home | Fabbricanti di pianoforti in Italia | contatti


 

Fabbricanti di Pianoforti in Italia

Cerco ancora le foto di pianoforti italiani antichi e le foto di signature di pianoforti italiani  
© Copyright all rights reserved

a | b | c | d | e | f | g | h | i | j | k | l | m | n | o | p | q | r | s | t | u | v | w | x | y | z

Marche Logo Informazione Indirizzi
       
HAAG Saverio Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1895-1910  

43, via Porta Pinciana (*1895)(*1896)(*1897)(*1903)(*1905)(*1906)(*1907), 42, via Porta Princiana (*1909), 7,via Porta Princiana (*1910), Roma

 

HARTWIG Isidoro
| HERTIVIGE | HARTEVIG | HARTWICH

 

 

 

 Fortepiano a coda n° 73 ca. 1840, Collezione privata Fornelli, Italia

"Hertivige Isidoro [sic], fabbricante di pianoforti e magazzino di mobili vico primo Montecavario n. 1." Album scientifico-artistico-letterario : Napoli e sue provincie, 1845, p. 452

 

 

'Fabbricante di pianoforti', meta '800

Isidoro HARTWIG nasce nel 1795 a Clas, in Prussia. Intraprende in primis l'attività di ebanista per poi trasferirsi a Napoli ed iniziare quella di costruttore di pianoforti. Il 15 dicembre del 1823 (2) sposa una donna napoletana (Catarina Iorio). Sappiamo poco della sua attività e del numero di pezzi prodotti, l'unico esemplare conosciuto appartiene a una collezione privata e ha come numero di serie il 73; è un fortepiano a coda con meccanica viennese, sullo stile dei pezzi di Conrad GRAF. Da un documento del 1845 sappiamo che la sua bottega era collocata in via Montecalvario, nel quartiere omonimo sede della maggior parte delle fabbriche di pianoforti della città. Si ritiene abbia partecipato alla Solenne Pubblica Esposizione di Arti e Manifatture del 1853 (3), indetta dal re Ferdinando II delle Due Sicilie.

 

1, via Montecalvario (*1845)(**1854)(**1855)(**1856), Napoli
HEDRICH Daniele  

 Pianoforte a coda ca. 1830, Collezione privata, Italia

" [...] Après eux, vient Hedrig, Hongrois de nation. Il était ouvrier chez Molitor, qui le considère comme le second facteur de Naples. J'ai entendu dans les ateliers et dans plusieurs maisons particulières des instrumens de cet artiste, qui, en raison de la qualité du son et de différens autres avantages mécaniques, méritent une attention particulière. Ils sont calculés pour l'effet, et me paraissent réunir, quoiqu'à un degré un peu inférieur, les avantages qu'on rémarque dans les instrumens des deux maîtres sus nommés. Ses ateliers sont Contrada Larga, Monte Calvario. Comme il fait de fréquens voyages en Allemagne, il s'est substitué son frère pour la conduite de sa maison." Revue musicale, Volume 4, François-Joseph Fétis, 1829, p. 152-153  -  Vedete MOLITOR

 

'Fabbricante di pianoforti', circa 1840-65

Probabilmente nato in Ungheria.

Allievo di MOLITOR

HEDRICH Daniele (*1845)(**1856)

Si trovava in Belgio un fabbricante di pianoforti HEDDERICH, a Bruxelles.

"Hedrich Daniele fabbricante di pianoforti salita Stella numero 10 preparatore del R. Museo Zoologico." Album scientifico-artistico-letterario: Napoli e sue provincie, 1845

Contrada Larga, Monte Calvario (**1829), 10, salita Stelle preparatore del R. Museo Zoologico (*1845), 16, Largo Noce a Fonzeca (**1854)(**1855), Largo Regina Coeli (**1856), Napoli
HEDRICH G. - GUGGENGERGER  

 Pianoforte a coda ca. 1820, Philharmonia Baroque Orchestra, San Fransisco, C.A., U.S.

 

'Fabbricante di pianoforti', circa 1820

Famiglia di HEDRICH Daniele ???, vedete sopra.

Napoli
HEICHELE Giovanni

 

 

 

«Cembalista ossia fabbricator di cembali e forte-piano»

 Pianoforte a coda di 1815,  'Mobbs Keyboard Collection', Bristol, Inghilterra, U.K. 
Pianoforte ca. 18??, Università di Utrecht, Olandia

Pianoforte a coda ca. 1803, collezione privata, Olandia

Pianoforte, Collezione privata
Pianoforte ca. ?,
Collezione del 'Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl', Trieste, Italia
Fortepiano a tavola con 3 ottave, CulturaItalia.it
Pianoforte a coda ca. 1810, Edouard Swenson, Trumansburg, N.Y., U.S.
Pianoforte a coda (senza mobilo) Conservatorio di Musica San Pietro a Maiella, Napoli, Italia
Pianoforte a tavola ca. 1840, Museu de la Música, Barcelona Espagna
Pianoforte verticale ca. 1840, altra foto, Museu de la Música, Barcelona, Espagna

Pianoforte a coda ca. 18??, Andreas Beurmann, Amburgo, Germania, poi venduto da Sothebys
Pianoforte a coda ca. 1810-15, pdf, Mobbs Collection, Bristol, Inghilterra, U.K.

 

Prima metà del ottocento

Fabbricatore di Cembali e Forte-Piano, fl. 1790-ca. 1820. Il primo luogo era Ljubljana, ma nell'1802 è trasferito a Trieste, probabilmente per ragioni economiche.

"Un deposito e una fabbrica di cembali e piano-forti." a Trieste dal 1802

Pianoforti fabbricati nella grande tradizione viennese, (5) p. 160, (7)

"[...] a pezzo legno maone per G. Heichele."  Nro. 31 portata de'Bastimenti arrivati in questo Porto-Franco di Trieste nel mese di agosto 1827, p. 246

VEDETE ANCHE ...

 ... un HEICHELE Sébastien a Parigi nel 1854. Della stessa famiglia ???

1058, "della strada che conduce al Boschetto dove si trovano gli Orti Lellis" (1802), Trieste
HELZEL Carlo e Raffaele
| HENZEL
 

'Fabbricante di pianoforti', meta '800

"Henzel Carlo e Raffaele negoziante di manifatture e mobili str. S. Agostino dei Scalzi n. 2." Album scientifico-artistico-letterario: Napoli e sue provincie, 1845 e più tardi 'Pianoforti' (**1854)

 

 

2, St. S. Agostino degli Scalzi  (*1845), 21, St. S. Agostino degli Scalzi (**1854)(**1855)(**1856), Napoli

 

HELZEL Egidio  

Brevetto del 1853 : "Helzel Egidio. Per i pianoforti con tasti di vetro. S. A. 18 ag. 1853." Atti del R. Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali di ..., Volume 10, Napoli, 1863, p. 200-201

 

 

'Fabbricante di pianoforti', meta '800

Figlio di Giorgi HELZEL.

NAPOLI - "Fabbrica di pianoforti del Signor Egidio Helzel. Due pianoforti uno a coda, l’altro verticale." Elenco di saggi de' prodotti della industria napolitana maggio 1853, p. 50

Elenco d'esposizione Napoli, 1853

 

 

39, via Concezione a Toledo (**1854)(**1855), 19, via Concezione a Toledo (**1856), Napoli

 

HELZEL Eugenio

 

"Gli strumenti musicali da fiato e da corda hanno egregi costruttori, le opere de' quali sono cerche come le più rinomate. Dall'Herzel, dal De Meglio, dal Molitor costruisconsi pianoforti buoni per lo meno quanto i migliori di Vienna. Le minugie divennero un oggetto di esteso commercio." Annali civili del regno delle Due Sicilie, Volumes 1-3, Naples (Kingdom) Real Ministero dell'interno, 1833

 

'Fabbricante di pianoforti'

Medaglia d'argento Napoli, 1844

138, strada di Chiaja (**1855)(**1862)(**1865)(***1865)(***1867)(**1868)(**1869)(*1872)(*1873)(*1892)(*1893)(*1895)(*1897), Napoli
HELZEL Giorgio

 

 

 

Pianoforte a coda ca. 1860, Europeana.it

NAPOLI - "Fabbrica di Pianiforti di Giorgio Helzel che abita nella Strada di Chiaja N. 190. - Pianoforte di nuova costruzione ducati .  350 00." Elenco Di Saggi, 1832, p. 67

NAPOLI - "Fabbrica di pianoforti di Giorgio Helzel e figlio con bottega nella strada di Ghiaia largo S. Caterina N.° 138.
Pianoforte a coda in sei ottave e mezza, con cordiera di ferro, archetto di ottone, cassa di legno palissandro alla Renaissance per duc. 360.
Piccolo pianoforte di legno maogano con cordiera di ferro, e archetto di ottone per duc. 200.
Pianoforte a tavolino, con cordiera di ferro fuso per duc. 220."
Elenco di saggi de prodotti della industria napolitana presentati nella ..., 1842, p. 72

NAPOLI - "Anche i fratelli de Meglio han lavorato col meccanismo inglese il loro pianoforte verticale: evvi però in esso lo smorzo costrutto in modo da potersi armare tutto a tre corde, per facilitarne lo accordo. Tre pianoforti di diverso lavorìo sono quelli del fabbricante Vincenzio Mach, ma tutti contengono il meccanismo tedesco; uno è a tavolino di bellissima forma, ed ha la tastiera di sole sei ottave, e gli altri due sono a coda di elegante aspetto, e di armonioso suono. Essi sono con tastiera di sette ottave e due tasti, come similmente l'è costrutto il pianoforte di Egidio Helzel, e l'altro di Angelo Federici." Rapporto letto al Real Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali, 1844, p. 55-56

NAPOLI - "Pianoforti del signor Egidio Helzel. - Il signor Helzel, figlio del prolodato Giorgio, presentava due pianoforti, il primo dei quali orizzontale, di palessandro con scorniciature all' antica dello stesso legno, e col meccanismo della tastiera alla Erhard [Erard]; ed il secondo verticale. Questo principalmente richiamava l'attenzione por la novità che offriva, essendo interamente rivestito di cristallo, non esclusa la tastiera, e perciò non soggetta ad ingiallire come l'avorio, nò al facile consumo. E noi ci congratuliamo con lui per aver saputo ideare un lavoro tanto grazioso ed elegante " Annali civili del regno delle Due Sicilie, Volumes 50-52, Naples (Kingdom). Real Ministero dell'interno, 1855, p. 57

FIRENZE - "Helzel Giorgio, Napoli. [Napoli GA'.... 2 O1....] — Due pianoforti a coda, Esposizione Firenze, 1861." Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale, Firenze, 1862

FIRENZE - "Helzel Giorgio di Napoli. Piano-forte a coda di 7 ottave con cassa in palissandro, del prezzo di L. 1500. Meccanismo francese ma con nuovo sistema per regolare l'alzata del martello : voce buona, benchè non tutta unitissima. Ciò nonostante lo strumento è da classarsi tra i buoni pianoforti italiani." Consiglio dei giurati: Cenno sommario dui giudizi emessi dalla commissione ..., 1861

FIRENZE - "Bellissime voci estese e granite, e modicissimi prezzi, fanno un merito superiore, ai Piani a coda di Helzel di Napoli - Ne ha sopratutti, uno di eccellente, per 1500 franchi." Sulla esposizione di Firenze lettere di Carlo Pisani Carlo Pisani, 1861, p. 47

FIRENZE - "Helzel Giorgio, avente fabbrica in Napoli, ha esposto un piano-forte a coda di 7 ottave, con cassa di palissandro, del prezzo di lire 1500. Questo strumento ha voce, se non in ogni sua parte unitissima, buona per altro in modo da poterlo qualificare come uno strumento degno di nota. Un altro piano-forte simile al primo, esposto pure da questo fabbricatore, possiede una sonorità di carattere alquanto più dolce di quella dell'altro. Ambedue questi strumenti hanno il meccanismo francese, ma con speciale modificazione per regolare l'alzata del martello. Anche a questo fabbricante, opina la Sezione, che possa concedersi l'onorificenza della medaglia." Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861, Volume 2, 1861

 

 

Helzel, di origine russa, pianoforti, 1832-87 circa, (7), (x1860) p. 259, (*1832) p. 53, pianoforti a coda come modello Pleyel.

"Con ingegnosa invenzione il signor Helzel ba costruito un pianoforte con doppia tastiera, in modo che due persone contemporaneamente possono suonare. Ha ovviato cosi air inconveniente che in una suonata a quattro mani i due sonatori si premano a vicenda e non possano mai literamente eseguire frasi difficili senza grave incomodo. Le due tastiere sono situate una a rincontro dell' altra nei due lati principali del forte piano, che ha una figura che si avvicina all'ovale. Le tastiere sono dì sei ottave 5 al di dentro il forte-piano è diviso in due parti uguali in ciascuna delle quali rispondente alla propria tastiera è stato mirabilmente condotto interno magistero. Il suono di questo strumento è grato ed armonioso." Il Progresso delle scienza, lettere ed arti: opera periodica, 1832, p. 154

"Ci duole non aver veduto questa volta pianoforti del Sig. Carlo de Meglio, valente nel doppio genere di costruzione inglese e tedesco. Ottimo costruttore di tali strumenti egli è pure il Sig. Dolce, e nemmeno vedemmo nulla di suo. Sono intervenuti nel campo i Sigg. Helzel, Nicolai e Paolo de Biasio : il primo con uno strumento a coda, di legno d'acero, adorno di lavori xilografici; il secondo con due, uno de' quali verticale, lavorati alla maniera inglese, ma che non raggiunsero il loro tipo; il terzo anche con due, entrambi a coda, fatti ad imitazion de' tedeschi, e che ci sono parati degni di particolare nota, siccome i primi pianoforti napolitani costrutti secondo un metodo recentissimo inventato dal Graaf, ed il quale sta in questo: che il fondo di legno o pianta che dicono è tolto via in gran parte, e messa al
lo scoperto l' interna armatura, custodita solo da una tela di crine per difenderla dalla polvere e dagl' insetti; onde avviene che da que' timpani cosi aperti, e con apposito meccanismo ordinati, più libere e pure e soavi scappan fuori e si dilatano le onde sonore. Ma passi anche più in là han dato da ultimo in Francia i costruttori di tali armoniose macchine, delle quali, a via di combinazioni novelle, han saputo e migliorare il suono e perfezionare la forma, tal che questa impicciolita, nulla toglie a quello di forza, di purità, d'eguaglianza. Ne fanno fede gli esemplari prodottine in Parigi nella cennata Esposizione, e quelli singolarmente de' Sigg. Erhard [sic] e Pape [...]Paolo de Blasio per aver perfezionato i pianoforti a cilindro, Paolo Nicolai per quelli costrutti verticalmente, Giorgio Helzel per quelli a due tastiere; e fu insignito di medaglia d'oro Carlo de Meglio per la fabbricazione di quelli all' uso inglese." Annalli Civili del Regno delle due Sicilie, 1834, p. xxxiii e111

'Negoziante di pianoforti' (*1845)

HELZEL Egidio (*1844)(**1854), suo figlio, aveva un alltro indirizzo nel' 1854.

"Il signor Giorgio Helzel tiene la sua fabbrica di pianoforti al largo di Santa Caterina da Siena, n. 138." Annali civili del regno delle Due Sicilie, Volumi 10-12, 1836, p. 81

"Deux-Siciles. [...] Instrumens de musique. - Une slle toute entière était réservée à cette partie importante de l'exposition. Georgio Helzel n'avait exposé que trois pianos, 2 longs et 1 vertical, et qui se vendent de 1,304 fr. à 2,138 les longs, et de 870 à 1,304 les droits." La Presse, 17/01/1854, p. 3 (Gallica)

Brevetto a Napoli, 1832 : "HELZEL Giorgio. Per un particolar modo di costruire piano-forti. S. A. 1 giugno 1832." Atti del R. Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali di ..., Volume 10, Napoli, 1863, p. 200-201   -

Elenco d'esposizione Napoli, 1832 | Medaglia di argento Napoli, 1844 | Elenco d'esposizione Napoli, 1854 | Elenco d'esposizione Firenze, 1861

 

190, Strada San Catarina di Chiaia (**1832), 138, Strada San Catarina di Chiaia (*1836)(*1842)(*1845)(**1854), 118, Strada San Catarina di Chiaia (**1856), Napoli
 

HENKE Carlo

 

 

 

'Fabbricante di pianoforti', meta '800

VEDETE ANCHE ...

... un KENKE Carlo a Napoli.

Trieste
HENKING, HETTEMBACH & Cia Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1896  Corte Farina (*1896), Verona
HOFFER Cesare  

Fabbricante di cembali (data ?)

"Cembalo verticale. Così si chiama quello stromento musicale che ha la coda ed il corpo sonoro in piedi, e ciò a maggior com uiodità, serve di bell'ornamento alla camera. Conta più di un secolo tale invenzione, ma ora fra noi giunse alla sua perfezione per l'opera ed indùstria di eccellenti artefici in Inghilterra, in Germania, ed ancora in Italia, fra quali in Venezia è celebre Cesare Hoffer ec." Dizionario della musica sacra e profana, 1830, p. 8

 

Venezia
HOFFER Luigi e Giorgio

(1767 - ?)(21)

 

 

 

Fortepiano a tavolo 1780 ca. [??], Luigi Hoffer, Centro Studi Claviere, Vittorio Veneto, Treviso, Italia
Pianoforte a tavola ca. 1800, Germanisches Nationalmuseum, Nürnberg Germania
Pianoforte a tavola ca. 1800, Collezione privata, Firenze, Italia
Pianoforte a tavola Luigi Hoffer, ca. 1809, appartenuto a Gioacchino Rossini, Collezione Casa Rossini, Pesaro, Italia
Pianoforte a coda ca. 1815, Collezione Fondazione Musicale Masiero e Centanin, Padova, Italia

 

Fortepiani, 1800 circa

INFO EXTRA

Evidenze Costruttive Del Pianoforte italiano dopo il Cristofori, p. 11-12

Articulo su il pianoforte a tavola de Luigi Hoffer, appartenuto a G. Rossini (19/09/2015, Marche news 24)

S. Salvatore (ca. 1800), 5715, San Canziano corte Remer a. s. Gio. Grisostomo (y1846)(y1847), Venezia
HUETTER Fabbricante e/o negoziante di pianoforti ca. 1893 114, via della Scrofa (*1893), Roma
HUG Giovanni 'Fabbricatore ed accordatore di pianoforti' ca. 1846-47 1279, San Silvestro fondamento Molin a. s. Apollinare (y1846)(y1847), Venezia
 

 

(**1829): 'Revue musicale', Volume 4, François-Joseph Fétis, 1829, p. 152-153

(*1832): 'Il Progresso delle scienze, delle lettere e delle arti', Tipografia Flautina', 1832

(**1832): 'Elenco Di Saggi', 1832, p. 67

(*1833): 'Annali civili del regno delle Due Sicilie', Volumes 1-3, Naples (Kingdom). Real Ministero dell'interno, 1833

(*1836): 'Annali civili del regno delle Due Sicilie', Volumi 10-12, 1836, p. 81

(*1842): 'Elenco di saggi de prodotti della industria napolitana presentati nella ...', 1842, p. 72

(*1844): 'Annali civili del regno delle Due Sicilie, Volumes 34-36', Naples (Kingdom), Real Ministero dell'interno, 1844

(**1844): 'Elenco di saggi dei prodotti della industria napolitana presentati nella solenne mostra', 1844

(***1844): 'Rapporto letto al Real Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali', Francesco Cantarelli, 1844

(*1845): 'Album scientifico-artistico-letterario: Napoli e sue provincie', 1845

(y1846): 'Guida commerciale di Venezia per l'anno 1846', p. 154

(y1847): 'Guida Commerciale di Venezia per l'anno 1847', p. 307-308

(***1853): 'Elenco di saggi de' prodotti della industria napolitana maggio 1853', p. 50

(**1854): 'L'osservatore di Napoli, ossia Rassegna delle istituzioni civili, de ...', 1854, p. 568

(**1855): 'L'Osservatore di Napoli', 1855, p. 568

(**1856): 'Album, ossia Libro d'indirizzi commerciale, scientifico, artistico per l'anno 1856', p. 90

 (x1860): 'Annali universali di statistica, economia pubblica, legislazione, storia, viaggi e commercio', Presso La Societa, 1860

(*1861): 'Consiglio dei giurati: Cenno sommario dui giudizi emessi dalla commissione ...', 1861

(**1861): 'Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861', Volume 2, 1861

(*1862): 'Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale', Firenze, 1862

(**1862): 'A Handbook for Travellers in Southern Italy', 1862, p. 75

(*1863): 'Atti del R. Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali di ..., Volume 10, Napoli, 1863, p. 200-201

(**1865): 'A Handbook for Travellers in Southern Italy: Being a Guide for the Provinces', 1865, p. 79

(***1865): 'Guide-almanach de l'étranger pour Naples et ses environs', 1865, p. 340

(***1867): 'Italy, handbook for travellers, third part, southern Italy, Sicily, ...', Karl Baedeker, 1867

(**1868): 'A Handbook for Travellers in Southern Italy', 1868, p. 83

(**1869): 'Italy: Handbook for Travellers', Volume 3, 1869, p. 31

(*1872): 'A Pocket Guide for Travellers at Naples by E. Cedronio : Traslated from the ...', 1872, p. 23

(*1873): 'Italy : Handbook for Travellers', 1873, p. 28

(*1892): 'Italien : Unter-Italien und Sizilien nebst Ausflügen nach den Liparischen Inseln, Sardinien, Malta, Tunis und Corfu', 1892, p. 25

(*1896): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1896 (Gallica)

 

 

 

(*1903): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1903 (Gallica)

(*1905): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1905 (Gallica)

(*1906): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1906 (Gallica)

(*1907): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1907 (Gallica)

(*1909): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1909 (Gallica)

(*1910): 'Annuaire des artistes et de l'enseignement dramatique et musical', 1910, Italia p. 1273-1284 (Gallica)

(2): Antenati; Gli Archivi per la Ricerca Anagrafica, a pagina destra : certficato di matrimonio HARTWIG e pagina sinistra

(3): Piano city, Napoli

(4): 'Makers of the Piano: 1700-1820 & 1820-1860', Martha Novak Clinkscale

(5): The Songs Of Luigi Gordigiani (1806-1860),- “Lo Schuberto Italiano”, by THOMAS M. CIMARUSTI

(7): 'The Encyclopedia of the Piano', Robert Palmieri, Margaret W. Palmieri, 2003

(13): Evidenze Costruttive Del Pianoforte italiano dopo il Christofori  

(17): Atti del R. Istituto d'incoraggiamento alle scienze naturali di Napoli - P. 200R. Istituto d'incoraggiamento di Napoli - 1863

(20): 'Musikinstrumentenbau im interkulturellen Diskurs', Erik Fischer, Annelie Kürsten, Sarah Brasack

(21): 'Liuteri & sonadori: Venezia 1750-1870', p. 156

  © Copyright all rights reserved