'abbiamo trovato sul suo piano-forte : Deposito, di Clavicembali presso Stefano Abate in Milano contrada dell'Agnello, N. 963. Con fabbrica per proprio conto in Vienna." L'Italia musicale, Volume 3, 11/ 06/1851, p. 188

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1833-73

'Negoziante di cembali' (1837)(15) e 'professore di Piano-Forte'

Vedere anche Giuseppe PRESTINARI a Milano per un conflitto ca. 1833.

In 1851 fuso con VAGO Antonio dal 1853.

Negozio di pianoforti (**1873)

MILANO - "Nella stessa sala scorgonsi cinque pianoforti; due a coda e tre verticali, eleganti tutti nella forma senza primeggiare per lusso di vaghe intarsiature. Fra questi piano-forti crediamo dover eccettuare quello verticale del signor Stefano Abate; poiché sebbene pregievole, è lavoro di Vienna, nella quale città tiene egli opificio per proprio conto mentre in Milano non possiede che un deposito delle viennesi manifatture, come rilevasi dal suo stesso indirizzo." Esposizione Palazzo di Brera, Milano,  L'Italia musicale, Volume 3, Francesco Lucca, 1851, p. 181

MILANO - "Pianoforte verticale fabbricato da STEFANO ABATE, in in Milano. -Contrada dell’Agnello, N. 965." Atti della distribuzione de' premj d'industria, Volume 15, 1851

MILANO - "... ed il signor Abate presentò pure un piano forte d'ottima costruzione che non potè essere giudicato per essere giunto troppo lardi al concorso." Elenco d'esposizione Milano, 1853

MILANO - "Di molta lode sarà certamente trovato meritevole un piano-forte presentato dal signor Abate, ma quando non poteva più essere sottoposto a giudizio per premio. E sarebbe desiderabile che l'industre artefice, tolto al lavoro di semplice ristauratore di piano-forti, a cui dedica quasi tutto il suo tempo, potesse intieramente rivolgersi alla loro fabbricazione; chè il paese acquisterebbe un'altra pregevole officina." Giornale dell'I.R. Istituto Lombardo di Scienze, Lettere ed Arti e ..., 1853, p. 118

Brevetto del 1839 : "N° 76 - Gov. N. 41510-2207. - A Gaspare Lorenz fabbricatore di clavicembali a Vienna Wieden N. 125, e Stefano Abate negoziante di clavicembali a Milano N. 955 venne concesso un privilegio di due anni in data 9 agosto 1839 pel miglioramento di combinare la cassa armonica dei clavicembali con coste collocate in quadrato, per cui l'istrumento acquista un tuono più forte del solito. Aulico Dispaccio 20 agosto 1839 N. 26611-1981." Collezione delle leggi, istruzioni e disposizioni di massima pubblicate o ..., 1839, p. 213 - Vedete LORENZ

Brevetto del 1835-39 : "Lorenz Gaspare. Privilegio accordatogli per miglioramento nella costruzione del pianoforte trasversale: 1835, voi. I, part. a , pag. 90. — ed Abate Stefano. Privilegio ad essi accordato per migliorata costruzione de'cembali: 1839, voi. II, part. a, pag. 348." Raccolta degli atti dei governi di Milano e di Venezia e delle disposizioni, 1842, p. 224

Elenco d'espozizione Milano, 1851 | Elenco d'esposizione Milano, 1853

 

4923, contrado dei Visconti (**1833)(**1834), 963, contrada dell'Agnello (**1836)(**1837)(x1838)(**1839)(**1841)(**1842)(***1845)(**1847)(**1850)(**1851)(**1853)(**1854)(**1855)(**1857)(***1858)(**1859), 12, via Soncino Merati (**1870)(**1871), 10, via Soncino Merati (**1873), Milano
ABBATE & Figlio  

 Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1893-97

21, corso Garibaldi (*1893), 42, corso Garibaldi (*1895)(*1897), Napoli
ABBATE L.  

 Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1895-97

23, Flavio Gioia (*1895)(*1897), Napoli
ABRT. i Fratelli  

Fabbrica di pianoforti ed armonium ca. 18??

Bovisio, Milano
AC 'Fabbricante di pianoforti' ca. 1895-97  

12, via Unione (*1895)(*1896)(*1897), Milano

 

ADDATI Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1893 8, via Cesarini (*1893), Roma
AGGIO Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 18?? ?
A.I.P.A.  

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1929

Associazione Industrie Pianoforti ed Affini

 

 26, via Monte di Pietà (*1929), 20, via Massena (*1929), Torino
AJELLO Carmelo  

PALERMO - "N.° 32 Fabbrica di pianoforti del signor Carmelo Ajello da Palermo.
Un pianoforte a due registri con bassa di ferro fuso. 360 Duc." Catalogo dei saggi d'Industria Nazionale presentati nella solenne ..., 1844, p. 17-18

 

'Fabbrica di pianoforti' ca. 1844

Medaglia di argento Palermo, 1844

VEDETE ANCHE ...

... un AJELLO a Londra ca. 1900

 Palermo
ALEGIANI Atillio Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1895-1907  

171, via Giulia (*1895)(*1896)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907), Roma

 

ALESSANDRONI Carlo  

VIENNA - "Paolo Alessandroni di Roma è un uomo d’ ingegno, il quale ha esposto un pianoforte a coda assai buono, fabbricato tutto intero da lui solo ed ha ottenuto anch’esso la Medaglia del Merito." Relazioni dei Giurati italiani sulla Esposizione universale di Vienna del ..., Giuria per la Esposizione universale di Vienna, 1873, p. 60

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1857-58

'Premiato con medaglia d'oro' (*1858) | Medaglia del Merito Vienna, 1873

38, via Matriciani (*1857)(*1858), Roma
ALETTI Carlo e Figli  

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricanti di pianoforti'  (°1901) Monza, Milano
ALFONSI Giulio  

INFO EXTRA

Sito ufficiale

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ed harmnium ca. 1906-33  

Via Leonina (1906), via del Banbuino, 101-103-105, via Giovanni Lanza (1933), Roma

 

ALFONSI Luigi  

MARCA

ALFONSI
Karl GESCHER

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1930  

Roma

 

ALLASIA Francesco

 

TORINO - "Un'altra medaglia d'oro la ebbe il Colombo, con quattro pianoforti di modesta apparenza ma di squisita fattura e di ottima prova. Altri piani vedemmo qua e là che sarebbe lungo enumerare, come quelli a cilindro di Allasia, gli altri di Stangalini di Vercelli, e quelli di Govino che ebbero una medaglia d'argento." L'Esposizione generale italiana e d'arte sacra: rassegna popolare illustrata, G. Sacerdote, Torino 1898, p. 350 (MuseoTorino.it)

TORINO - "Nella categoria dei piani meccanici, citeremo la Ditta Allasia di Torino, che espone buoni piani a cilindro ed a manivella, e la Ditta Ottina e Pellandi di Novara la cui produzione è assai notevole, non che il RaccaGiovanni di Bologna che espone i pianini melodici di sua invenzione a manivella ed a cartoni continui, che ad una voce omogenea uniscono il vantaggio di dare meccanicamente il colorito, l'espressione alla musoca che riproducono assai fedelmente." L'Esposizione nazionale del 1898, Roux Frassati, Torino 1898, p. 317 (MuseoTorino.it)

 

 

Fabbricante dei martelli per pianoforti ca. 1891-99

Medaglia di bronzo Torino, 1884 | Medaglia d'argento Torino, 1898

 

1, via degli Artisti (1891-96)(10), 2, via degli Artisti (1897-99)(10), Torino
ALLAYOLY Andrea  

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1878-91

Elenco d'esposizione Torino, 1884

 

 

9, via del Belvedere (1878)(10), via S. Filippo (1879)(10), 27, via Maria Vittoria (1880-83)(x1884), 91, Galleria nazionale (1891)(10), Torino

 

ALLEGRA Vicenzo  

 Fabbricante e/o negoziante di pianoforti (*1893)

 

Catania, Sicilia
ALESSANDRONI Carlo  

 Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1857

 

38, via Matriciani (xx1857), Roma
ALLESANDRONI Paolo  

VIENNA - " [...] L'idea delle sfregamento delle corde per mezzo di piccoli archi venne ripresa da un Gleichmann nel 1709 col clavicembalo-viola; poi da un Reisch nel 1758, che sostituì alle corde di metallo quelle di minugia; e , ai giorni nostri , dal P. Luigi Tapparelli d'Azeglio.
L'Azeglio tentò prima di ottenere la continuità del suono applicando l'attrito a molle d'acciaio e a serie di coristi, da cui sperava pure di ottenere la stabilità dell'accordatura; ma il suono non aveva ne intensità, ne volume. Prima a Palermo e poi a Roma, il d'Azeglio tornò all'attrito sulle corde, e chiamato in suo aiuto un abilissimo costruttore di pianoforti (l'Alessandroni che a Vienna riportò ora la medaglia del merito), condusse il suo strumento a tale perfezione che nel 1862 la Commissione pontificia, incaricata della scelta degli oggetti da mandarsi all'Esposizione di Londra, non dubitò di dargli quella distinzione. Il Liszt diede del violicembalo del P. Tapparelli un favorevolissimo giudizio, e desiderò che venisse chiamato symphonium.
[...] Insieme ai signori Caldera ed Alessandroni, ebbero all'Esposizione di Vienna la Medaglia del merito: Giuseppe Mola di Torino, per pianoforti a corde incrociate e per un grande armomium: Giovanni De Meglio e Giacomo Sievres di Napoli per pianoforti a coda e verticali; Ambrogio Santucci di Verona [...]"" L'Esposizione universale di Vienna del 1873 illustrata, 1873, p. 622

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1871-73


(il seguito)

VIENNA - "Paolo Alessandroni, de Rome, le dernier surtout, qui a exposé un grand piano à queue qui est une copie assez réussie des pianos Érard." L'Exposition universelle de Vienne: journal illustré, 1873, p. 554

VIENNA - "A loro onore ed incoraggiamento rammenteremo i nomi degli espositori che presentarono pianoforti migliori e melopiani, essi furono il Siever ed il Da Meglio di Napoli, Caldera e Brossa di Torino, Alessandroni di Roma ed il Mola e l’Aymonino di Torino i quali conseguirono la medaglia del merito. II Fusella di Torino ed il Giuliano di Napoli conseguirono pure il diploma di merito pei loro pianoforti a cilindro." L'Economista, 20 giugno 1875, p. 748 (Bess Digital Archive)

VIENNA - "19. Alessandroni Paolo, Roma. - Pianoforte a coda. [3105.]" Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

Elenco d'esposizione Vienna, 1873

 

 23, via di San Cosimato (x1871), Roma
ALLEVI Giuseppe Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1912  

3, via Barazzuolo San Martino (*1912), Novara

 

ALOVISIO Luigi  

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1838) Torino
ALOYSIO Antonio  

VIENNA - "9. Aloysio Antonio, Venezia. Pianoforte (nuovo sistema. di costruzione). - Flauto basso con l’estensione dei suoni a due ottave. - Metallocordo ad arco. - Prezzo dei suddetti istrumenti, L. 1000 ciascuno. [3089.]" Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1873

Elenco d'esposizione Vienna, 1873

Venezia
ALTARIVA Giuseppe

 

PARIGI - "Altariva (don Joseph), à Verceil (Novare).— Instrument ayant la forme d'un piano droit." Catalogue général: Exposition Universelle de 1867 à Paris, Volume 1, 1867, p. 126

 
 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1867

Elenco d'esposizione Parigi, 1867

 

Novarra
ALTERROCA Virgillio Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1929 Via C. Tacito (*1929), Terni
AMELIO Giacomo Fabbricante e/o negoziante di piani a cilindro ca. 18?? Mondovi
AMELLOTTI Fabbricante e/o negoziante di piani a cilindro ca. 18?? Casale Monferrato
AMELLOTTI Carlo  

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1884

Menzione onorevole Torino, 1884

 

Alessandria
AMENDOLA Antonio  

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1860) Napoli
AMIATI Fabbricante e/o negoziante di pianoforti circa 1850. (1) Torino
AMÒ Valentino  

FIRENZE - "L'ultimo piano-forte di cui si abbia a tener parola, è un piano-forte verticale, esposto dall'ingegnere Valentino Amò di Torino. Questo strumento non è fabbricato dall'esponente, ma per lo contrario è costrutto assai bene dal Roesler : per conto dell' Arno, ed all'effetto di applicare alla pratica certe sue speculative ; invenzioni. Presenta questo piano-forte due particolarità: 1° è un piano-forte traspositore, del quale facendo scorrere con facilità la tastiera da sinistra a destra, o da destra a siuistra si ottiene che venga spostata di per se la musica che vi si eseguisce, da uno fino a dodici semituoni, sopra o sotto al tuono in cui essa è scritta : 2° è un piano-forte, la cui tastiera ha i tasti tripartiti nella loro lunghezza anziché averli tali quali sono nelle tastiere usuali. La prima parte dell' invenzione è di patente utilità, e potrebbe riuscire assai comoda quando fosse applicata ai piano-forti da accompagnamento; la seconda, quando fosse adottata, rovescerebbe affatto l' attuai sistema del suonare e del digitare. Intorno a questa, per altro, la Sezione ha creduto doversi astenere dal proferire un giudizio, tanto perchè non era intorno ad essa ben chiara, quanto ancor più perchè secondo il tenore di una memoria a stampa con la quale dal signor Arno fu accompagnata la esposizione del suo strumento, apparisce non averlo neppure esposto a questo effetto." Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861, Volume 2, 1861

 

'Fabbricante di pianoforti'  verticali ca. 1861

Brevetto del 1847 : "Nuovo systema di tastiera e musicografia" Catalogo generale della libreria Italiana dall'anno 1847..., Volume 1, 1847

Elenco d'esposizione Firenze, 1861

Torino
ANDI Francesco Fabbrica pianoforti, organi ed armonium ca. 1929  

Borgo San Martino (Alessandria)(*1929)

 

ANELLI

(1795 - 1883)

 

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1836)

Codogno - Cremona - Lodi

ANGELERI Stefano  

"Angeleri Stefano, accordatore di cembali, ricapito presso i sigg. Meiners Gio. e figlio, librai, corso Francesco 975." Guida di Milano per l'anno 1842, p. 439

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1828-59 ed 'accordatore di cembali' (**1828)(**1836)(x1838)(**1847)  

2540, alle Cinque Vie (**1828)(**1829), 1578 A, contrada del Monte di Pietà (**1834)(**1836), 975, corsio del Duomo (**1837)(x1838), 975, corso Francesco (**1839)(**1841)(**1842)(***1845)(**1847)(**1850), 432, contrada del Durino (**1853)(**1854)(**1855)(**1857)(***1858)(**1859), Milano

 

ANGELINI Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1850  

120, corso San Romana (*1893), Milano

 

ANGELINI Carlo Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1850  

11, via Condotti (xx1855)(*1858), Roma

 

ANTOGNAZZA  

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti 1930 circa. (7)

MARCA

MULNIRR

 

Magenta
A.P.I.  

'Fabbricante di pianoforti e autopiani', 1928-33 circa. (7)

"AUTOPIANI PIANOFORTI ITALIA"

MARCA

KERSCHEN, Berlin

 

20, corso Lecce (*1929), Torino
AQUILINUS  

 Pianoforte a tavola ca. 1799, Museo degli Strumenti Musicali, Castello Sforzesco, Milano, Italia

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1799 Varese
ARANYOS Stefano  

"AVVISI INTERESSANTI ED ANNUNCI STEFANO ARANYOS

Rende noto al pubblico di avere stabilita in Bergamo nella contrada di San Lazzaro vicino alle cinque vie, Borgo San Leonardo al civico N. 793, una fabbrica di Piano-Forti tanto al uso di Vienna, sia con meccanismo Inglese e Francese, come pure di Fis-Armoniche d’ogni specie.

Si offre parimenti dispostu a qualunque ricerca per riparazioni, o accordatore ai Piano-Forti, il tutto a prezzi limitatissirui. (il seguito )


 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1846


(il seguito)

La lunga pratica da esso acquistata nelle primarie fabbriche in Vienna, in Praga, in Lipsia ed in Dresda o pone in situazione di assicurare ai rispettabili suoi ricorrenti d’ un perfetto lodevole servigio, e di garantirne la durazione, per lo che nutre ferma fiducia di vedersi onorato di commissioni.

A comodo dei signori committenti dell'alta Città previene d’ avere fissafo il suo ricapito presso il caffè Locatelli sul Mercato delle Scarpe." Giornale d'indizi giudiziari della provincia di Bergamo, 13/02/1846, p. 99

 

 

793, contrada di San Lazzaro vicino alle cinque vie, Borgo San Leonardo al civico (**1846), Bergamo

 

ARBIB Anna Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1895-1907  

79, via Veneto (*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907), Roma

 

ARCUNO Pasquale

 

Brevetto a Napoli del 1859 (17): 'Decreto che concede privativa al Signor Pasquale Arcuno del metodo di conciar le pelli di cervo ad uso de' martellini de' pianoforti. [...] Concediamo al Signor Pasquale Arcuno privilegio di anni cinque ne' reali dominii al di qua del Faro, ai termini del decreto de'2 di marzo 1810 (->)

 

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1859


(il seguito)

 provvisoriamente in vigore, pel suo metodo di conciare le pelli di cervo ad uso de' martellini de' pianoforti, giusta le descrizioni de positate presso il reale Istituto d'incoraggiamento ; rimanendo libero ad ognuno di adoperare qualunque altra maniera di concia per le dette pelli, che non sia quella di Arcuno." Collezione delle Leggi e de'Decreti Reali del Regno delle Due Sicilie, Naples (Kingdom), 1859, p. 252

 

Napoli ?
ARDUINO Luigi  

MARCA

EUPHONOS

 

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti, 1937-40 circa. (7)

"ARDUINO LUIGI -
fabb. pianoforti - Torino, via
S. Pellico 8 — Modifica : trasferito in Torino, v. Pr. Tommaso 188 bis, ang. v. S. Pellico "
Cronache Economiche. N.209, Maggio 1960, p. 84 (Bess Digital Archive)

 

8, via Silvio Pellico (*1960), 188 bis, via Pr. Tommaso (*1960), Torino
ARNO Ing. Valentino  

FIRENZE - "Arno ing. Valentino, Torino. — Pianoforte per trasposizione, Esposizione Firenze, 1861." Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale, Firenze, 1862

FIRENZE - "2464. Arni ing. Valentino, Torino.— Pianoforte (nuovo sistema)." Atti officiali della Esposizione italiana agraria, industriale e artistica..., 1861, p. 121-123

 

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1861

Elenco d'esposizione Firenze, 1861

Torino
ARNOLDI Biagio

 Fortepiano ca. 1790 e sua signatura, Museo del pianoforte storico e del suono, Fabriano, Italia
Fortepiano a
tavola del 1806, Collezione Radbon, Germania

'Fabbricante di pianoforti' ca. 1838-58 (11)

ARNOLDI Fratelli (*1858)

ARNOLDI Luigi (*1857)(*1858), forse un dei figli di ARNOLDI Biagio, sullo stesso indirizzo nel 1858.

Arnoldi nato in Trento, ma ha lavorato a Roma.

Trentino

21, via Condotti (*1838)(*1841)(*1843)(*1857)(*1858), Roma

ARNOLDI Carlo

(1764 - 1812 ?)

 

 

 

 

 

Fortepiano a tavolo del 1766, Collezione Radbon, Germania
Fortepiano a coda ca. 1780, Collezione Dr. Andreas Beurmann, Amburgo, Germania
Fortepiano a coda ca. 1780, harpsichord Clearing House,
Rehoboth, Massachusetts, U.S.
Fortepiano a coda 18° secolo, Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, Roma, Italia
Fortepiano per un bambino ca. 1790, Collezione d'Accademia dei Musici, Fabriano, Le Marche, Italia

1806

"[...] L'importanza di questi ed altri difetti, già notati nell'Enciclopedia, che per brevità tralasciamo, fece pensare, e risolvere a dare ai Piano-forti la forma de' Gravicembali, con chiamarli Pianoforti a coda. Non istaremo a decidere a chi debba darsi il vanto di anzianità riguardo a questa secondaria scoperta, se alla Italia, alla Germania, alla Inghilterra, o alla Francia. Osserveremo bensì, come del 1788, un certo fabbricatore Sig. Taskin avendo presentato per esaminare ai Signori Accademici delle Scienze di Parigi uno di questi tali Pianoforti a coda, fabbricato con nuovo genere di meccanismo, que' saggi deputati vi trovarono una gran complicazione e difficoltà nel meccanismo, avendo persino rilevato, che il Sig. Taskin avea posto un pezzo di legno, tra il piano armonico ed il bancone, acciocché lo sforzo delle corde non facesse unire queste due parti dell' istromento; il che prova ch'egli non era punto sicuro sulla solidità del suo istromento.

Ma il fatto sta che l'Italiano Sig. Carlo Arnoldi di Trento, (che è l' esimio fabbricatore in Roma, di cui e' incombe il parlare) fin dal 1782, cioè sei anni prima del Taskin, aveva di già costrutto uno di tali Piani a coda in Bologna; avendo anch' esso combinato nell' idea, che una tal forma gli avrebbe resi più estesi, e sonori. Sicuro per altro della solidità del suo lavoro, non adoprò né in quello, né in tutti gì' altri posteriormente fatti rinforzi, fortezza o altro. Lungi poi dal complicare l'istromento, e cavare dalle difficoltà nuovi pregi al medesimo; egli è al contrario riescito in inventare, e porre felicemente in esecuzione un quanto nuovo, altrettanto semplice meccanismo, per li martelli, e per la Tastiera in guisa che, per la facilità di rispondere, per l'eguaglianza, ed armonico effetto, è stato da' primi Suonatori di questo istromento, dichiarato il migliore di quanti se ne sono sentiti. (il seguito )

 

 

'Fabbricante di pianoforti'  circa 1790. (7)

Arnoldi nato in Trento, ma ha lavorato a Roma.

1806
(il seguito)

A togliere ognis ospetto di esagerazione, basterà, addurre in prova di fatto, che il celebre Compositore, e Suonatore Sig. Muzio Clementi Romano, avendo voluto in questi mesi scorsi rivedere la Patria, nella dimora che vi fece, visitò spesso l' opifizio dell' Arnoldi, assicurandolo che il meccanismo de' suoi istromenti, era a suo credere, il più atto ad esprimere con felicità la bella e variata armonia : quindi tuttoché proprietario di una fabbrica di piano-forti in Londra, e conoscitore delle fabbriche di Vienna, volle che l' Arnoldi glie ne fabbricasse un piccolo per suo uso. All' autorità del Clementi, il terrore de' più bravi Suonatori del Nord, potremo anche aggiungere quella del Sig. Sirletì, l'Achille fra gì' Italiani presenti, il quale nell' usare gì' istromenti del nostro Artefice, è obbligato di riconoscere anch'esso, che sono i più facili a rispondere, i più sonori, i più eguali, ed i più stimabili per tutti i riflessi. Né può essere altrimenti, non avendo mancato l'instancabile professore di perfezionare i suoi lavori, dando ad essi una forma galante e tersa, una solidità superiore, per cui reggono altresì l' accordatura, né cedono come tanti altri nel piano, con estenderli altresì sino a 6 ottave senza bisogno di rinforzi, e adattandovi varj altri istromenti, come l' arpa, e il fagotto.

Si paghino pur dunque i Piano-forti stranieri le somme che vuole il capriccio, e la moda: non importa: importa che i Piano-forti Romani siano egualmente buoni che gli altri; che quest' arte vanti qui nel Sig. Arnoldi un professor niente meno valente de' Transalpini; e che si possa conchiudere a ragion veduta, che il ritrovato di istromento così celeste ebbe in Italia la cuna, ed il compimento."
Memorie enciclopediche romane sulle belle arti, antichità, etc., Giuseppe Antonio Guattani, 1806, p. 148 - 150 - Vedete TASKIN (°1757)

1832

"Carlo Arnoldi, vetraro di S. S. R. M., già sotto portici delle Regie Segreterie, ha trasferto provvisoriamente il suo laboratorio nella Piazza Carignano, casa Morelli, accanto alla porta n° 6." Gazzetta piemontese, 12/05/1832, p. 394

"Arnoldi Carlo, vendita a prezzi discretissimi di quadri di ogni genere, piazza s. Claudio n. 92." Almanacco letterario, scientifico, giudiziario, commerciale, artistico ..., 1841, p. 332

"94. I quattro fabbricatori di pianoforti erano : Arnoldi Biagio (a via Condotti), Arnoldi Carlo (a piazza di S. Claudio), Pietrelli Domenico (a via della Fontanella di Borghese) e Ricchi Luigi (a via del Corso)." Aspetti e momenti della vita economica di Roma e del Lazio nei secoli XVIII, p. 301

Medaglia a Roma, 1810

 

Trentino

Bologna

piazza Carignano, casa Morelli, accanto alla porta n° 6 (*1832), Genova

92, piazza di San Claudio (*1838)(*1841)(*1843), Roma

ARNOLDI Francesco Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1866  

20, via Bocca di Leone (*1866), Roma

 

AROSIO

 

MARCA

KELINOD

 

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti, 1920-40 circa. (7)

 

Torino
AROSIO Emilio e Figlio  

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1857) Lodi
A. R. P.  

Artigiani Riuniti Pianoforti (data ?)

ARP produsse circa cinquecento strumenti, di apprezzata sonorità dovuta alla scelta dei materiali e allo studio delle misure.

 

Cremona
ARRIGONI  

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1865) Monza
ARTARIA Ferdinando  

"Artaria Ferdinando, negoz. di musica, cembali di Vienna, stampe e carte geografiche, c. di s. Margherita, 1110." Almanacco di commercio, Milano, 1820, p. 117



Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1818-39

ARTARIA Ferdinando e figlio (**1837)(x1838)(**1839)

 

1110, Calle di Santa Margherita [sull' angelo di s. Protaso ad Monacos] (**1818)(**1820)(**1821)(**1822)(**1826)(**1827)(**1828)(**1829)(**1837)(x1838)(**1839), Milano

 

ARTARIA Epimaco e Pasquale  

"A Artaria Epimaco e Pasquale, negoz. di musica, di stampe incise e carte geografiche, c. s. Margherita sull'angolo s. Protaso ad Monachos 1110." Guida di Milano per l'anno 1836, p. 232

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1831-36  

1110, contrada Santa Margherita sull'angolo San Protaso ad Monachos (**1831)(**1834)(**1836), Milano

 

ASTI Luigi Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1909  

9, via Rocca Leone (*1909), Roma

 

ASTORRE - MASONI  

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1921

"Pianoforti, armoniums, pianiautomatici, strumenti acorda, musica." The Music Trade Directory, Volume 32, 1921

 

13, via di Città (*1921), Siena
ATTILIO  

'Fabbricante di pianoforti'  e autopiani ca. 1929

Griggi MONTÙ

 

4, via Cibrario (?), 36 v. Giuseppe Verdi (*1929), Torino
AUDREOLI  

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti, 1880 circa (5) p. 160

 

Torino
AVANTI Angelo  

Fabbricante e/o negoziante di pianoforti 1932-50 circa. (7)

MARCA

HERTINGER

 

Milano
AYMONINO Giacinto

(1825 - 1893)

 

Questo fabbricante ha aperto un laboratorio la cui fondazione è documentata.
Clicca qui per accedere alla scheda completa nella sezione appropriata.

 

'Fabbricante di pianoforti'  (°1850) Torino
AZZOLINI Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1893-95  

249, via Nazionale (*1893)(*1895), Roma

 

AZULLO Alberto Fabbricante e/o negoziante di piani a cilindro ca. 1929  

24, R. Vico Dragone (*1929), Genova

 

 

 

(**1818): 'L' Interprete Milanese Ossia Guida: Per L' Anno', Volume 1, 1818, p. 109

(**1820): 'Almanacco di commercio, Milano', 1820, p. 117-118

(**1821): 'L'Interprete Milanese ossia Guida per l'anno 1821', p. 128-130

(**1822): 'Almanacco di commercio, 1822', p. 128-129

(***1822): 'L'Interprete Milanese Ossia Guida: Per L'Anno 1822, Volume 3, 1822, p. 377-379

(**1826): 'L'Interprete Milanese Ossia Guida: Per L'Anno 1826', Volume 7, p. 297-299

(**1827): 'L'Interprete Milanese Ossia Guida: Per L' Anno 1827', Volume 8, p. 375-377

(**1828): 'Guida Milanese: Per L' Anno 1828', Volumes 4-5, 1828, p. 337-339

(**1829): 'Utile giornale ossia Guida di Milano per l'anno 1829', p. 273-275

(**1831): 'Utile giornale ossia guida di Milano per l'anno 1831', p. 292-294

(*1832): 'Gazzetta piemontese', 12/05/1832, p. 394

(**1833): 'Gazzetta privilegiata di Milano', 10/09/1833, p. 1112

(*1834): 'Vocabolario topografico dei Ducati di Parma, Piacenza e Guastalla: preceduto...', Lorenzo Molossi

(**1834): 'Guida Milanese : Per L' Anno 1834', Volume 10, 1834, p. 426-427

(**1836): 'Guida di Milano per l'anno 1836', p. 232-233

(**1837): 'Utile giornale ossia guida di Milano per l'anno 1837', p. 405-407

(*1838): 'Manuale di notizie risguardanti le scienze, arti, e mestieri della città di...', Annibale Taddei, 1838

(x1838): 'Utile giornale ossia Guida di Milano per l'anno 1838', p.416-418

(**1839): 'Utile giornale ossia Guida di Milano per l'anno 1839', p. 417-418

(*1841): 'Almanacco letterario, scientifico, giudiziario, commerciale, artistico...', 1841, p. 204

(**1841): 'Utile giornale ossia guida di Milano per l'anno 1841', p. 429-431

(**1842): 'Guida di Milano per l'anno 1842', p. 439-441

(*1843): 'Il Mercurio di Roma: ossia grande raccolta d'indirizzi e notizie de...', 1843

(***1845): 'Utile giornale ossia guida di Milano per l'anno 1845', p. 485-487 (Archive.org)

(**1846): 'Giornale d'indizi giudiziari della provincia di Bergamo', 13/02/1846, p. 99

(*1847): 'Catalogo generale della libreria Italiana dall'anno 1847...', Volume 1, 1847

(**1847): 'Guida Milanese: Per L' Anno 1847', Volumes 21-24, 1847, p. 630-633

(**1850): 'Guida Milanese: Per L' Anno 1850', Volumes 21-24, 1850, p. 560-563

(**1851): 'Atti della distribuzione de' premj d'industria', Volume 15, 1851

(*1853): 'Annali universali di statistica, economia pubblica, geografia, storia...', 1853

(**1853) 'Guida Milanese: Per L' Anno 1853', Volumes 25-31, 1853, p. 592-594

(**1854): 'Guida di Milano per l'anno 1854', p. 612-614

(**1855): 'Handels- und Gewerbs-Schematismus von Wien und dessen nächster Umgebung', 1855, p. 278-279

(***1855): 'Guida di Milano per l'anno 1855', p. 625-627

(xx1855): 'Almanacco romano pel 1855', 1855, p. 351 (BeniCulturali.it)

(*1857): 'Almanacco romano ossia, raccolta dei primari dignitari e funzionari della citta' di Roma', 1857, p. 308

(**1857): 'Guida Milanese: Per L' Anno 1857', Volumes 25-31, 1857, p. 648-650

(xx1857): 'Almanacco romano ossia, raccolta dei primari dignitari e funzionari della citta' di Roma', 1857, p. 308

(*1858): 'Raccolta dei primari dignitari e funzionari della citta' di Roma', 1858

(**1858): 'Album descrittivo della sesta esposizione nazionale di prodotti d'industria nell'anno 1858', Torino 1858

(***1858): 'Guida di Milano per l'anno 1858', p. 656-658

(*1859): 'Collezione delle Leggi e de'Decreti Reali del Regno delle Due Sicilie', Naples (Kingdom), 1859

(**1859): 'Guida Milanese: Per L'Anno 1859', Volumes 25-31, 1859, p. 646-649

 (**1861): 'Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861', Volume 2, 1861

(*1862): 'Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale', Firenze, 1862

(*1866): 'Libro per tutti, ossia Guida civile artistica commerciale & della città di Roma', 1866, p. 321

(***1867): 'L'Italie économique, avec un aperçu des industries italiennes à l'Exposition...‎', 1867

(**1870): 'Guida di Milano Per L' Anno 1870', 1870, p. 797-799 (Archive.org)

(**1871): 'Guida di Milano Per L' Anno 1871', 1871, p. 836-838 (archive.org)

(x1871): 'Oltre 12000 indicazioni ossia Guida scientifica, artistica e commerciale, di Roma', 1871, p. 242

(*1871-72): 'Guida generale di Torino e Italia, anni 1871-72', G. Galvanoe, 1872

(**1873): 'Guida generale di Milano ed intera provincia contenente gli indirizzi di ...', 1873

(**1879): 'Guida di Milano Per L'Anno 1879', 1879, p. 1076-1079 (archive.org)

(x1884): 'Esposizione generale italiana in Torino', 1884, p. 236 (MuseoTorino.it)

(*1895): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1895

(*1896): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1896

(*1897): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1897

 

 

(*1903): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1903

(*1905): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1905

(*1906): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 190

(*1907): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1907

(*1909): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1909

(*1910): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1910, Italia p. 1273-1284

(*1912): 'Guida di Novara', 1912, p. 296

(*1921): 'The Music Trade Directory', Volume 32, 1921

(*1929): 'Musique-Adresses Universel', 1929

(*1960): 'Cronache Economiche'. N.209, Maggio 1960, p. 84 (Bess Digital Archive)

(1): 'Histoire de piano de 1700 à 1950', Mario Pizzi, 1983

(5): 'The Songs Of Luigi Gordigiani' (1806-1860),- “Lo Schuberto Italiano”, by THOMAS M. CIMARUSTI

(7): 'The Encyclopedia of the Piano', Robert Palmieri, Margaret W. Palmieri, 2003

(10): 'Un'industria «troppo imperfetta»: la fabbricazione dei pianoforti a Torino nell'Ottocento'

(11): 'Aspetti e momenti della vita economica di Roma e del Lazio nei secoli xviii', Renzo De Felice, p. 262

(15): Camera di Commercio di Milano - Abate Stefano

(17): Atti del R. Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali di Napoli - P. 200 R. Istituto d'incoraggiamento di Napoli - 1863

  © Copyright all rights reserved