home | Fabbricanti di pianoforti in Italia


 

SIEVERS Giacomo Fernando
a Napoli (°1835)

1839

NAPOLI - "[...] Ferdinando Sievers per suo pianoforte a percussione inversa [...] Aveva il sig. Pape in Parigi adattato sopra o sotto la cassa de'suoi pianoforti alcune sbarre di ferro, e ne otteneva effetti maravigliosi ; ma per cagione del loro peso, difficile rendevasi il trasporto dello strumento.

Il sig. Sievers, riparando a tale inconveniente, ha nel suo strumento riunito agli altri pregi quello della leggerezza. Or inqual modo migliorò egli il congegno di Pape?

Nelle connessioni laterali della tavola armonica e della cassa egli ha posto delle spranghe di ferro fuso del peso non più che rotola 36, diligentemente combinando la forza del legno con quella del ferro, e procacciando nell'interno della cassa tai vóti da renderne il suono perfettamente armonioso.

Ha egli inoltre situato i cartellini con metodo inverso dall'ordinario, disponendoli in guisa che percuotano dalla parte di sapra, e che, qualunque sia la forza che preme il tasto, il martello balla sempre la corda al medesimo punto; ond'è che mai non si alterano le proporzioni volute dalla teorica delle vibrazioni sonore, che stabilisce la lunghezza della corda, la sua doppiezza ed il punto dove debb'esser tocca per aversene il maggiore e più gradevole suono.

Questa percussione per altro de'martelletti da su in giù, a guisa d'un collo di cicogna, era nota sin dal tempo del defunto conte Stanhope, il quale adattolla al suo gran pianoforte a corde d'acciaio.

Fu poi abbandonata sino a che s'è veduta risorgere non è guari in Parigi, per le cure del mentovato artefice, che sommamente ne'migliorò la meccanica, perfezionata ora anche più dal nostro Sievers." Annali civili del Regno delle due Sicilie, 1839, p. 74-75

1842

NAPOLI - "Fabbrica di pianoforti di Ferdinando Sievers in via Nardones N.° 14 primo piano.

- Pianoforte di legno palissandro a 7 ottave, con meccanismo nuovo; colla cordiera sospesa e la spina traforata per le corde contro percussione per duc. 700.

- Pianoforte di legno di maogono lineato a 7 ottave, col meccanismo inglese, e con la cordiera sospesa, e la mezza spina traforata per duc. 500.

- Pianoforte di legno palissandro, di nuova costruzione, a mezza coda, di 6 ottave e mezzo e due tasti, col meccanismo inglese, e con la mezza spina traforata, e la cordiera sospesa per duc. 340." Elenco di saggi de prodotti della industria napolitana presentati nella ..., 1842, p. 41

NAPOLI - "Medaglio d'oro : A Ferdinando Sievers pel suo pianoforte a percussione inversa; Medaglio d'argento : A Ferdinando Sievers pe’ pianoforti a sette ottave.

A Ferdinando Sievers per la tastiera elastica de’ suoi pianoforti." Elenco di saggi de prodotti della industria napolitana presentati nella ..., 1842, p. 9 e 16

1844

NAPOLI - "Fabbrica di pianoforti di Ferdinando Sievers, domiciliato accanto la Chiesa di S. Teresa a Chiaja N.° 3.

Pianoforte di sette ottave e due tasti, col meccanismo a continuo scappamento, con cinque sbarre, e con cordiera a spine metalliche, per duc. 550." Elenco di saggi dei prodotti della industria napolitana presentati nella solenne mostra, 1844

1853

NAPOLI - "Fabbrica di pianoforti con Brevetto di Privativa di S. M. il lizN. S. del Signor Ferdinando Sievers : Strada di Ghiaia, Palazzo Francavilla. Un pianoforte grande a coda di legno palessandro a sette ottave." Elenco di saggi de' prodotti della industria napolitana maggio 1853, p. 50

NAPOLI - "Se dobbiamo arguire dalla specie degli strumenti presentati dai fabbricatori premiati, convien dire che la sola fabbricazione dei pianoforti sia attiva ed anche numerosa in quella capitale. [...] Il Pianoforte del Sievers sembra attragga più l'attenzione per vaghezza di fregi che per innovazioni. Se ne loda però assai la voce magicamente flautata e robusta. " Gazzetta musicale di Milano, 12/02/1854, p. 54

1860

NAPOLI - "Il signor Giacomo Ferdinando Sievers ha chiesto privilegio per una nuova applicazione delle molle elastiche nella costruzione dei pianoforti." Atti del governo estratti dal giornale officiale di Napoli, Nummers 1-27, Neapolitan Provinces, 1860, p. 49

NAPOLI - "Piano-forte a coda a 1 ottave con cassa in palissandro, del prezzo di L. 2000. Meccanismo francese, ma di sistema modificato dall'espositore : tastiera unita: martelli impellati, ma voce buona specialmente negli acuti." Consiglio dei giurati : Cenno sommario dui giudizi emessi dalla commissione ..., 1861

1861

FIRENZE - "Sievers Ferdinando, avente fabbrica a Napoli, ha esposto due piano-forti a coda ed uno verticale.

Il primo, di 7 ottave, con cassa in palissandro, e del prezzo di lire 2000, ha tastiera unita, buona voce e sufficientemente sonora, quantunque i martelli sieno impellati anziché guerniti di feltro come oggi comunemente si pratica.

Il meccanismo è francese, ma fabbricato appositamente e modificato in parte dietro invenzione dell'espositore.

Il secondo, di 6 ottave e 3/4 e del prezzo di lire 1560, per la costruzione è simile al primo, ma è sembrato alla Sezione di qualità un poco inferiore.

Il piano-forte verticale, con cassa di palissandro del prezzo di lire 1130, ha voce buona, ma la Sezione non è rimasta perfettamente contenta del meccanismo.

Tenuto conto del complesso dei prodotti di questo fabbricante, la Sezione lo reputa meritevole del conferimento della medaglia." Esposizione italiana tenuta in Firenze nel 1861, Volume 2, 1861, p. 396

FIRENZE - "Un ottimo verticale ne espose Sievers, pure di Napoli, a prezzo invero un po’ fortino. - Al paragone son molto migliori, e preferibili per prezzo i due a coda, e pur eccellenti dello stesso autore, e segnati a 1560 franchi." Sulla esposizione di Firenze lettere di Carlo Pisani Carlo Pisani, 1861, p. 47

1862

LONDRA - "1273. Sievers, F. Naples. - Pianos and piano-stools." The illustrated catalogue of the industrial department, International exhibition, 1862, p. 66

LONDRA - "Sievers Ferdinando, Napoli. [Napoli 3. A e 2. 0 ] — Pianoforte a coda. — Idem a mezza coda. — Idem verticale." Esposizione Firenze 1861 - Catalogo officiale pubblicato per ordine della Commissione reale, Firenze, 1862

1867

PARIGI - "M. Sievers, de Saint-Petersbourg, établi à Naples depuis plusieurs années, fabrique des pianos à sons doux et graves, à claviers-pliables et d'une souplesse extraordinaire." L'Italie économique, avec un aperçu des industries italiennes à l'Exposition ...‎, 1867, p. 276

1873

VIENNA - "Luigi Lucarelli operaio benemerito della fabbrica di Giacomo Sievers di Napoli è stato premiato colla Medaglia di Cooperazione, dietro proposta del suo principale." Relazioni dei Giurati italiani sulla Esposizione universale di Vienna del ..., Giuria per la Esposizione universale di Vienna, 1873, p. 60

VIENNA - "In tali condizioni naturalmente i migliori fabbricanti di pianoforti italiani non hanno potuto ottenere la Medaglia del Progresso a questa Esposizione, poichè i loro strumenti non appartengono veramente ad essi che in minima parte.

Sicchè Giacomo Sievers, e Giovanni De Meglio di Napoli ottennero la Medaglia del merito, avendo esposto dei pianoforti ottimi, ma ben lungi ancora dai Bösendorfer, Streicher, Blüttmer, Erard, Herz, ecc., e fabbricati col materiale ritirato da Parigi o da Vienna." Relazioni dei Giurati Italiani Sulla Esposizione Universale di Vienna, 1873, p. 59

VIENNA - "A loro onore ed incoraggiamento rammenteremo i nomi degli espositori che presentarono pianoforti migliori e melopiani, essi furono il Siever ed il Da Meglio di Napoli, Caldera e Brossa di Torino, Alessandroni di Roma ed il Mola e l’Aymonino di Torino i quali conseguirono la medaglia del merito. II Fusella di Torino ed il Giuliano di Napoli conseguirono pure il diploma di merito pei loro pianoforti a cilindro." L'Economista, 20 giugno 1875, p. 748 (Bess Digital Archive)

VIENNA - "15. Sievers Giacomo, Napoli. - + Firenze, Londra.
- Pianoforte grande a coda a 7 ottave e 5 sbarre di ferro.
- Pianoforte a mezza coda con un nuovo meccanismo.
- Pianoforte Verticale con corde oblique a 7 ottave.
- Cassa con 50 volumi ed atlanti ei fabbricatori di pianoforti. [3109.]"
Atti ufficiali della esposizione universale di Vienna del 1873 catalogo, 1873, p. 150

VIENNA - "1. Sievers in Neapel (von Geburt ein Russe); derselbe hatte ausgestellt: einen grossen geradsaitigen Flügel, einen kreuzsaitigen Salonflügel mit englischer Mechanik und ein halbobliques Pianino mit Hinterdämpfung.

Die Verbesserung der Mechanik von Seiten des Herrn Sievers besteht einerseits in einer Feder zur Verbesserung der Repetition, andererseits in einer Zusammenschraubung der Eisenplatte und in der Anbringung eines Klangstabes auf derselben. Desgleichen lag die erwähnte Constructionensammlung zur Ansicht aus." Musikalische Instrumente, [Expo Vienne], Oscar Paul, 1874, p. 71

SIEVERS
su questo sito

ARTICOLI
ESPOSIZIONI

Cliccate sui link qui sopra.

Per i riferimenti, vedere la pagina di
Fabbricanti di pianoforti in italia tra 1700 e 1849


 © Copyright all rights reserved | contact